Come realizzare guanti medievali in cotta di maglia

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Nel Medioevo insieme alle armature venivano indossati anche degli indumenti realizzati in cotta di maglia, ovvero usa sorta di rete metallica protettiva. In riferimento a ciò, se intendiamo realizzare dei guanti medievali della stessa natura, ecco allora una guida in cui ci sono le istruzioni su come procedere.

25

Occorrente

  • Fil di ferro modellabile
  • Pinza adatta
  • Forbici da lamiera
  • Guanti di cotone
  • Tondino di ferro da 1 cm
  • Ago e filo
35

Prendere una bobina di filo di ferro

La cotta di maglia è costituita da tanti piccoli anelli agganciati l’uno all’altro. Il metodo più comunemente utilizzato per costruire questi anelli è mediante l’utilizzo del fil di ferro. Innanzitutto bisogna prendere una bobina di filo di ferro e, aiutandoci con delle pinze, la attorcigliamo intorno ad un tondino di ferro del diametro di almeno 1 centimetro, costruendo una forma simile ad una molla. Il diametro del fil di ferro dovrebbe aggirarsi attorno ad 1,3 millimetri ed è acquistabile in matasse da 10 metri in ferramenta.

45

Chiudere gli anelli

Ora che ci siamo procurati gli anelli basterà tagliare, con una forbice apposita per la lamiera, la molla in maniera verticale in modo di ottenere tanti anellini aperti. Con una matassa da 10 metri più o meno si otterranno 300 anelli. La cotta sarà costituita da numerosi motivi formati da un anello centrale attorno al quale ne vengono inseriti 4 chiusi. Poi il motivo viene posto con l’anello centrale al centro, ed i quattro tutti intorno simmetricamente, formando una specie di fiore immaginario. La struttura risultante sarà abbastanza resistente e gradevole alla vista. Formato il primo motivo, bisogna chiudere chiudere gli anelli partendo da quello centrale, dopodiché prendiamo un anello aperto: inseriamoci due anelli del nostro primo motivo e due nuovi anelli dall'altro lato.

Continua la lettura
55

Completare il guanto

Continuando in questa maniera andiamo adesso a completare il guanto a cotta di maglia. Importante è prendere dei guanti di cotone del colore che più ci piace, che faranno da base ai nostri guanti in cotta di maglia. Infatti sarebbe impossibile indossare un guanto interamente costruito con la cotta di maglia. Perciò quando abbiamo formato un discreto tessuto, cominciamo ad adagiarlo sui guanti in cotone seguendone la forma. Una volta completamente rivestito il guanto, sulla parte che andrà a rivestire dorsalmente la mano, andremo ad affrancare gli anelli che si trovano sul perimetro del guanto utilizzando ago e filo. Il filo deve essere dello stesso colore dei guanti di cotone. Con molta pazienza avremo realizzato dei guanti in cotta di maglia utilizzabili anche dai bambini, avendo un rivestimento interno di cotone, bisognerà solo variare le misure ogni volta che andremo a confezionare il paio di guanti!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un guanto da bagno per bambini

Se abbiamo dei bambini piccoli e dobbiamo mantenerli nell'acqua per il bagnetto, li facciamo giocare con degli oggetti da noi stessi realizzati. Infatti, con un po' di fantasia e tanta manualità, possiamo realizzare dei giochi per il bagno che ci aiutano...
Casa

Come realizzare un guanto da forno con il patchwork

La realizzazione di un guanto da forno con il patchwork risulta essere un progetto piuttosto semplice veloce, perfetto per fare un regalo diverso ed originale. Proprio perché risulta essere un'operazione alquanto semplice, potrete cimentarvi voi stessi...
Bricolage

Come Creare Una Presina A Forma Di Guanto

Quante volte ci sarà capitato di uscire una teglia dal forno, usando delle sottili presine e di bruciarci. Tuttavia, le presine sono accessori fondamentali in cucina, non se ne può fare a meno. Ne esistono svariati tipi e diverse forme. Aggiungiamo...
Bricolage

Come fare un guanto senza dita

Se sul luogo di lavoro o a casa sentite freddo alle mani, per rendere agevole il lavoro al computer è importante utilizzare dei guanti senza dita, in modo da digitare comodamente le lettere sulla tastiera. Per fare un guanto senza dita potete scegliere...
Cucito

Come realizzare un guanto da forno

I guanti da forno sono indispensabili per poter utilizzare il forno quando è caldo, senza la paura di bruciarci prendendo le teglie roventi solo con uno strofinaccio che, fine e poco adatto all'uso, potrebbe rivelarsi un pericolo per le nostre mani....
Cucito

Come realizzare un guanto con faccine

Impiegare il tempo libero dedicandosi ad attività che permettono di esprimere liberamente le vostre doti creative è molto importante e consente di ottenere molteplici benefici. Ad esempio, coinvolgere i vostri bambini negli hobby creativi, li aiuta...
Cucito

Come realizzare un guanto da forno all'uncinetto

Quando si è in cucina e si ha a che fare con oggetti che emanano calore, come ad esempio i forni e le pentole, è buona cosa usare i guanti, essi hanno un isolamento termico dovuto al cotone, ma ce ne sono altri invece che sono dotati di silicone, rendendoli...
Altri Hobby

Come fare una mano portagioie

Se siete amanti dei gioielli, in casa vostra non mancheranno i classici portagioie. Se la vostra passione riguarda principalmente bracciali ed anelli, ciò che fa al vostro caso è un espositore a forma di mano. In questo modo risulta più semplice riporre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.