Come realizzare un bruciatore ad olio fai da te

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il bruciatore ad olio è uno strumento adibito a generare la combustione di un elemento liquido o gassoso con produzione di fiamma. Tuttavia, i bruciatori ad olio vegetale, tendono ad essere meno inquinanti di altri bruciatori, l'unico inconveniente è legato alle più elevate temperature di accensione richieste. Può risultare molto utile e conveniente poterne realizzare uno, specie se vivete in campagna o vogliate riscaldare un ambiente più raccolto come una serra. A tale scopo potete prendere spunto da questa guida, ma attenzione, solo se siete persone adulte oppure se vi trovate in presenza di esse. L'operazione va inoltre effettuata all'aperto e lontano da sostanze infiammabili, come benzina, alcool, ecc., per evitare situazioni particolarmente pericolose. Leggete attentamente i passi a seguire che vi spiegheranno in maniera semplice come realizzare un bruciatore ad olio fai da te.

26

Innanzitutto procuratevi i pochi elementi necessari per la realizzazione del bruciatore:
- una spola forata da fabbrica (presente nelle tessiture) che può essere sia di ferro sia in acciaio, o, in alternativa, un cilindro bucato in acciaio o ferro, vuoto e chiuso sul fondo;
- un contenitore adeguato, come un vassoio con bordi piuttosto alti, in latta o in metallo, in cui possa essere collocata comodamente la spola;
- della carta;
- olio da cucina (che non deve essere olio esausto di motori o fritture);
- un lungo fiammifero;
- abbondante acqua (da tenere a disposizione in caso di fiamme elevate).

.

36

Per prima cosa mettete nel contenitore la spola forata, riempite questa poco più di metà di carta evitando di pressarla con esagerazione. Versate ora l'olio nel contenitore fino all'orlo, in maniera tale da permettergli di coprire la carta che si trova all'interno della spola. Aspettate un paio di minuti e poi accendete la carta con il fiammifero, facendo ovviamente molta attenzione a non bruciarvi.
A questo punto, la carta si consumerà lentamente in quanto l'olio risalirà per capillarità, quindi la fiamma continuerà ad ardere per alcune ore, spegnendosi solo quando sarà esaurita la quantità di olio.

Continua la lettura
46

Il bruciatore avrà il compito di combinare la miscelazione tra combustibile ed ossigeno, effettuando la polverizzazione, cioè la suddivisione del combustibile in piccole particelle, rendendo possibile l'ossidazione dell’ossigeno bruciandolo rapidamente e completamente. Eseguiti correttamente i doverosi passaggi vi ritroverete un bruciatore ad olio pronto all'uso, con un notevole risparmio di denaro.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare delle candele ad olio fai da te

La luce in casa non è solo questione di illuminazione. Anche l'atmosfera è importante e può essere favorita e migliorata dall'utilizzo delle candele. Quando cala la sera, infatti, per mantenere soffuso e leggero un ambiente, esse sono la soluzione...
Bricolage

Come usare i colori ad olio sul legno

Dipingere sul legno è una vera e propria arte. Il legno è un materiale vivo. Infatti subisce variazioni da parte dell'acqua e degli altri fattori atmosferici. Si dilata e si restringe nelle varie stagioni o con i vari fattori che lo influenzano. Per...
Bricolage

Come spedire le bottiglie di olio

Come sappiamo l'olio, molto usato nell'alimentazione, si ottiene dalla spremitura delle olive effettuata negli appositi frantoi. In questa guida verranno dati degli utili suggerimenti su come spedire le bottiglie di olio. Per poter effettuare tale operazione,...
Bricolage

Come Eseguire L'Applicazione Di Finiture A Olio Per Il Legno

La totalità dei legni che vengono ritenuti pregiati (come lo sono, ad esempio, il cedro utilizzato per il piano e la base di un determinato tavolino) possono essere tranquillamente trattati con dell'olio, affinché possa essere esaltata la naturale bellezze...
Bricolage

Come rimuovere la vernice a base di olio dal legno

La vernice a base d'olio è molto resistente, proprio per tale ragione viene spesso preferita alla variante a base d'acqua. La tenacia di questo prodotto assicura una protezione di lunga durata ai mobili, alle porte o agli infissi ma quando si rende necessaria...
Bricolage

Come trasformare le latte dell'olio in portavasi di ceramica

La maggior parte delle volte che troviamo in casa degli oggetti vecchi e che non abbiamo più intenzione di utilizzare, preferiamo gettarli via, senza sapere che potremo sfruttarli per riuscire a creare dei nuovi e funzionali oggetti, evitando quindi...
Bricolage

come realizzare un dipinto astratto in acrilico con la tecnica del nastro e dell'intaglio

Gli acrilici garantiscono gli stessi effetti espressivi dei colori ad olio ma, rispetto ad essi, sono costituiti da una lunga serie di vantaggi. Innanzitutto sono molto versatili e si stendono con estrema facilità su diversi tipi di materiali. Inoltre...
Bricolage

Come realizzare una candela agli agrumi

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter realizzare, con le proprie mani, una candela agli agrumi, semplice e veloce. È sempre bello dare un dolce e profumato benvenuto ai nostri ospiti e per farlo possiamo sistemare all'ingresso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.