Come realizzare il cracklè

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Fra le numerose tecniche che vengono impiegate spesso per decorare gli oggetti è possibile trovare anche il cracklè. Si tratta di un'arte piuttosto antica che affonda le proprie origini in tempi lontani. Gli esperimenti iniziali vennero effettuati intorno al Settecento, da pittori francesi che sfruttavano questa tecnica per conferire un'aria antiquata ai loro dipinti. Il cracklè prendeva il nome di "craquelure", che in italiano significa crepa. Nel seguente tutorial particolare vediamo qualche consiglio funzionale su come realizzare il cracklè.

27

Occorrente

  • Prodotti specifici per cracklè
  • Colori acrilici
  • Pennello piatto
  • Vernice trasparente spray
  • Porporina dorata
37

Il cracklè sottile e il cracklè medio

Innanzitutto è necessario distinguere le varie tipologie di cracklè che si possono eseguire. Mediante il cracklè sottile o quello medio, abbiamo l'opportunità di impiegare due generi di prodotto e realizzare lunghe crepe affusolate. Selezionata la zona da lavorare, applichiamo una mano del primo prodotto ed aspettiamo che si asciughi. Leggermente prima della completa asciugatura, dobbiamo spalmare il secondo prodotto ed attendere la formazione delle crepe. Per evidenziare al meglio quest'ultime, potremmo sfruttare la porporina dorata nel momento in cui la superficie si asciuga del tutto.

47

Il cracklè stile country

Per ottenere come effetto lo stile country, la tecnica cracklè richiede l'esclusivo impiego di un articolo specifico e due colorazioni acriliche dalle tonalità a nostro piacimento. In questo caso dobbiamo iniziare il lavoro stendendo una mano di colore acrilico sulla zona da lavorare. Per avere la decorazioni desiderata, applichiamo il prodotto specifico tramite l'ausilio di un pennello piatto. Adesso possiamo passare una mano della seconda colorazione acrilica. Non trascorrerà molto tempo e potremmo vedere le crepe che si formano sotto i nostri occhi.

Continua la lettura
57

Il cracklè classico

Nel cracklè classico, le crepe sono molto più grandi e profonde. Per ottenere questo effetto, avremmo bisogno di applicare due coloranti acrilici ben distinti e due mani di prodotto specifico. Cominciamo il lavoro stendendo l'iniziale colore nella superficie e lasciandolo asciugare. Adesso stendiamo la mano iniziale con un pennello piatto, tentando di abbondare con la quantità. Dopo circa 30 minuti, passiamo una mano dell'altro colorante acrilico da noi scelto. Per avere il cracklè classico, possiamo dunque applicare l'ultima mano. Progressivamente vedremo la formazione delle crepe sotto i nostri occhi. Ci conviene infine applicare una spruzzata di vernice trasparente, in modo da proteggere il nostro lavoro eseguito.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il cracklè risulta adeguato per conferire un tono di antichità ai nostri oggetti.
  • Il cracklè è una tecnica davvero molto spettacolare adatta per venir effettuata su numerose superfici.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come creare l'effetto cracklé

Il cracklé è un tecnica di pittura usata per anticare oggetti: mobili, cornici, vasi, piastrelle, pareti ed un sacco di altre cose. Si utilizza, inoltre, come base per il decoupage. Ciò nonostante anche il solo effetto antico, di per se, è alquanto...
Bricolage

Come Eseguire Il Cracklé Su Cera, Metallo, Ceramica, Porcellana, Vetro E Plexiglass

Le tecniche di decorazione che si possono adottare per abbellire e personalizzare un'oggetto comune sono davvero tante. Alcune di esse risultano essere piuttosto versatili e si prestano ad essere eseguite su oggetti di materiale diverso. Ad esempio candele...
Bricolage

Come Eseguire Il Cracklé Su Un Oggetto Decorato Con Lavorazione Decoupage

Sapete che cos'è il cracklé? È una tecnica che risale al '700. Veniva usata dai pittori francesi per dare alle loro opere un effetto di screpolature e crepe. Oggi viene utilizzata per la stessa identica ragione ed è un effetto bellissimo, ovunque...
Bricolage

Come Utilizzare La Tecnica Del Cracklè Medium

'Cracklè' è quella tecnica con la quale è possibile produrre crepe e screpolature sulla superficie di un oggetto, con lo scopo di farlo apparire anticato, come se fosse stato logorato dal tempo. Veniva spesso usato dai falsari per ottenere credibili...
Bricolage

Come Eseguire Un Cracklè Classic

Le origini del cracklé risalgono al ‘700, quando i pittori francesi, seguendo il gusto del tempo che richiedeva oggetti, mobili ed opere d’arte lavorate, cominciarono ad utilizzare una tecnica denominata craquelure (termine che deriva dal francese...
Bricolage

Come Eseguire Il Cracklé Su Legno, Cartoncino, Terracotta E Gesso

La finitura cracklé, è una tecnica che si può eseguire su svariati tipi di superfici e materiali diversi, e che è in grado di creare degli effetti decorativi davvero unici e particolari. Il lavoro richiede soltanto un pizzico di abilità e la conoscenza...
Bricolage

Come realizzare un tavolo in bambù

Il bambù è un materiale che viene utilizzato per costruire complementi utili per la casa. Ma, spesso viene impiegato come prodotto di costruzione ecosostenibile. Tanto che, gli amanti del fai da te ne fanno uso per realizzare mobili e accessori. In...
Bricolage

Come Realizzare Un Quaderno Con Foto Personale

In questo articolo vogliamo dare ai nostri lettori, che sono dei veri e propri appassionati del fai da te, una mano a capire come poter realizzare un quaderno con delle foto personale. Grazie infatti al metodo del fai da te, saremo in grado di realizzare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.