Come realizzare l'innesto di rose

Tramite: O2O 30/07/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida vedremo come realizzare l'innesto di rose. L'innesto consiste nel saldare ad una pianta, detta portainnesto, una parte di un altro vegetale in modo da formare una sola entità. Innestare una rosa non è poi così difficile, è necessario però seguire alcune operazioni fondamentali. Scegliendo il portainnesto giusto otterremo piante che si adatteranno facilmente anche in ambienti con terreni e climi differenti. La specie più usata come portainnesto è la Rosa Canina, adatta per le rose da giardino in quanto resistente al freddo e all'alcalinità presente nel terreno. Un'altra specie utilizzabile come portainnesto è la Rosa Multiflora, che ha radici superficiali ed è adatta come portainnesto per rose nane o in vaso. Il periodo più indicato per questa operazione è quello tra agosto e settembre, in quanto la corteccia tende a scollarsi dal legno sottostante. Il portainnesto si può ottenere da semina o da talea.

27

Occorrente

  • Talea di rosa
  • Coltello affilato
  • Cesoie
  • Vaso
  • Terriccio
  • Rafia o nastro gommato
37

I semi

Per ottenere un portainnesto da semina occorre interrare i semi di entrambe le varietà in vaso o in un campo; dovranno passare circa due anni prima che le piantine siano abbastanza robuste per procedere all'innesto, che avverrà durante il periodo invernale successivo. Per un portainnesto da talea, invece, è necessario prelevare dei rami di una lunghezza di circa venti centimetri durante il periodo invernale che andranno piantati nel periodo estivo successivo, durante il quale potremo procedere con l?innesto. Prima dell?effettivo innesto dovremo scegliere come gemma un ramo sano e assicurarci che la corteccia si stacchi facilmente dal legno. Dovremo poi procurarci gli strumenti necessari e cercare di avere una temperatura di almeno 25 gradi, nel luogo dove avverrà l?operazione.

47

La scelta della marza

Scegliamo la marza, ovvero il germoglio maturo della varietà da cui preleveremo le gemme (o scudetti) preferibilmente della parte mediana più lignificata. Eliminiamo le foglie al picciolo e le spine, preleviamo la gemma facendo un taglio partendo da 1 cm sopra ad essa, fino a 1,5 cm sotto. Il coltello deve essere ben affilato e il taglio poco profondo in modo da asportare, insieme alla corteccia, una porzione di legno che dovrà restare attaccata allo scudetto. Il punto di innesto sarà al colletto della pianta, se decideremo di allevarle a cespuglio, o alto sul fusto per i rosai ad alberello.

Continua la lettura
57

Il taglio

Sul portainnesto pratichiamo un taglio a T nella corteccia, lungo 2,5 cm e largo 1/3 rispetto alla circonferenza, solleviamo poi delicatamente i lembi; inseriamo la gemma nel taglio con l'apice rivolto verso l'alto e sistemiamo i lembi della corteccia. Asportiamo la punta superiore dello scudetto e richiudiamo i lembi, leghiamo con rafia o con il nastro gommato.

67

La legatura

Dopo un mese circa l?innesto attecchirà, a questo punto toglieremo la rafia di legatura e controlleremo l?avvenuto attecchimento. Nel mese di febbraio dovremo tagliare la vegetazione al di sopra dell'innesto. Durante il periodo primaverile, quando il primo germoglio della gemma innestata avrà raggiunto i quindici centimetri, andrà cimato; in seguito elimineremo i germogli selvatici che il portainnesto produrrà. Nel periodo estivo avremo finalmente la nostra nuova rosa.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non concimare la rosa nei giorni precedenti e circa venti giorni dopo l'innesto, per evitare di bruciarla.
  • E' necessario un apporto d'acqua continuo e regolare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Errori da evitare nell'innesto a gemma dormiente

Per tutti coloro che stanno cercando un modo per far rinvigorire le vostre piante, dovete utilizzare la tecnica dell'innesto.L'innesto è una tecnica che viene utilizzata per la propagazione agamica delle piante, che viene realizzata con la fusione di...
Giardinaggio

Consigli per l'innesto a spacco

L’innesto è una tecnica usata da moltissimi anni per riprodurre piante di ogni genere. Esistono vari tipi di innesto. Ogni tipo viene utilizzato per delle piante specifiche. Tramite questo tutorial vi daremo degli utili consigli per l’innesto a spacco....
Giardinaggio

Come fare l'innesto sull'albero di limone

L'innesto non serve soltanto a far sì che la pianta produca più frutta, ma anche a rendere la sua struttura molto più robusta e forte, in maniera tale da resistere maggiormente alle malattie e ad eventuali danneggiamenti prodotti da insetti, funghi...
Giardinaggio

Come praticare un innesto su un albero di mandarini

Eccoci qui, pronti per proporvi un articolo, veramente utile e veloce, per imparare come poter praticare, con le nostre mani e grazie alla nostra voglia di fare, un semplice innesto su un albero di mandarini, in modo da poterlo praticare nel modo corretto....
Giardinaggio

Errori da evitare nell'innesto a zufolo

L'innesto a zufolo è un tipo di innesto molto utilizzato perché presenta un'alta probabilità di attecchimento. Ecco perché, soprattutto per castagno e noce, questo tipo di pratica risulta oggi assai diffusa ed in continua espansione. Tale tipo di...
Giardinaggio

Come fare l'innesto a triangolo

Nel campo del giardinaggio esistono diverse pratiche da sfruttare per le nostre piante. Oltre alle comuni cure per il loro mantenimento possiamo praticare delle modifiche. Un albero da frutto, da fiore e piante di vario tipo possono subire un innesto....
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sull'albero di limoni

L'innesto è una delle tecniche maggiormente adoperate in agricoltura per permettere alle piante (soprattutto quelle da frutto) di proliferare. Altre tecniche di propagazione sono la margotta, la propaggine e la talea. L'innesto è tuttavia un'operazione...
Giardinaggio

Cosa fare dopo un innesto

L'innesto è una pratica agronomica che si realizza mediante la fusione di due elementi della pianta differenti tra loro. Questi elementi, che sono chiamati portinnesto e nesto, vengono saldati fino a determinare la nascita e la crescita di un'unica pianta....