17

Come realizzare animali all'uncinetto

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Se siete brave a lavorare a maglia o all'uncinetto potreste pensare di realizzare degli amigurumi. Gli amigurumi sono degli animali realizzati a maglia o con l'uncinetto e hanno visto la loro origine in Giappone. In Giappone l'arte di realizzare questi simpatici animaletti è molto apprezzata, sia dai più piccoli sia dai grandi. Essi vengono infatti realizzati, oltre che per il fine ludico, anche per essere collezionati e ammirati. La caratteristica di questi animali è quella di essere adorabili. Si possono ritrarre animali prendendo spunto dai cartoni animati, con forme antropomorfe. In rete esistono diversi siti che mettono a disposizione gli schemi per realizzare quelli più famosi. In questa guida tuttavia vogliamo fornirvi alcuni consigli utili su come realizzare questi splendidi animaletti all'uncinetto. Vediamo come fare.

27

Occorrente

  • Filo di lana o di cotone di diversi colori
  • Uncinetto
  • Schemi per amigurumi
  • Perline o bottoni
  • Cotone o gomma piuma
  • Ago e filo
37

Creare il corpo

Il corpo principale del nostro animale è quasi sempre una sfera. Questo potrà essere realizzato usando sia un filo di cotone che di lana, l'importante è che l'uncinetto o i ferri utilizzati siano un po' più piccoli della norma, in modo da creare una gabbia solida che trattenga l'imbottitura, formata prevalentemente da poliestere e avanzi di filato.

47

Realizzare la faccia

Per realizzare le facce e le espressioni degli amigurumi esistono tantissimi schemi per l'uncinetto da sfruttare. Esistono in rete diversi schemi a cui dovrete semplicemente attenervi per evitare di sbagliare. In alternativa potreste optare per la creazione di schemi che più vi aggradano attraverso appositi siti. Naturalmente se siete delle esperte con l'uncinetto potrete anche realizzare degli animali seguendo solamente la vostra fantasia, sperimentando nuove tecniche.

Continua la lettura
57

Decorare e ultimare il lavoro

Per decorare esteriormente gli animali all'uncinetto, potrete anche sfruttare delle perline o dei bottoni particolari, inserendoli durante la creazione dei punti nel filo. Una volta che sarete pienamente soddisfatti del vostro animaletto non vi resterà che mettere al suo interno del cotone o della gomma piuma, in modo da creare un'imbottitura che lo renda gonfio e morbidissimo. Infine, per chiuderlo potrete sia realizzare una chiusura con l'uncinetto sia sfruttare del normale filo da cucito. Eseguendo una chiusura con ago e filo risulterà essere visibile una piccola cucitura nella parte esterna del vostro amigurumi. Pertanto è consigliabile realizzare la stessa nella parte inferiore dell'animaletto, così che sia poco visibile.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguendo una chiusura con ago e filo risulterà essere visibile una piccola cucitura nella parte esterna del vostro amigurumi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
15

Come realizzare un topino amigurumi all'uncinetto

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

Amigurumi è un termine giapponese che significa "giocattoli lavorati a maglia o all'uncinetto". È un'arte che si è diffusa in tutto il mondo; essa dà la possibilità di realizzare pupazzetti di ogni tipo: morbidi, imbottiti e colorati. I pupazzetti si possono utilizzare per giocare, adornare portachiavi oppure come soprammobili. Esistono moltissimi schemi che permettono di creare animali e personaggi. Leggendo questo tutorial si possono avere delle indicazioni su come realizzare un simpaticissimo topino.

25

All'inizio bisogna fare la testa del topino utilizzando il filo arancio oppure grigio. Bisogna avviare tre catenelle e chiuderle a cerchio; il 1° giro va fatto lavorando 6 maglie basse. Successivamente si continua con il 2° giro lavorando 2 maglie basse nella maglia bassa seguente, poi, si ripete da capo a capo. Per il 3° giro bisogna fare 2 maglie basse nella maglia seguente e si ripete da capo a capo; il 4° giro si fa 1 maglia bassa in ogni maglia bassa sottostante; per il 5° giro 2 maglie basse nella maglia bassa seguente poi si riparte da capo a capo.

35

A questo punto bisogna fare gli occhi e il naso con il filo nero e rosa oppure si utilizzano dei bottoni. Successivamente per il 6° giro si fa 1 maglia bassa in ogni maglia sottostante. Per il 7° giro si lavorano 2 maglie basse nella maglia bassa seguente e si riparte da capo a capo; per 8°giro 2 maglie basse nella maglia bassa seguente e si riparte da capo a capo. Al 9° giro si lavora 1 maglia bassa in ogni maglia bassa sottostante; per il 10° giro si continua con 1 maglia bassa in ogni maglia bassa sottostante e per l'11°giro 1 maglia bassa in ogni maglia bassa sottostante.

