Come realizzare diversi tipi di potatura

Tramite: O2O 15/06/2016
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La potatura varia a seconda del periodo dell'anno in cui ci si trova e a seconda delle piante. Nella guida che segue, vengono illustrate tre principali tipi di potature da realizzare sulle vostre piante, ovviamente in base all'albero e al periodo nel quale la potatura viene effettuata. Se si desidera che le piante coltivate crescano in modo armonioso, non perdano vigore, non assumano una forma sgradevole e non cadano facilmente in balia di malattie e parassiti, è necessario sottoporle periodicamente ai tagli di potatura. I tre diversi tipi di potature che affronteremo sono quella: preventiva, di formazione e infine quella estetica. Vediamo come procedere.

27

Occorrente

  • Cesoie
  • Guanti
37

La potatura preventiva viene realizzata nel periodo autunnale e serve a ridurre la sofferenza che provocano determinate condizioni climatiche. È il caso delle piante che si potano drasticamente prima delle gelate affinché germoglino di nuovo con vigore in primavera. Nella pratica, si attua eliminando le parti rotte o malate, al fine di una migliore e repentina ripresa delle piante. Si pratica anche agli esemplari piantati di recente con il tempo secco: tagliate le foglie più grandi per evitare l'eccesso di perdita d'acqua a causa della traspirazione.

47

La potatura di "formazione", detta anche allevamento, viene effettuata per garantire che un esemplare si sviluppi e mantenga una forma e una densità di rami adeguata, e per evitare una crescita sgraziata. Realizzate questo tipo di potatura quando l'esemplare è ancora giovane, tagliando le parti laterali appena prima di iniziare il suo periodo di sviluppo in modo da stimolare una crescita frondosa. Attuando una corretta potatura di formazione sarà possibile realizzare in modo più semplice ed efficace i successivi interventi di potatura di produzione e mantenimento delle vostre piante.

Continua la lettura
57

La potatura "estetica" viene effettuata sugli steli allo scopo decorativo, generalmente si realizza in primavera. Essa include la potatura topiaria: per effettuarla, date forma sferica, piramidale, rotonda, o come meglio preferite ad esemplari molto fitti. Un altro esempio è il taglio dei rami con le foglie, a partire dai frutti, affinché emergano. L'idea non è quella di cambiare completamente e drasticamente la struttura della pianta, bensì dovrete cercare di realizzare la potatura da voi gradita, nel rispetto della sua forma e delle sue dimensioni. Un consiglio è quello di alleggerire il superfluo della pianta, rinforzarla in modo tale da permettere alla luce di raggiungerla completamente.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del nespolo

Il nespolo, è un meraviglioso albero da frutta che necessita di determinate cure e di determinati passaggi precisi per crescere bene, sano, robusto e in forma. Per chi non è pratico con il giardinaggio, esistono delle tecniche speciali per la potatura...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'arancio

L'arancio è uno degli alberi più belli da tenere in un terreno o in un grande giardino. La sua potatura è semplice da effettuare, ma per fare in modo che l'arancio sia sempre sano e produca dei frutti succosi e genuini bisogna prestare attenzione ai...
Giardinaggio

Noce da frutto: come avviene la potatura

Tra gli alberi da frutto di maggiore bellezza possiamo sicuramente annoverare il noce. Questa pianta è originaria dell'Asia, ed è arrivata in Europa nei tempi antichi. In Italia la sua coltivazione è particolarmente rilevante in Campania. Il nome botanico...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'albicocco

Le albicocche sono i frutti più buoni dell'estate, morbide e gustose imbastiscono la tavola da maggio a giugno. L'albero che le produce (se collocato su un terreno idoneo e un clima adeguato), non ha bisogno di particolari cure, ma non bisogna mai sottovalutare...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del mandorlo

La Potatura è un operazione che viene fatta agli alberi e alle piante per migliorare le fioriture successive. Per tutto il periodo invernale le piante si trovano in uno stato vegetativo, ma con l'arrivo della primavera inizia la fase del risveglio....
Giardinaggio

Albicocche: come fare la potatura e la raccolta

Gli alberi da frutto, come ben si sa, hanno bisogno di particolari attenzioni. Anche l'albicocco, come gli altri frutti, necessita della potatura se si vuole fare un'ottima raccolta. La potatura di formazione, detta anche di allevamento, è abbastanza...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del susino

Gli alberi di susino, regalano dei meravigliosi frutti davvero dolci e gustosi, ma spesso sono difficili da curare se non si rispettano delle basilari regole di potatura.La potatura migliora la salute dell'albero, ne favorisce lo sviluppo e la crescita...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'ulivo

L’ulivo è un albero dalla forma cespugliosa, con una chioma eccessivamente ampia e cilindrica. La pianta, visto la sua grandezza, è sostenuta sempre da fusti robusti, insediati fortemente nel terreno. Tenendo in considerazione che qualsiasi tipo di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.