Come realizzare il pizzo Cantù

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Il Pizzo di Cantù nasce verso la fine del 1400 per opera di alcune religiose, le suore dell’Ordine delle Umiliate aventi un loro convento a Cantù nel chiostro di Santa Maria. Queste suore erano affiliate alle Benedettine di Cluny, in Francia e ancora oggi c’è incertezza su quale dei due conventi abbia la maternità del “pizzo al tombolo”. I primi intrecci avevano lo scopo di creare degli addobbi per gli altari e per le vesti sacre dei sacerdoti. Poi, visto il bel risultato, si cominciò a realizzare capi di corredo e di abbigliamento per le nobildonne. Con il passare del tempo venne insegnato alle donne canturine che a loro volta tramandarono a figlie e nipoti. Così si diffuse e fece conoscere sino a diventare famoso e apprezzato come lo è ora. Purtroppo la sua diffusione e fortuna hanno fatto si che al “pizzo di Cantù” si interessassero anche mistificatori che lo hanno copiato e riprodotto ma, nonostante questo, il pizzo di Cantù autentico continua ad esistere. In questa guida sarà illustrato come realizzare un disegno floreale con i principali punti.

26

Occorrente

  • fuselli
  • filo
  • forbicina
  • tombolo
  • cartina
  • spilli
  • uncinetto
36

Il pizzo di Cantù è un merletto prodotto intrecciando fili, solitamente cotone, lino o seta, che vengono avvolti su fuselli. L’intreccio viene lavorato su una base di appoggio, il tombolo, costituita da un cuscino di forma cilindrica imbottito di crine, che viene appoggiato su un cavalletto e mantenuto inclinato tramite un’assicella di legno. Per realizzare il lavoro occorre inoltre un cartoncino, la cartina, su cui viene disegnata la traccia, che viene forato o spuntato lungo le linee del tracciato e fissato al tombolo. Occorrono inoltre numerosi spilli per fissare il lavoro sulla cartina, un uncinetto di misura piccola (0,40 – 0,60 mm) utile in alcuni punti ed una forbicetta. Per iniziare procurati sei coppie di fuselli ed il filo adatto che trovi con facilità in merceria. Esegui il seme lavorando una cordicella da modellare attorno all'anello centrale del disegno e i petali montando sei coppie di fuselli, girando due volte la coppia portante tra una coppia e l'altra. Lavora adesso a punto tela con finitura a piede in questo modo: gira su se stessa per due volte l'ultima coppia e quella in lavorazione fermandole, con uno spillo all'interno dell'intreccio; mentre dall'altra parte completa con un mezzo punto.

46

Lavora adesso a punto tela con finitura a piede in questo modo: gira su se stessa per due volte l'ultima coppia e quella in lavorazione fermandole, con uno spillo all'interno dell'intreccio, mentre dall'altra parte completa con un mezzo punto. In prossimità del tratteggio che segnala metà petalo gira due volte tutte le coppie, tranne la portante e procedi a punto tela. Lo stacco tra un petalo e l'altro è evidenziato da due giri di buchini ottenuti girando due volte le coppie prima di eseguire il punto tela. Questo lavoro così come lo avrai creato potrai usarlo per applicarlo sul lino o sul cotone magari per realizzare delle lenzuola o coperte primaverili.

Continua la lettura
56

Il disegno dovrai completarlo per tutto il suo perimetro esterno a mezzo punto che eseguirai in questo modo: tieni una coppia di fuselli nella mano destra e uno nella mano sinistra, numera i fuselli partendo da destra e procedi incrociando il n.2 sopra il n.1, il n.4 sul n.3 e quindi incrocia il n.2 sul n.3, poi il n.3 sul n.4. Punta uno spillo che tiene la finitura a piede e abbandona una coppia di fuselli. Ripeti il movimento tra la coppia rimasta e una nuova coppia non ancora lavorata.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come acquistare un tessuto ricamato di qualità

L'attività artigianale mediante la quale, tramite l'utilizzo di tessuti disegnati secondo svariate fantasie, sui quali vengono operati degli appositi punti con ago e filo bianco o colorato, viene denominata "ricamo". Si tratta di un'arte antichissima,...
Cucito

Come impreziosire una vecchia gonna

Spesso, magari durante il cambio di stagione degli armadi, si tentenna nella decisione di dare via alcuni capi. Pur se ormai fuori moda, ci si sente legati ad essi da un ricordo. Oppure la qualità del tessuto e le condizioni sono talmente buone da escluderne...
Cucito

Come realizzare una sottoveste con pizzo

All'interno di questa guida, andiamo a parlare di cucito e moda. Nello specifico, ci dedicheremo alle sottovesti con il pizzo. Andremo a rispondere a questo specifico interrogativo: come si fa a realizzare un sottoveste con pizzo?Vi auguro una buona lettura.Ogni...
Cucito

Come realizzare una sottogonna in pizzo

La sottogonna in pizzo è sicuramente un capo che è intramontabile. Il suo uso risale a decenni indietro e non è mai andato fuori moda. Di conseguenza avere questo capo di biancheria nell'armadio non è sicuramente un qualcosa che segue le tendenze...
Cucito

Come realizzare dei lumi in merletto

ll merletto che passione! Si tratta di una pregiata ed antichissima lavorazione di filati, detta anche trina o pizzo, volta alla realizzazione di tessuti ornati, leggeri e preziosi. I metodi e gli utensili usati per ottenere questo particolare procedimento...
Cucito

Come fare un ombrello di pizzo per la sposa

Un vecchio e noto proverbio dice che una giornata di pioggia è per ogni sposa sinonimo di fortuna, ma nonostante ciò, nella giornata di questo indimenticabile evento, è probabile che tutte le coppie preferiscano svegliarsi con un bel cielo azzurro...
Cucito

Come realizzare un trifoglio a pizzo Irlanda

Realizzare un trifoglio a pizzo irlanda è molto facile, pratico e divertente. Potete realizzarne uno anche con l'aiuto dei vostri figli. Sono tanti i possibili motivi per realizzarne uno. Ad esempio, decocare una felpa, un abito o semplicemente una maglietta...
Bricolage

Come un bracciale in pizzo macramè

Realizzare qualcosa con le proprie mani è senza ombra di dubbio qualcosa che ci regala un senso di appagamento e soddisfazione veramente impareggiabile. Esistono tantissime tecniche che ci consentono di produrre i più disparati oggetti, più o meno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.