Come realizzare un centrotavola in cartapesta

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se si ama il riciclo creativo è consigliabile utilizzare la carta, specialmente quella di giornale. Essa bagnata in acqua e farina oppure nella colla vinilica permette di ottenere la nota cartapesta. Quest'ultima è adatta per la creazione di tantissimi oggetti decorativi per la casa. Leggendo questo tutorial si possono avere delle corrette indicazioni su come è possibile realizzare un centrotavola in cartapesta.

25

Occorrente

  • Fogli di giornale
  • Farina
  • Acqua
  • Colla vinilica
  • Acquerelli o tempere
  • Flatting lucido
  • Pennello
  • Cartoncino Bristol e forbici
  • Piatto di plastica
35

Procurarsi un recipiente

Per ottenere questo raffinato oggetto decorativo occorre procurarsi un recipiente in plastica abbastanza alto e largo. Successivamente bisogna versare circa un litro d'acqua e poi si devono aggiungere dei fogli di giornale ridotti a brandelli oppure ritagliati con le forbici in tanti piccoli quadratini. A questo punto si deve versare la farina o della colla vinilica; in seguito utilizzando un cucchiaio di legno si amalgama il tutto oppure si indossano dei guanti in lattice e si esegue l'operazione con le mani, come si lavora un impasto.

45

Coprire con la cartapesta

Quando il composto diventa appiccicoso bisogna prendere un cartoncino Bristol e realizzare un cerchio di circa 30 centimetri di diametro; esso è la base del centrotavola. A questo punto con la cartapesta si comincia a ricoprire il suddetto diametro; con lo stesso procedimento se ne aggiunge dell'altra, fino a quando non si raggiunge l'altezza desiderata. Successivamente mentre si aspetta che la cartapesta si solidifica bisogna sagomarla accuratamente per tenerla perfettamente sferica. Quando la cartapesta si è solidifica completamente si deve prendere un altro foglio di giornale, si ritaglia dello stesso diametro ed altezza del centrotavola e si cosparge di colla. Poi, si deve fissare su tutto il perimetro; in questo modo si ottiene una superficie liscia.

Continua la lettura
55

Rifinire ilcentrotavola

Se si preferisce il centrotavola grezzo bisogna saltare questo passaggio. In entrambi i casi però il centrotavola di cartapesta va rifinito con dei colori. Bisogna utilizzare degli acquerelli oppure delle tempere per eseguire la decorazione. Successivamente si deve aspettare l'essiccazione (circa 2 ore) e poi con un pennello si protegge il tutto con del flatting lucido. Adesso il centrotavola è pronto; si può inserire un vaso con dei fiori freschi recisi oppure quelli in lattice dai colori sgargianti. Si può anche decidere di dotare il centrotavola di un coperchio utilizzando un piatto di plastica rivestito di cartapesta; con quest'ultima si può creare anche un pomello decorativo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Realizzare Una Cornice In Cartapesta

Alcune volte ci capita di perdere molto tempo girando per i vari negozi alla ricerca di un regalo unico e particolare per i nostri amici o parenti e spesso, dopo tanta fatica per la ricerca, il suo costo risulta troppo elevato. Potremo quindi provare...
Bricolage

Come realizzare la struttura per una maschera di cartapesta

Durante il periodo di carnevale, in molte città si festeggia con una coloratissima sfilata di maschere e carri allegorici. Nelle piazze principali, assistiamo ad un vero e proprio show, capitanato dalle maschere carnevalesche più famose. Durante la...
Bricolage

Come realizzare una dama in cartapesta

Una delle tecniche di bricolage più semplici e divertenti, è quella della cartapesta. Con questa tecnica si possono andare ad realizzare decori, dipinti e sculture. La tecnica della cartapesta inoltre permetto di utilizzare materiali di riuso che altrimenti...
Bricolage

Realizzare una fruttiera in cartapesta e gesso bianco

In questa bella guida che stiamo per proporre, vogliamo presentare un altro lavoretto fai da te, da utilizzare per dar vita a qualcosa di unico, nel proprio appartamento. Nello specifico cercheremo d'imparare come poter realizzare una fruttiera, che sia...
Bricolage

Come realizzare un'anfora in cartapesta

Quando si tratta di fare un regalo ad amici o parenti, spesso capta di girare invano per negozi alla ricerca di un regalo esclusivo. La maggior parte delle volte, poi, quando credi di aver trovato il dono perfetto, ti accorgi a malincuore che il suo costo...
Bricolage

Come Realizzare Delle Testone Di Cartapesta

L'ideale durante una festa, sia essa di compleanno che per halloween e carnevale, è quello di realizzare maschere divertenti o spaventose. Realizzarle autonomamente comporterebbe di scegliere da soli cosa fare e di che tipo, con eventualmente tutti gli...
Bricolage

Come realizzare un bouquet di rose in cartapesta

Scegliere per i propri cari un regalo originale e realizzato a mano, è una delle scelte più azzeccate che si possa fare. A tal proposito, in questa breve guida, vi fornirò qualche utile indicazione su come realizzare un bouquet di rose in cartapesta....
Bricolage

Come realizzare una maschera veneziana in cartapesta

Le maschere veneziane sono bellissime e perfette per il carnevale o per Halloween. Tuttavia risultano anche molto costose, sia per i materiali che per la loro lavorazione. Con un po' di pazienza possiamo realizzare noi stessi un'elegante maschera veneziana...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.