Come realizzare il punto coste inglese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Uno dei molteplici punti della maglia è la sicuramente molto conosciuta "costa". Queste ultime sono molto elastiche e sono inoltre caratterizzate da rilievi verticali, le coste classiche sono in rapporto di 1/1 o 2/2 e sono ricche di varianti. La costa tipica è formata dall'alternarsi di maglie diritte e rovesce nello stesso ferro. Se siete interessati a questo argomento, allora questo articolo è perfetto per voi, non smettete quindi di leggerlo. In seguito, vi verrà spiegato nel modo più chiaro e semplice possibile come realizzare il punto coste inglese.

26

Occorrente

  • filato di cotone o lana, ferri per il lavoro a maglia
36

Primi passi

Il punto costa inglese è un punto che risulta davvero molto resistente e allo stesso tempo elastico, a lavoro una volta terminato questo punto andrà a presentarsi doppio. Quest'ultimo punto appena citato essendo dunque più doppio delle coste semplici, i capi realizzati con questo punto, hanno una forma molto più resistente e spessa, motivo per cui si possono benissimo usare per la creazione di gilet, golfini, cardigan, giacche in lana, oppure, in alternativa anche una mantellina per le prime serate fredde. L'esecuzione all'apparenza potrebbe magari risultare difficile, in realtà è molto semplice, una volta capito il meccanismo infatti, il lavoro diventa veloce e sicuramente molto fluido.

46

Fase intermedia del lavoro

Nelle edicole potremo trovare per esempio moltissime riviste di lavori a maglia, dovremo quindi scegliere il modello che più ci piace, all'interno troveremo gli inserti con le spiegazioni e lo schema per realizzare il modello da noi desiderato. Procuriamoci la quantità di lana necessaria ed i ferri del numero adatto. Per realizzare il punto coste inglese dovremo semplicemente alternare le maglie diritte e la maglia diritta doppia; il numero delle maglie, facciamo attenzione, in quanto il tutto deve essere sempre pari. Non dimentichiamoci, inoltre, di lavorare le ultime due maglie sempre al diritto anche quando giriamo i ferri, questo gesto risulta molto importante per l'esecuzione di un buon lavoro.

Continua la lettura
56

Fase finale

Il primo ferro dunque andrà a lavorare tutte le maglie al diritto, il secondo ferro invece lavorerà una maglia al diritto, una maglia doppia e le ultime due maglie al diritto, il terzo ferro uguale al secondo, fino alla fine del lavoro. La maglia doppia, per chi ancora non la conoscesse bene o comunque la conoscesse poco, si lavora al diritto, il ferro va inserito sotto la maglia, cioè nel punto corrispondente al lavorato del ferro precedente. A questo punto la guida risulta quindi terminata, non vi resterà altro che seguire passo per passo le informazioni citate in questo semplice articolo. Naturalmente se non siete molto esperti in questo lavoro, potrete benissimo farvi aiutare cercando altre fonti di informazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come eseguire il punto inglese

L'arte del cucito, abbandonata nei decenni trascorsi, sta rivivendo una notevole attuazione. Anche da parte della gioventù moderna. Il cucito è un metodo che si usa per unire dei pezzi di tessuto. Con il fine del confezionamento di abiti, indumenti...
Cucito

Come eseguire una cucitura inglese

In questo articolo, vogliamo dare una mano concreta ed anche molto utile, a tutti coloro i quali amano il cucito e vogliamo utilizzarlo, per creare dei lavoretti fai da te, veramente belli ed anche del tutto originali. Nello specifico, vogliamo aiutare...
Cucito

Come fare un completino bianco da bimbo

Nel guardaroba del bimbo, non può mancare l'indispensabile completino bianco di lana. Il particolare del collettino rosso lo rende adatto per le occasioni di Natale. Le misure indicate in questa guida sono da 2 a 3 mesi. Il golfino è chiuso con tre...
Cucito

Come realizzare delle pantofole in lana

Stare comodi, soprattutto quando siamo in casa è una cosa che vorremmo tutti. Indossare abiti comodi ed avere la possibilita' di toglierci le scarpe che portiamo abitualmente. Soprattutto indossare scarpe comode che possano farci rilassare i piedi, come...
Cucito

Come Realizzare Un Maglione Da Uomo A Punto Cacciatore

Il maglione a punto cacciatore era molto diffuso negli anni '60 ed ha visto un suo ritorno negli '80. In questo ultimo periodo è tornato ad essere un vestito stile vintage, ed in seguito è stato rinnovato. Non a caso, possiamo affermare che al giorno...
Cucito

Come realizzare un dolcevita

Con il termine "dolcevita" si intende una maglia che presenta un collo alto, il quale aderisce appunto alla zona del collo di chi lo indossa e che può essere risvoltato. È uno dei capi più ricercati ed amati (specialmente nelle fredde giornate invernali)...
Cucito

Come realizzare scarpine per neonato

L'uncinetto ormai, è un hobby davvero molto diffuso. Grazie a questo, possiamo realizzare: abiti, top, borse, bikini, gioielli, cappellini, oggetti per la casa, centrotavola, copriletto e, addirittura, scarpine da neonato. Le scarpine da neonato all'uncinetto...
Cucito

Come realizzare delle calze a maglia

Le calze a maglia sono alleate affidabili nelle fredde notti invernali. Essenziali e fondamentali per i piedi freddolosi, non c'è sempre bisogno di acquistarle in negozio. Questo tipo di articolo può essere realizzato anche tra le mura domestiche, dove...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.