Come realizzare un costume da monaco

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tipico abito del monaco è costituito da una semplice tunica, lunga fino ai piedi, di fattura alquanto modesta. La caratterizzano l'impiego di tessuti grezzi, non tinti, dai tagli ampli, una cinta in vita, un cappuccio e sovente un mantello o cappa. Deve contrapporre la ricchezza interiore e spirituale di chi lo indossa con la povertá dell'aspetto, essendo un simbolo della dedizione ad una vita autentica e semplice.
Travestirsi da monaco per Carnevale o una festa in costume costituisce un'ottima scelta: l'abito è piuttosto facile da realizzare, per risultare veritieri bastano un minimo di capacitá manuale con ago e filo e cura per gli accessori. Proseguite nella lettura e scoprirete come fare.

26

Occorrente

  • 3 mt di tessuto grezzo nei colori grigio o marrone, tipo tela da sacco ruvida, feltro o juta, ago e filo o macchina da cucire, un pennarello per stoffa o gessetto da sarti, un metro da sarta, 1,5 mt di corda, un paio di vecchi sandali, un crocifisso
36

Tunica

Iniziamo creando la tunica o saio. Normalmente, quando acquistate un taglio si stoffa, la larghezza standard della pezza è di 150 cm: perfetta per una persona di media corporatura, pertanto dovete preoccuparvi solo della lunghezza. Fate posizionare in piedi davanti a voi colui o colei che indosserá l'abito. Prendete le misure dalla spalla alla caviglia, raddoppiate la lunghezza ottenuta e tagliate un lungo rettangolo di stoffa. Piegate il tessuto a metá per la lunghezza. Praticate un taglio lungo circa 15 cm al centro del bordo piegato (grande abbastanza per far passare la testa attraverso la fessura).


Infilate l'abito e fatelo indossare come un poncho. La stoffa dovrebbe cadere sulle spalle ed arrivare ai polsi di una persona non molto alta. Fate allargare ed estendere le braccia al vostro modello/a. Giuntate con degli spilli la parte frontale e posteriore della tunica all'altezza delle ascelle, 15 cm sotto il braccio. Poi puntatela all'altezza della cintola, sempre lasciando 15 cm di agio.


Sfilate la tunica e distendetela su un tavolo, piegata in 2 e puntata con gli spilli.
Aiutandovi col gessetto o il pennarello tracciate una linea che parte dal polso, arriva allo spillo dell'ascella e scende alla vita, in modo da definire la linea di cucitura. Il disegno ottenuto deve assomigliare ad un semplice abito a forma di grande T. Tracciate quindi un'altra linea esterna, parallela alla precedente, distante circa 1 cm, per determinare la linea lungo cui cucire. Tagliate la stoffa lungo questa linea esterna.

Cucite insieme il saio lungo la linea di cucitura. Rivoltate la tunica al contrario. Le maniche dovrebbero arrivare fino alle dita. Se fossero troppo corte allungatele aggiungendo su entrambe i lati una striscia di tessuto avanzato. Non preoccupatevi di nascondere le cuciture: ricordate che state creando un abito per poveri.

46

Cappa e cappuccio

Fatta la tunica passiamo agli accessori: cappa e cappuccio. Partiamo con la cappa. Misurate la distanza fra gomito e gomito e tagliate un pezzo di stoffa avente la stessa lunghezza e larghezza della distanza appena presa.
Tagliate una striscia di stoffa lunga circa 50cm: sará il vostro compasso. Legate il pennarello ad un'estremitá della striscia. Tenete il pennarello ad una estremitá della cappa, stendete la striscia fino al centro della cappa e, usandola come guida, disegnate un cerchio sulla cappa. Tagliate lungo la circonferenza tracciata.

Misurate la circonferenza della testa a livello delle orecchie. Seguendo il metodo suddetto (striscia-compasso), disegnate e tagliate un foro al centro della cappa, avente le dimensioni appena prese. Anche se non risulta perfettamente rotondo, l'importante è che sia abbastanza largo da farci passare la testa.
Per fare il cappuccio tagliate un ulteriore pezzo di stoffa lungo 45 x 90 cm. Piegatelo per la lunghezza a formare un quadrato e cucite lungo uno dei lati, perpendicolarmente alla piega. Rivoltate il cappuccio.

