Come realizzare il nodo savoia

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Saper realizzare alcuni nodi fondamentali può essere utile in molte occasioni. Uno dei conosciuti è il nodo savoia, che fa parte dei cosiddetti "nodi di arresto". È piuttosto veloce da eseguire e si scioglie abbastanza agevolmente. Esso ha la forma di un "otto" e risulta essere comodo perché non stringe eccessivamente e non logora il cavo. Il nodo savoia può essere realizzato con qualsiasi tipo di materiale, anche se può presentare alcuni problemi se realizzato con corde elastiche. È un nodo che ha una buona tenuta sotto carico, ma presenta problemi su sollecitazioni cicliche. È particolarmente indicato come modo d'arresto su cime di grosso diametro. Vediamo quindi, nella guida che segue, come realizzare questa tipologia di nodo.

26

Occorrente

  • Corda
36

Formate un occhiello

Solitamente si utilizza il nodo savoia per evitare che le cime si sfilino dai bozzelli, come appesantimento per le cime da lancio, nella nautica, oppure per collegare la corda all'imbragatura o per manovre di assicurazione, in alpinismo. Può anche essere utilizzato per unire due corde o addirittura due capi della stessa cima. Per realizzare, al meglio, questo nodo, è bene prima calcolare la corretta lunghezza della cima da lasciare libera. Come prima cosa prendete la corda e formate un occhiello con il corrente (il filo che si muove) che passa dietro al dormiente (ovvero il filo fermo). Portate adesso il corrente in avanti ed incrociatelo all'indietro sopra il dormiente.

46

Tirate in sù il corrente

Se le procedure sono state realizzate in modo corretto, potrete intravedere la forma di un otto già nell'esecuzione. Procedendo in questo modo portate il corrente al centro dell'occhiello. Tirando in sù il corrente si potrà vedere che si formerà una vera e propria figura di "otto". A questo punto, dopo avere controllato bene i passaggi, dovrete stringere il nodo in questa maniera: tirando per bene l'estremità del corrente.

Continua la lettura
56

Mantenete il dormiente fermo

Il corrente dovrà essere abbondante per evitare che il nodo si possa sciogliere, altrimenti si rischierà che si snodi facilmente, perdendo la sua utilità. Quando viene tirato il nodo, si dovrà tirare il corrente e nello stesso tempo si dovrà mantenere il dormiente fermo con l'altra mano. Dovrà necessariamente essere attaccato da qualche parte per poterlo tenere fermo. La maggior parte delle scotte, delle dritte e dei ricci che si trovano in una vela sono fermati da un nodo da bloccaggio come appunto il nodo ad otto, resistente ma facile da sciogliere per ogni emergenza o manovra rapida. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La maggior parte delle scotte, delle dritte e dei ricci che si trovano in una vela sono fermati da un nodo da bloccaggio come appunto il nodo ad otto, resistente ma facile da sciogliere per ogni emergenza o manovra rapida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come fare un nodo quadro

I nodi sono presenti in numerose culture, nell'arte, nell'architettura, in pittura e persino in antiche incisioni. Anticamente si considerava il nodo un simbolo con magici poteri, capace di proteggere dal male o addirittura di legare indissolubilmente...
Bricolage

Come chiudere i palloncini senza fare il nodo

Oggigiorno la creatività e i tempi di svago richiedono modi sempre nuovi di intrattenere per evitare di terminare sul nascere. Non importa che età si ha, che sia un viaggio o una festa per bambini la creatività e alcune idee originali e ricercate possono...
Bricolage

Come realizzare i principali nodi del macramè

Il macramè è una tecnica di origine araba che consiste nell'intrecciare i nodi con finalità decorative. Attraverso questo tipo di lavoro si possono realizzare dei merletti intrecciati, delle orlature preziose per asciugamani, degli abbassamenti di...
Bricolage

Come realizzare il paglietto lungo

Il paglietto lungo è un particolare nodo, detto in origine anche paglietto allungabile, per via della sua lunghezza variabile. In linea teorica, si potrebbe, con pazienza e materiali infiniti, annodare all'infinito. In questa guida daremo dei consigli...
Bricolage

Come realizzare varie forme con i palloncini

I palloncini con i loro mille colori sono la vera anima di una festa. Se compriamo poi gli slim ball (cioè quei palloncini lunghi e stretti) possiamo creare davvero varie forme, divertenti e particolari. In ogni festa che si rispetti, come anche nel...
Bricolage

Come Fare I Sette Nodi Fondamentali

I nodi sono degli avvolgimenti molto particolari con la corda, che andrà collegata a vari oggetti oppure ad un'altra corda. Si potrà ottenere il nodo ripiegandolo, ed anche avvolgendolo usando tecniche particolari, in base al nodo che deciderete di...
Bricolage

Come realizzare numeri e lettere dell'alfabeto scubidù

Chi di noi non aveva applicato sul proprio zainetto della scuola o su un telefonino uno scubidù? Per chi magari non sa di cosa parlo (e di certo non intendo il famoso cane dei cartoni animati), c'è poco da sapere: si tratta di semplici fili colorati...
Bricolage

Come realizzare delle figure umane con i vasi di cotto

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter realizzare delle figure umane con i vasi di cotto. Dobbiamo ricordare che grazie al metodo del fai da te, potremo essere in grado di creare qualcosa di unico e speciale anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.