Come realizzare crespine in paperclay

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il paperclay non è altro che un miscuglio di argilla e polpa di carta, la cui miscela tra questi due componenti è in grado di acquistare una maggiore leggerezza, ma anche durezza e scarsa fessurazione, permettendo in questo modo una facile lavorazione del prodotto stesso che si è ottenuto. Tale materiale, se viene utilizzato con estrema fantasia e voglia di creare, può di certo essere in grado di dare vita a delle bellissime creazioni come le crespine. Nella guida che segue vi sarà spiegato, a tal proposito, come realizzare in maniera corretta le crespine in paperclay.

26

Occorrente

  • Argilla da colaggio in polvere
  • Carta igienica
  • Siringhe per estrusione manuale
  • Trapano con frusta
  • Supporto refrattario
  • Forno per ceramica
36

Versare l'argilla da colaggio

La prima cosa che dovete fare è quella di prendere la carta igienica e cercare di inserirla all'interno di un contenitore di plastica. Versate al suo interno, molto delicatamente, un piccolo quantitativo d'acqua, che dovrà essere calda. Lasciate a questo punto macerare la carta nel contenitore per almeno circa 10 minuti, in maniera tale da ottenere una polpa che dovrà essere ben omogenea. Nel frattempo potete iniziare a versare anche l'argilla da colaggio in polvere all'interno di un altro diverso secchio. Aggiungete successivamente l'acqua, che dovrà essere in questo dose specifiche e cioè per 4 kg di argilla servono circa 1,6 litri di acqua.

46

Miscelate il tutto

Fatto questo, aggiungete pian piano anche la poltiglia di carta all'interno del secchio con l'argilla e l'acqua e miscelate il tutto, con l'ausilio di un trapano, che dovrà essere a sua volta munito di inserto per miscelare. Una volta aver preparato la vostra miscelazione, la stessa sarà ben pronta per dare vita alle vostre crespine, cioè a dei contenitori che sono tipo coppe. È necessario per fare questa operazione avere una forma di materiale refrattario sulla quale forgiare l'oggetto e su cui lascerete essiccare e successivamente cuocere.

Continua la lettura
56

Ultimate la decorazione

Inserite dopodiché alcune porzioni di impasto all'interno di una siringa per estrusione e cercate di dare libero sfogo alla vostra fantasia, con dei motivi decorativi, trame e anche intrecci a vostro piacimento, direttamente sul supporto refrattario. Una volta ultimata la decorazione, lasciate asciugare per bene il tutto, a temperatura ambiente, dopodiché inseriate lo stampo nel forno per ceramica a temperatura dai 980°C ai 1250°C, anche se questo dipende dal tipo di argilla utilizzata. A cottura ultimata, potrete anche staccare le crespine dal supporto refrattario. Ed ecco che le vostre crespine sono pronte per essere impiegate come meglio desiderate. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Basta davvero poco e con un pò di pazienza e tanta buona volontà, sarete in grado di realizzare un lavoro davvero unico e molto originale!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come cuocere l'argilla con la polvere di legno

L'argilla dopo essere stata lavorata, cioè dopo aver creato il pezzo. Deve seguire alcuni passaggi fondamentali per dirsi finita, tali passaggi sono diversi a seconda che si voglia realizzare una terracotta grezza, o un pezzo decorato e smaltato. Il...
Bricolage

Come usare il forno a gas per cuocere l'argilla

Se siete degli artisti appassionati di scultura, certamente saprete che uno degli step fondamentali per ottenere un prodotto di buona qualità, sia essa un semplice vaso o un'opera più complessa, consiste nella cottura accurata dell'argilla. Tuttavia,...
Materiali e Attrezzi

Come impastare il cemento refrattario

Il cemento refrattario è un materiale molto resistente, soprattutto alle alte temperature. Riesce a resistere fino a 500/600° C senza alterarsi né fisicamente né chimicamente. Infatti non si sgretola né gli elementi con cui è a contatto lo contaminano.È...
Bricolage

Come Cercare L' Argilla

Girovagando per i mercatini rionali, capita sempre più spesso di vedere piccole bancarelle di hobbisti, giovani e non, che hanno fatto delle loro passioni, dei veri e propri mestieri. Uno degli hobby più diffusi, è senza dubbio quello della lavorazione...
Bricolage

Come scolpire una testa con l'argilla

L'argilla plastica che indurisce da sola, in vendita nei negozi di belle arti, è un ottimo materiale per imparare a scolpire: è duttile quanto l'argilla per cottura o per calchi, indurisce naturalmente senza l'aggiunta di induritori rapidi, e può essere...
Bricolage

Come riciclare la creta e l'argilla

Quando capita di avere in casa dei materiali che andrebbero gettati via, possiamo prendere in considerazione l'idea di poter dare una nuova vita a quest'ultimi. La tecnica del riciclo infatti ci consente di poter ottenere e realizzare qualcosa di veramente...
Bricolage

Come realizzare un vaso con l'argilla

L'argilla è un sedimento fine costituito da silicati ed alluminio. Ma complessivamente tutti i minerali che la compongono sono definiti minerali argillosi. Grazie a questi, l'argilla ha la capacità di assorbire l'acqua e di fissare cationi. Tutto ciò...
Materiali e Attrezzi

Come fare l'argilla con la carta

L'argilla è un particolare materiale ottenuto mescolando la terra con l'acqua fino ad ottenere un composto inizialmente plastico, in modo che si possa facilmente lavorare e successivamente solido con l'evaporazione dell'acqua. Se al posto del terreno,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.