Come raccogliere le cipolle

Tramite: O2O 26/03/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

La cipolla è una pianta aromatica la cui discendenza ci riporta all'Asia occidentale. Il suo utilizzo in cucina trova largo impiego. La si può includere come condimento in quasi tutti i piatti e spesso viene scelta per dare sapore ai soffritti insieme all'aglio, alla carota e al sedano. Inoltre si può cucinare al forno, in padella e in insalata, sia cotta che cruda. I suoi benefici sono molti e dopo la raccolta si possono utilizzare le parti di scarto per alimentare gli animali. La cipolla viene coltivata con cadenza biennale e possiede delle radici che si estendono in orizzontale per circa 20 centimetri a partire dal bulbo centrale. Ed è proprio il bulbo ad essere la parte commestibile, la cui forma rigonfia è nota a tutti. Tuttavia esistono diversi tipi di cipolla, che possono variare anche nelle dimensioni, nel colore e dell'aspetto. Le cipolle bianche, ad esempio, vengono seminate in estate e si raccolgono lungo la primavera, mentre le altre si seminano lungo la stagione fredda e si raccolgono lungo l'estate. Ma come raccogliere le cipolle? Lungo i passi di questa guida vi spiegheremo come fare in pochi semplici step.

27

Occorrente

  • Guanti per la manipolazione della terra
37

Indossate dei guanti

Il primo passo è quello di procurarsi dei guanti, in quanto la raccolta delle cipolle viene fatta a mano, chinandosi a mano tesa verso il terreno: per questo motivo è importante sospendere l'irrigazione nei 20 giorni antecedenti. Per evitare di danneggiare la pelle, si raccomanda di utilizzare dei guanti spessi, adatti alla manipolazione della terra. Nei negozi di giardinaggio troverete sicuramente ciò che fa al vostro caso e potrete acquistare l'occorrente per pochi euro. Una volta acquistati i guanti siete pronti per recarvi sul campo per cimentarvi nella raccolta dei bulbi. Scoprirete che si tratta di un lavoro che, benché stancante, è alla portata di tutti in quanto immediato e pratico.

47

Scavate in prossimità del bulbo

La pianta della cipolla, come detto, ha delle radici che si estendono sotto terra in orizzontale. Questo vi farà immaginare che non è necessaria molta forza per completare il lavoro di raccolta. La cipolla resta per metà sotto terra, dunque potete facilmente identificarla per poi raccoglierla. Scavate in prossimità del bulbo, tutt'intorno. Eliminate la terra lungo i lati, in modo tale che il prossimo ed ultimo passaggio risulti quanto più agevole.

Continua la lettura
57

Raccogliete la cipolla

Dopo avere eliminato la terra circostante il bulbo, afferrate la pianta, ovvero il prolungamento superiore del bulbo, e tirate con delicatezza. Moderate la forza in base alla necessità e man mano liberate la cipolla dalla terra, tirando fuori le radici. Proseguite in questo modo per tutte le cipolle presenti nel vostro campo e procedete poi alla conservazione. Se le cipolle vengono estratte dal terreno nel giusto periodo, possono essere custodite in casa per lungo tempo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • procedete con cautela la prima volta che vi apprestate a raccogliere le cipolle
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Mese di Maggio: i principali ortaggi da raccogliere

A maggio sono presenti diversi ortaggi da poter coltivare e raccogliere, che variano in base al periodo in cui sono stati piantati. Gli ortaggi presentano infatti, esigenze differenti sia per quanto riguarda la semina, le temperature e la raccolta. Ecco...
Giardinaggio

Come riconoscere il momento giusto per raccogliere le patate

La coltivazione delle patate è una delle colture più facili. Infatti, non prevede grandi cure e crescono in maniera naturale. Pertanto, si possono anche coltivare sul balcone utilizzano vasi e terriccio universale. L'importante è sistemare e riporre...
Giardinaggio

Come Raccogliere La Frutta

L'amore per la campagna e per i suoi frutti freschi e genuini, negli ultimi tempi, è sempre più diffuso. Soprattutto per chi è amante delle tradizioni e delle coltivazioni biologiche senza pesticidi, che invece possiamo trovare sempre più spesso in...
Giardinaggio

Come raccogliere il peperoncino

Il peperoncino è una pianta originaria delle Americhe, ma oggi diffusa praticamente in tutto il mondo. Esistono varie specie piccanti, dolci ed ornamentali. Tutte le varietà di peperoncino possono essere coltivate in Italia, seminando nei mesi di febbraio...
Giardinaggio

Come e quando raccogliere le olive

Una delle attività più svolte dai contadini, la raccolta delle olive è quella meno stressante rispetto alle altre. Essa può certamente iniziare nei mesi autunnali, protraendosi anche fino al mese di febbraio inoltrato. Questa variazione può dipendere...
Giardinaggio

Come raccogliere il rosmarino

Il rosmarino è una pianta erbacea perenne. Con il suo stelo legnoso e le foglie ad ago sempreverde, rappresenta un ottimo paesaggio vegetale. Le sue foglie vengono utilizzate fresche o secche per la cucina e l'artigianato, in quanto forniscono un'erba...
Giardinaggio

Come raccogliere le ciliege

Siamo quasi giunti all'estate, ma il caldo inizia subito a farsi sentire. È il periodo perfetto per le ciliegie, un frutto dolce molto usato per la preparazione dei dolci o delle classiche marmellate. Come ogni altro frutto, anche le ciliegie hanno bisogno...
Giardinaggio

Come raccogliere le fragole

Le fragole sono frutti davvero ricchi di sostanze nutrienti e benefiche per il nostro organismo e per la nostra forma fisica. Ecco perché è bene raccoglierne e mangiarne molte, anche se in maniera moderata. Le fragole sono un frutto stagionale molto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.