Allineatene la cucitura al centro del collo sulla tunica, nella parte posteriore. Aprite il cappuccio e puntatene gli angoli ai lati a destra e sinistra del collo. Poiché il cappuccio è molto piú lungo dell'apertura del collo, per farlo corrispondere puntate con degli spilli delle piccole pieghe lungo il bordo del cappuccio, fra un angolo puntato e l'altro. Cucitelo lungo la fessura del collo, poi togliete gli spilli.

Continua la lettura
56

Vestizione

Fate indossare la tunica al vostro modello, quindi infilategli la cappa ed aggiustate il cappuccio. Legategli morbidamente la corda attorno al girovita e fate dei nodi alle estremitá.
Se dovesse far freddo prevedete una calzamaglia color carne.
Fategli indossare i sandali (meglio se consunti) e, per completare l'opera, mettetegli al collo una grande croce appesa ad un laccio in pelle. Ecco fatto: ammirate e divertitevi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Al posto della croce potete mettere al collo il Tau francescano in legno.
  • Il colore dell'abito del monaco, (bianco, marrone o grigio), il materiale della cintola (in corda, pelle, stoffa), l'uso ed il colore dello scapolare variano a seconda degli ordini. I Benedettini, ad esempio, indossavano il colore bianco, divenuto poi nero per distinguersi dall'ordine Cistercense.
  • Una curiositá: i 3 nodi sul cordone dell'ordine francescano rappresentano castitá, povertá ed obbedienza.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un costume rinascimentale

Cucire un costume rinascimentale, non è molto semplice, in quanto bisogna essere degli esperti nella tecnica dell'uncinetto o nella lavorazione ai ferri. Un costume rinascimentale, può essere realizzato con la lana oppure con una stoffa pensante. In...
Cucito

Come realizzare un costume da nano

Con l'arrivo del Carnevale e delle divertentissime feste in maschera tra amici, è importante non farsi trovare impreparati! Partecipare con allegria ad una festa in maschera vuol dire presentarsi con un costume originale e simpatico, ma non necessariamente...
Cucito

Come realizzare un costume da ape

Realizzare un costume da ape, per il vostro bambino/a in occasione del Carnevale, è un'operazione che richiede un po' di dimestichezza con la macchina da cucire, ma che vi farà certamente risparmiare almeno la metà dei soldini. La nostra guida vi mostrerà...
Cucito

Come realizzare un costume da dinosauro

Arriva Carnevale e non sapete come vestirvi? Hanno invitato il vostro bimbo ad una festa in maschera e cercate un costume originale? Se vi piace la preistoria non c'è niente di meglio che un bel costume da dinosauro. Se però non volete spendere troppo,...
Cucito

Come realizzare un costume da pulcino

A Carnevale, è bello travestire i propri bambini in modo divertente. Il vestito da pulcino in particolare costituisce un tenerissimo costume, perfetto per i neonati e per i bimbi piccoli. Si tratta di un costume che può essere facilmente creato in casa,...
Cucito

Come realizzare un costume da Harry Potter

Ecco un'interessante guida o articolo che dir si voglia, mediante il cui aiuto poter essere in grado di imparare come e cosa fare per realizzare un costume da Harry Potter, in maniera tale da farlo indossare ai nostri figli, durante il periodo di Carnevale...
Cucito

Come realizzare un costume da ragno

I nostri ragazzi hanno un'estrema fantasia. Per Carnevale o Halloween ci chiedono sempre vestiti particolari da poter realizzare. Se ci piace cucire e abbiamo creatività, possiamo creare per i nostri figli dei bellissimi costumi. Produrre un costume...
Cucito

Come realizzare un costume da sceriffo

Il costume da sceriffo è uno dei travestimenti più semplici da realizzare perché è possibile utilizzare degli indumenti che si hanno già in casa. Le uniche caratteristiche che contano veramente per la realizzazione di questo costume, sono di sicuro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.