Continua la lettura
45

A partire dal 12° giro bisogna rimpicciolire il lavoro; si eseguono 2 maglie basse chiuse e poi si ripete da capo a capo. Per il 13° giro 2 maglie basse chiuse insieme, poi si ripete da capo a capo. Per il 14° giro si fanno 2 maglie basse chiuse insieme e si ripete da capo a capo. Adesso si deve imbottire il topolino con del materiale sintetico; poi, si riprende il lavoro per chiudere. Per il 15° giro si fanno 2 maglie basse chiuse insieme e si riparte da capo a capo; infine, per il 16° giro 2 maglie basse chiuse insieme e si riparte da capo a capo.

55

Adesso bisogna realizzare 12 catenelle per la codina. Si deve lavorare 1 maglia bassa nella seconda catenella dall'uncinetto ed in quelle rimanenti; poi, si lascia il filo lungo per chiudere il buco. Per le orecchie si utilizza il cotone arancio oppure grigio; per il 1° giro si fa un cerchio di catenelle. Bisogna lavorare 6 maglie basse; per il 2° giro 2 maglie basse in ogni maglia bassa sottostante. La parte interna dell'orecchio va fatta con un cerchio e si usa il cotone grigio. Si lavorano 5 maglie basse, si cuciono sul rovescio dell'orecchio e si fissano sulla testa del topino. Lo stesso procedimento va fatto anche l'altro orecchio; poi, si unisce al resto del corpo.

16

Uncinetto: come realizzare una tartaruga amigurumi

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Il termine amigurumi significa letteralmente "peluche lavorato all'uncinetto", quindi si possono realizzare svariati soggetti, che vanno dagli animaletti più comuni alle piante, ai dolci, ecc. Vi starete chiedendo: in che modo si possono realizzare? Queste specifiche creazioni risultano essere particolarmente apprezzate, infatti possono essere utilizzate come speciali regali di natale, compleanno eccetera. È' chiaro che imparando a realizzare questi graziosi lavoretti con le proprie mani, consentirà di apprendere tecniche tradizionali ed interessanti, ma ciò che rende tutto più interessante risulta essere il fatto che in tal modo si avrà la possibilità di risparmiare una notevole somma di denaro. Infatti, non solo non si avrà la necessità di acquistare tale creazione in un apposito negozio, ma dal momento che a breve si festeggerà il Natale non sarà necessario acquistare un ulteriore regalo. Di certo questo non è un particolare trascurabile, specialmente durante questo periodo caratterizzato da una crisi economica sempre più diffusa. Dunque, continuando a leggere i passi di questa guida, sarà possibile apprendere una straordinaria tecnica di uncinetto: come realizzare una tartaruga amigurumi.

26

Occorrente

  • uncinetto
  • cotone cablè
  • ovatta sintetica
  • spilli
36

Creare il guscio della tartaruga

Facciamo il cerchio magico e al suo interno lavoriamo sei punti bassi, tiriamo il filo per chiudere il cerchio e chiudiamo con una maglia bassissima.
2° giro: 2 punti bassi nella stessa maglia di base (totale 12 punti bassi), chiudere questo giro e i seguenti con una maglia bassissima.
3° giro: 1 punto basso, 2 punti bassi nello stesso punto di base, continuare così fino alla fine del giro (totale 18 punti bassi).
4° giro: 2 punti bassi, 2 punti bassi nello stesso punto di base, ripetere per tutto il giro (totale 24 punti bassi).
5° giro: 24 punti bassi.
6° giro: 3 punti bassi, 2 punti bassi nello stesso punto di base ripetere fino alla fine (totale 30 punti bassi).
7° giro: 4 punti bassi, 2 punti bassi nello stesso punto di base ripetere fino alla fine (36 punti bassi).
8° e 9° giro: rimane invariato, 36 punti bassi.
10° giro: 5 punti bassi, 2 punti bassi nello stesso punto di base, lavoriamo fino alla fine del giro (42 punti bassi).
11° giro: 6 punti bassi, 2 punti bassi nello stesso punto di base continuiamo fino alla fine del giro (48 punti bassi).
12° giro: 7 punti bassi, 2 punti bassi nello stesso punto di base (totale 54 punti bassi).
13° giro: 54 punti bassi, tagliamo il filo ed affranchiamolo al lavoro.

