Come realizzare l'abaco di un capitello antico

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il capitello è la parte superiore di una colonna, composto dall'abaco, di forma triangolare. Se avete iniziato a darvi da fare per riuscire a costruire un capitello antico nella maniera migliore possibile, per potervi così ispirare ai modelli classici e antichi, sarà necessario creare anche un abaco adeguato. Se proprio non sapete da dove cominciare per riuscire a completare la vostra opera d'arte tanto desiderata, allora il manuale che leggerete qui sotto potrà darvi una grossa mano: se seguirete passo dopo passo tutte le istruzioni con calma, tutto diventerà molto più semplice. Ma adesso vi spiego come dovete fare per realizzare l'abaco di un capitello antico senza essere artisti di prima categoria ma solamente semplici appassionati del settore.

26

Occorrente

  • Quadrato di cemento armato
  • cutter
  • carta vetrata a grana grossa e medio-fine
36

Se siete sul punto di costituire una qualsiasi tipologia di capitello, la prima operazione da compiere dovrebbe essere proprio quella riguardante la realizzazione dell'abaco, anche perché costituisce il passaggio meno complicato dell'intera costruzione. Inoltre, attraverso un sistema di questo tipo, comincerete a prendere una maggiore confidenza con tutto il materiale che dovrete utilizzare nel corso della costruzione della vostra opera d'arte. Quindi, se non vi sentite in grado di realizzare un abaco, iniziate a muovervi perché quest'ultimo rappresenta la parte iniziale dell'opera, dalla quale deriverà l'opera stessa.

46

Iniziate a creare il vostro abaco tagliando un bel quadrato di cemento armato, che dovrà essere della misura di 360 x 360 millimetri; dopo aver completato la realizzazione di questo quadrato dalle dimensioni piuttosto grandi, bisogna marcare tutte le parti da eliminare, per fare in modo che possiate realizzare la sagoma del bordo. In questa maniera, il bordo sarà di forma curvilinea, che permette un passaggio dal grande quadrato iniziale ad uno più piccolo di 300 x 300 millimetri.

Continua la lettura
56

Adesso bisogna andare avanti e intraprendere il passaggio della sgrossatura della sagoma: per effettuare questa operazione molto importante, dovrete servirvi del cutter, attraverso il quale vi accingerete alla creazione effettiva del profilo desiderato, mediante anche la realizzazione di carteggiature ripetute in maniera ciclica. Queste dovranno essere create dapprima con l'ausilio di fogli di carta vetrata caratterizzati dalla grana grossa, e successivamente con della carta abrasiva dalla grana medio-fine, e quindi dalle dimensioni un po' più contenute.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare un comignolo antico

Tra i vari lavori che un esperto in fai da te può realizzare, uno dei più difficili da portare a termine è indubbiamente quello della costruzione di un comignolo; non tanto per la difficoltà insita nel lavoro, quanto per la posizione in cui si è...
Bricolage

Come recuperare un lume antico a petrolio

Se in cantina troviamo un antico lume a petrolio oppure ne acquistiamo uno in un mercatino dell'antiquariato, possiamo intervenire con alcuni semplici restauri e renderlo di nuovo funzionale. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su...
Bricolage

Come capire se un dipinto antico ha subito restauri

Le modifiche significative, nell'arte, possono compromettere il valore di un'opera e, proprio per questo, quando si ha intenzione di maneggiare un manufatto antico e di valore, bisogna prestare particolare attenzione e capire se ha subito restauri. Per...
Bricolage

Come recuperare lo smalto sbeccato di un oggetto antico

C'è chi lo ricorda per averlo notato in vecchi film, chi lo ha trovato nella credenza dei nonni, e chi ne va a caccia per i mercatini dell'antiquariato: è il bellissimo oggetto in latta smaltata che una volta era diffusissimo. Brocche, barattoli, bacinelle,...
Bricolage

Come restaurare un pianoforte antico

Il pianoforte, è uno strumento musicale davvero importante per i grandi musicisti. Avere un bel pianoforte in casa sia per chi è capace di suonarlo sia per chi ne apprezza e ne ascolta la musica è da sempre piaciuto a tutti. Se avete ereditato o acquistato...
Bricolage

Come conferire un effetto antico alle stampe

Molti professionisti amano appendere alle pareti molte vecchie stampe; capita spesso, infatti, di vederle abbellire gli studi professionali e, grazie al loro effetto, di creare un ambiente d'altri tempi. Particolarmente adatte ad essere rappresentate...
Bricolage

Come restaurare uno specchio antico

Malgrado i bravi artisti operanti nel campo e l'applicazione dei moderni maestri di design, gli antichi specchi conservano comunque un fascino insuperabile. Se poi aggiungete loro il valore affettivo che nutrite e l'eleganza e la raffinatezza che riescono...
Bricolage

Come Rendere Una Vecchia Agenda Un Libro Antico

Quanti ricordi ci sono in una vecchia agenda! E quanti di noi l'avranno usata per scrivere numeri telefonici o addirittura come un vero e proprio diario. Buttarla via, proprio non se ne parla, specie se è un'agenda ben curata e con la copertina in pelle....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.