Come realizzare un calco del viso

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Potreste per qualche motivo ritrovarvi ad avere bisogno di un calco di un viso, magari per ottenere una realizzazione fai da te di un manichino per esporre accessori o semplicemente per fini didattici o ornamentali. Quale che sia la motivazione che vi spinge a voler realizzare il calco del vostro viso (o di un vostro amico o amica), passiamo a vedere insieme come realizzarlo in modo semplice ed economico.  

28

Occorrente

  • alginato
  • acqua
  • gesso
  • bende
  • cellophane
  • cannucce
38

Preparare il viso

La prima cosa da fare sarà quella di preparare il viso del modello da riprodurre. Bisognerà, dunque, iniziare con il coprire completamente i capelli con della pellicola trasparente (il cellophane da cucina andrà benissimo) e provvedere a rendere possibile la respirazione durante la sua prestazione d'opera. Per ovviare al problema della respirazione, per quanto possa sembrare bizzarro e divertente, dovrete inserire delle cannucce nel naso del vostro modello (attenzione a non infilarle troppo in profondità per evitare di fargli male!). Sarà bene, inoltre, passare sul viso, in particolar modo sulle sopracciglia e altri peli, una crema idratante a base oleosa. Nel caso, invece, stesse riproducendo il volto di un soggetto non vivente (come ad esempio un manichino), tali accortezze potranno essere sorvolate.

48

Preparare il composto alginato

Passate ora a creare il composto che dovrà diventare il vostro calco una volta finito. Mischiate mezzo chilo circa di alginato con dell'acqua (seguite le indicazioni riportate sulla confezione dell'alginato, acquistabile facilmente online o in molto negozi di hobbistica e bricolage). Di norma, comunque, il rapporto tra acqua e prodotto alginato è di 1 a 2, ossia ogni grammo di alginato dovrà essere misto con due grammi d'acqua. A questo punto passate all'applicazione, senza perdere tempo perché il composto tende a solidificarsi molto in fretta.

Continua la lettura
58

Ricoprire con bende gessate

Una volta ottenuto il composto, che dovrà risultare pastoso e non troppo liquido, iniziate a spalmarlo sul volto del vostro modello fino a ricoprirlo completamente. A questo punto ricoprite il volto con delle bende gessate precedentemente preparate, avendo cura di bagnarle subito prima di applicarle. Ricoprite ogni singolo spazio con le bende. Una volta asciugate completamente le bende, passate a rimuovere con delicatezza lo stampo. In questo modo avrete ottenuto il negativo del volto.

68

Ottenere il positivo in gesso del calco

Per ottenere il positivo, ossia il vero calco del volto, procedete a spennellare l'interno del calco con il gesso evitando che si formino bolle d'aria. A questo punto versate tutto il gesso preparato all'interno del calco. Una volta che il gesso sarà completamente asciutto, vi basterà tirarlo fuori dal calco in alginato, o al più romperlo. Il lavoro è terminato, potreste a questo punto decidere di dipingerlo, o anche no, a seconda degli usi che dovrete farne.  

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • una volta preparato il composto di alginato, procedete ad applicarlo velocemente prima che indurisca
  • Prima di versare tutto il gesso nel calco, spennellate l'interno con il gesso per evitare che si formino bolle d'aria
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come realizzare degli stampi in silicone

Cucinare e preparare i propri piatti e i propri dolci preferiti è uno dei desideri più ricercati da tutti. Che si tratti di dolce o salato, non importa: l'importante è che sia piacevole per tutti e che doni un senso di soddisfazione per chi li produce....
Altri Hobby

Come realizzare uno scafo in legno per un modellino

Il modellismo è un hobby praticato in maniera numerosa, che può essere considerato al pari di un'arte. Colui che vuole intraprendere quest'attività, dovrebbe partire dalla realizzazione di oggetti più semplici ma che diano soddisfazione, come ad esempio...
Altri Hobby

Come realizzare una maschera da maiale

Il maiale è un mammifero simpatico, ottimo da riprodurre per una maschera. Per una festa a tema, oppure per il Capodanno o per il Carnevale, la scelta di questo tipo di maschera è un'idea geniale. Un'idea che lascia anche la libera scelta del restante...
Altri Hobby

Come realizzare un portapenne in gesso

Se siete degli amanti del fai da te e vi piace costruire da voi i piccoli oggetti di uso quotidiano allora questa guida fa al caso vostro. Oggi infatti vi mostreremo come realizzare un portapenne in gesso. Se siete stufi di dover raccogliere dalla vostra...
Altri Hobby

Come realizzare porta tovaglioli in cartone

Con le festività natalizie che si avvicinano sempre di più, si cerca di fare delle decorazioni da mettere a casa e perché no, pensare alla cena della vigilia e del 25 con i parenti e amici. Realizzare la fatidica cena di natale è da sempre una delle...
Altri Hobby

Come realizzare un make up boho-chic

Se desideri un make up diverso dal solito ti consiglio di leggere con attenzione questo tutorial, perché ti indicherò come sia possibile realizzare un trucco boho-chic, molto adatto alle occasioni eleganti o informali e capace di regalare uno stile...
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
Altri Hobby

Come realizzare i capelli di una Pigotta

La Pigotta è la famosa bambola di pezza con cui giocavano le bambine di una volta. Il suo nome deriva dal dialetto lombardo.Veniva creata con vecchi stracci riciclati, imbottita con del cotone o degli scampoli di tessuto e adornata con materiali poveri....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.