46

Realizzare le zampe e la testa

Passiamo ora alle zampine, facciamo sempre il cerchio magico con sei punti bassi all'interno, tiriamo il filo.1° giro: 2 punti bassi in ogni punto sottostante. Dal 2°al 4°giro: 12 punti bassi. Finito il 4° giro tagliamo il filo ed affranchiamolo al lavoro. Mettiamo all'interno del cilindro ottenuto, un po' di ovatta e cuciamo per chiuderlo. Lavoriamo altre tre zampine allo stesso modo. Per la testa: facciamo il cerchio magico con all'interno sei punti bassi. 1° giro: 2 punti bassi in ogni punto sottostante (12 puntibassi). 2° giro:1 punto basso, 2 punti bassi nello stesso punto sottostante, continuare fino alla fine (18 punti bassi). Dal 3° al 5° giro: 18 punti bassi. 6° giro: 1 punto basso, 2 punti bassi chiusi assieme proseguire fino alla fine (12 punti bassi), tagliare il filo ed affrancarlo. Arrivati a questo punto riempiamo la testa con l'ovatta e cucire la parte aperta.

Continua la lettura
56

Imbottire la tartaruga

Allo stesso modo dovremmo riempire la parte superiore o scudo della tartaruga, quindi mettiamo l'ovatta dentro lo scudo, facciamola aderire per bene e cuciamo la parte inferiore realizzata in precedenza, tra l'ultimo e il penultimo giro dello scudo. Successivamente cucite la testa e le zampine, tagliate il filo in eccesso, appuntate due spilli sulla testa, per realizzare gli occhi, ed ecco pronta la nostra tartaruga.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:
17

Come fare un'ape amigurumi all’uncinetto

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

L'amigurumi è l'arte di creare con l'uncinetto simpatica soggetti, per di più animaletti. Si tratta di una tecnica piuttosto semplice: basta partire da un cerchio di catenelle e lavorare a punto basso. Nella seguente guida vedremo in particolare come fare un'ape amigurumi all'uncinetto che potrai utilizzare come portafortuna, come portachiavi o regalare ad una persona speciale.

27

Occorrente

  • Uncinetto numero 3
  • Filato
  • Ago da lana
  • materiale da imbottitura
37

Per fare un'ape amigrumi all'uncinetto devi partire dal cerchio magico che andrà realizzato formando un cappio intorno all'indice e al pollice, senza creare il nodo. Fatto il cerchio, prendi il filato giallo e comincia il primo giro con 6 punti bassi dentro il tondo. Continua con 2 punti bassi in ogni punto sottostante. Al terzo giro, effettua un aumento e prosegui con 1 punto basso nella maglia adiacente. Segui lo schema fino alla fine del giro. Fai il quarto giro con 1 aumento e 1 punto basso nei 2 punti bassi seguenti. Dovresti avere un totale di 24 punti. Il quinto e il sesto giro li farai con 1 punto basso nei due successivi. Ora effettua le diminuzioni progressive, per creare la testa dell'ape amigrumi all'uncinetto. Diminuisci di un punto e fai 1 punto basso nel seguente fino a terminare il settimo giro. Per l'ottavo, esegui 1 punto basso in ogni maglia del giro precedente. Punta l'uncinetto per tenere in sede il filo. Inserisci un po' di ovatta nella tasca all'uncinetto, cercando di sagomarla bene. Con il filato nero, inizia il nono giro aumentando di un punto e facendo 1 punto basso in quello successivo, fino alla fine. I due giro seguenti sono semplici: 1 punto basso in ogni maglia sottostante.

47

Riprendi il giallo e lavora il dodicesimo giro con 1 aumento e 1 punto basso nei 6 seguenti. Fai poi 1 punto basso in ciascuno dei precedenti nel tredicesimo e quattordicesimo giro. Prova a contare le maglie: dovrebbero essere 24. Con il filo nero, esegui 1 punto basso in ciascuna maglia sottostante. Fai la stessa cosa per i due giri seguenti. Prosegui la tua simpatica ape amigrumi all'uncinetto con il giallo. Lavora 1 punto basso fino alla fine dei giri diciotto e diciannove. Riprendi le diminuzioni come per la testa. Nel ventesimo giro, diminuisci di un punto e fai 1 punto basso nelle maglie seguenti. I giri 21 e 22 li farai con il nero, eseguendo 1 punto basso fino alla fine. Imbottisci la metà del corpo con l'ovatta.

Continua la lettura
57

Nel ventitreesimo giro, diminuisci di un punto e vai avanti a maglie basse fino alla fine. Prendi il giallo e fai un punto basso in ogni maglia sottostante. Conta esattamente 12 maglie. Se vedi che il corpo non è ben compatto, aggiungi altra ovatta. Termina l'ape amigurumi all'uncinetto con una diminuzione all'interno di ogni punto basso. Aiutandoti con un ago da lana, stringi i punti appena eseguiti. Tira bene il filo e assicuralo con un nodino. Infila in sede i 4 scovolini, con cui realizzerai le zampe e le antenne dell'ape. Infine, ricama gli occhi con il rosso e crea una boccuccia sorridente. L'ape amigurumi è così ultimata!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per la perfetta realizzazione di un'ape amigurumi si consiglia di essere meticolosamente precisi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.