Come Realizzare La Barbottina

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La barbottina generalmente è uno speciale collante liquido, dalla consistenza cremosa che viene impiegato per legare i cocci di creta lavorati separatamente, è per il "colaggio", una particolare tecnica che consiste nel colare l'argilla all'interno di uno stampo in gesso. Molti ceramisti la usano dopo lo svuotamento di oggetti, per incollare manici ancora malleabili e non secchi, per riparare piccole o grandi fratture. Si può facilmente trovare in qualsiasi negozio di bricolage, oppure può essere facilmente preparata in casa propria. L'impasto prevede acqua ed argilla in quantità proporzionali e, a volte si aggiunge anche qualche goccia d'aceto. Se viene usata spesso e, per evitare di preparala ogni qualvolta ci necessita, possiamo anche riciclarla, avvolgendola in un foglio di pellicola da cucina e poi ravvivarla aggiungendo solo un po' d'acqua e, mescolando bene. La guida che segue ci spiegherà come realizzare la barbottina.

26

Occorrente

  • acqua
  • argilla
  • recipiente
36

Come già accennato, la barbottina è una miscela d'acqua ed argilla. Le proporzioni dei due ingredienti principali variano molto a seconda dell'impiego del collante. Per cominciare, procuriamoci un recipiente di media grandezza e facciamo sciogliere alcuni pezzi di creta secca. Vanno bene anche gli scarti, purché siano ben asciutti poi, ricopriamo con acqua ed attendiamo. Il composto deve raggiungere una consistenza cremosa e senza grumi.

46

Tuttavia non esiste una ricetta ben definita. Molto dipende dall'uso della barbottina. Nel caso serva da collante, la percentuale d'acqua è solitamente maggiore rispetto a quella dell'argilla. Bisogna dire che inizialmente possiamo utilizzare la stessa quantità, successivamente in base al risultato che desideriamo raggiungere, abbiamo la facoltà di aggiungere o ridurre. Ricordiamoci che detto collante affinché risulti efficace deve risultare viscoso e denso.

Continua la lettura
56

Trascorso il tempo necessario, capovolgiamo il contenitore, eliminando così l'acqua in eccesso. Qualora dovesse cadere anche un po' di creta non succede nulla, il composto utile rimane ben ancorato al fondo del recipiente. Prima dell'utilizzo, è opportuno mescolare la miscela. Un ultimo consiglio per aumentarne l'aderenza ed evitare screpolature durante l'essiccazione e la cottura, è di aggiungere un solo cucchiaino di aceto di vino bianco. Questa piccola peculiarità può tornare utile soprattutto se bisogna attaccare cocci o manici di grandi dimensioni. Applichiamone una generosa quantità aiutandoci con un vecchio pennello o un modellatore.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il composto deve essere denso, cremoso e viscoso
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come lavorare la ceramica

La ceramica è un materiale inorganico utilizzato per la realizzazione di diversi oggetti e viene creata con l'esposizione dell'argilla, a sua volta costituita da una variabile di composizioni minerali, a temperature altissime. È importante comprendere...
Bricolage

Come realizzare una lastra di argilla

Le lastre di argilla sono costituite da piastrine sottili che scorrono all'interno di un sottile cuscino d'acqua. La realizzazione di una lastra simile può essere frustrante se non si ha la manualità giusta e se non si seguono attentamente i vari passaggi....
Bricolage

Come Rimediare Alle Crepe Sugli Oggetti Di Argilla Crudi

Durante le prime esperienze con la scultura e la modellazione, uno studente d'arte adotta soprattutto l'argilla. Questo materiale permette di comporre opere raffinate e di gran fascino. I migliori lavori artigianali con l'argilla richiedono molto studio...
Bricolage

Come decorare l'argilla

L'argilla è uno dei tanti minerali della terra e, più precisamente, rappresenta un insieme di vari tipi di minerali tra cui l'oro e il ferro, solo per citarne alcuni. Questa varietà di minerali, mescolati tra loro, fanno sì che l'argilla assuma diverse...
Bricolage

Come realizzare un tavolo in bambù

Il bambù è un materiale che viene utilizzato per costruire complementi utili per la casa. Ma, spesso viene impiegato come prodotto di costruzione ecosostenibile. Tanto che, gli amanti del fai da te ne fanno uso per realizzare mobili e accessori. In...
Bricolage

Come Realizzare Un Quaderno Con Foto Personale

In questo articolo vogliamo dare ai nostri lettori, che sono dei veri e propri appassionati del fai da te, una mano a capire come poter realizzare un quaderno con delle foto personale. Grazie infatti al metodo del fai da te, saremo in grado di realizzare...
Bricolage

Come realizzare una casa per le bambole con il cartone

Per la felicità delle nostre figlie o nipotine si possono creare dei giocattoli con il fai date. Le bimbe solitamente amano giocare con le bambole. Le svestono e le rivestono. Inventano storie e situazioni. Cosa c'è di meglio quindi che realizzare una...
Bricolage

Realizzare murrine con il kit per vetrofusione

Oggi per fondere il vetro basta un forno a microonde e un kit per vetrofusione e potrai realizzare da solo delle splendide murrine del tutto simili a quelle autentiche create nelle officine di Murano. In questa guida ti spiego come utilizzare il kit di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.