Come Realizzare Lo Smalto Vetroso Per La Ceramica

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La lavorazione della ceramica è una delle attività artigianali più antiche. L'uomo preistorico lavorava l'argilla, uno dei suoi componenti, per la realizzazione di recipienti da cottura o vasellame. Nel tempo la lavorazione ha avuto diverse evoluzioni. Ma il principio fondamentale è sempre il medesimo. La ceramica, oltre all'argilla, comprende altri elementi: la sabbia di silicio, gli ossidi di ferro, l'allumina, il quarzo e i feldspati di sodio e/o di potassio. La ceramica si modella, secondo le necessità, per la produzione di stoviglie, materiali per l'edilizia oppure oggetti ornamentali. Con la successiva cottura, se ne otterrà la rigidità. Gli oggetti in ceramica si possono decorare e verniciare. Il risultato di grande effetto rende quest'arte davvero affascinante. Uno dei rivestimenti più belli per la ceramica è lo smalto vetroso. La sua applicazione sugli oggetti di ceramica conferirà un aspetto particolarmente lucente, simile a quello del vetro. Nei prossimi passi scopriremo come realizzare lo smalto vetroso per la ceramica.

25

Occorrente

  • Silice, fondenti, ossido di alluminio.
35

Per iniziare, occorre sapere che lo smalto vetroso ha una colorazione molto simile all'argilla. Possiede però un grado di fusione maggiore, tanto da divenire un corpo vetroso. Questo tipo di smalto si può realizzare molto velocemente, comprando dello smalto in polvere, nei negozi specializzati. Dopo l'acquisto, lo smalto in polvere si miscelerà con dell'acqua. Successivamente si dovrà passare bene il composto a setaccio, per eliminare tutte le impurità.

45

Inoltre, dovremo procurarci un elemento vetroso. Solitamente si utilizza il silice, ovvero della sabbia. Tuttavia, bisogna tener conto che la singola sabbia è in grado di fondere ad una temperatura molto alta. Quindi sarà necessario inserire dei fondenti, in grado di abbassare il punto di fusione del composto. L'utilizzo di questo metodo ci consentirà di ottenere una soluzione ottimale per la ceramica.

Continua la lettura
55

Fondamentale è anche un ulteriore passaggio, ovvero l'aggiunta di un elemento necessario. Si tratta dell'ossido di alluminio, conosciuto anche come alluminia. Tale componente renderà stabile lo smalto sul corpo ceramico. Inoltre, per poter ottenere il colore che si preferisce, sarà fondamentale aggiungere delle percentuali di ossidi metallici. Sarà così possibile creare smalti coprenti, lucidi e opachi, oppure completamente trasparenti. Lasceremo soltanto spaziare la nostra fantasia! http://ceramicamia.blogspot.it/2011/01/guida-sulla-praparazione-dello-smalto.html

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Spruzzare Lo Smalto Sulle Opere Di Ceramica

La ceramica è disponibile in commercio in tutti i tipi di forme e dimensioni, è un materiale refrattario, che viene realizzato anche mescolando l'argilla e altri materiali naturali e viene cotta in forno a temperature molto elevate. La maggior parte...
Bricolage

Come Realizzare Una Teiera Di Ceramica

Gli oggetti in ceramica sono estremamente ricercati perché la loro realizzazione richiede cura ed i pezzi prodotti dagli artisti, spesso, sono unici. Che siano servizi di piatti, vasi o soprammobili vari, queste piccole opere d'arte affascinano, rapiscono,...
Bricolage

Come realizzare un vaso in ceramica

Le fasi della realizzazione di un oggetto in ceramica sono abbastanza laboriose da mettere in atto. Molto spesso, poi, la complessità del processo fa desistere chi ha poca dimestichezza con queste attività. Questo perché come ogni lavoro manuale necessità...
Bricolage

Come Realizzare La Vetrina Per La Ceramica

Innanzitutto è utile specificare che la vetrina è uno smalto incolore e trasparente, altresì chiamata anche cristallina o vernice, che grazie alle sue proprietà specifiche quali la trasparenza e la lucentezza, vitrea perlappunto, lascia alla vista...
Bricolage

Come Realizzare Uno Smalto Adeguato Al Tipo Di Argilla

Lavorare l'argilla è un lavoro piuttosto antico, e fin dalla sua invenzione i problema principale è sempre stato quello di scegliere lo smalto giusto per poter decorare gli oggetti. Molti progressi sono stati fatti in questi anni, sia per quanto riguarda...
Bricolage

come realizzare Bambole Di Pane E Ceramica

Non esiste un'età precisa per entrare a far parte di un mondo di favole e circondarsi di tante piccole bamboline. Le bambole realizzate con le proprie mani sono quelle che, solitamente, più ci affezionano; questa guida difatti spiegherà come modellare...
Bricolage

Come realizzare un forno per cuocere la ceramica

Gli appassionati di ceramica se hanno un po' di spazio esterno a disposizione possono decidere di realizzare un forno in cui si può cuocere questo materiale. Esso può essere costruito con il metodo fai da te senza troppa difficoltà, con un buon risparmio...
Bricolage

Come realizzare lo stile bucchero con la ceramica

Se ti piace l'effetto lucente negli oggetti di arredo della tua casa, ma non vuoi rinunciare alla solidità della ceramica, ecco la giuda che fa per te. In questa guida, infatti, troverai come realizzare lo stile bucchero con la ceramica, senza compromesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.