Come realizzare un fertlizzante naturale

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se amate coltivare le piante e gli ortaggi, ma avete dei bambini piccoli o anche degli animali domestici, e temete che i fertilizzanti chimici possano a giusta ragione, creare problemi alla loro salute, non c'è da preoccuparsi poiché è importante sapere che esistono svariati modi per realizzare in casa un ottimo fertlizzante e del tutto naturale. A tale proposito, ecco una guida con le istruzioni su come procedere per ottenerlo.

24

Procurare un contenitore

Per poter preparare in casa un fertilizzante naturale occorre innanzitutto procurarci un contenitore in plastica o di polistirolo, dove poter inserire tutti gli scarti alimentari, tra cui bucce della frutta o residui di ortaggi. Le dimensioni del contenitore dovranno essere soddisfacenti, ma ovviamente subordinate allo spazio disponibile in casa cosi come in terrazza o nel giardino.

34

Aggiungere rifiuti organici

Grazie a questo metodo di raccolta si viene a creare un processo di fermentazione con cui i rifiuti organici si trasformano in terra e con un'alta concentrazione di elementi nutrienti. Prima di cominciare è tuttavia importante aggiungere sul fondo del contenitore del terriccio e mescolarlo spesso in modo da amalgamarlo con i rifiuti in fermentazione. Cosi facendo e magari nel mese di gennaio, in primavera sarà possibile disporre di un ottimo fertilizzante naturale. Tra i prodotti migliori per ottenerlo vale la pena citare il fondo del caffè, che contiene alcuni sali minerali, come ad esempio potassio, anche se va aggiunto in minima parte poiché tendenzialmente causa l'ingiallimento delle foglie della pianta da concimare. Aggiungere nel contenitore dei rifiuti organici simili e delle foglie essiccate si rivela quindi utile per creare un compost ideale per ottimizare la fioritura delle piante del nostro giardino.

Continua la lettura
44

Usare sostanze liquide

Per far crescere le piante del giardino o gli ortaggi dell'orto di casa, è tuttavia importante usare anche delle sostanze organiche liquide come ad esempio del tè almeno una volta a settimana, senza tuttavia l'aggiunta di zucchero, e lasciandolo prima raffreddare per non danneggiare le radici delle piante. Le sostanze presenti nel tè, sono infatti utilissime per facilitare il processo di fotosintesi clorofilliana ed ideali quindi per rendere le foglie più verdi. Infine per ottimizzare il risultato si possono usare anche altre sostanze liquide da inserire nell'annaffiatoio come ad esempio l'acqua scolata delle verdure, ideale quest'ultima per fornire alle coltivazioni un adeguato apporto di vitamine e di sali minerali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come preparare un fungicida naturale

Le malattie fungine possono essere molto difficili da controllare e una volta che infettano una pianta, non è per nulla facile eliminarle. Se non è correttamente trattata, la malattia può diffondersi non solo su tutta la pianta, ma anche sulle piante...
Giardinaggio

Come preparare un insetticida naturale

Chi ha il pollice verde, conosce bene il pericolo degli insetti. Capita infatti, che dopo tante cure e tempo dedicato alle nostre piante, tutto venga vanificato dall'attacco di questi parassiti. Invece di fare uso dei classici insetticidi che si trovano...
Giardinaggio

Come preparare un concime naturale per le piante

Quando si decide di coltivare qualcosa nel proprio orto, la prima cosa da pensare è quella di utilizzare dei concimi che proteggano le piante, ma che allo stesso tempo non facciano danni alla nostra salute. Oggi molte aziende puntano proprio sul fatto...
Giardinaggio

Come Costruire Una Riserva Naturale Nel Tuo Giardino

Alcune persone detestano gli insetti, gli invertebrati e tutti gli animaletti da giardino in quanto sono ritenuti fastidiosi ed inutili. Invece, tutti gli animali sono utili ed anche quelli più antipatici possono rivelarsi fondamentali per il proprio...
Giardinaggio

Come difendere gli agrumi dalla carenza di potassio in modo naturale

Gli agrumi non sono mai semplici da coltivare, è necessaria molta attenzione e pazienza per poterli far crescere al meglio e senza troppi problemi. A volte inoltre è necessario effettuare delle operazioni per poterle rinvigorire e curarle da possibili...
Giardinaggio

Come creare una bordura naturale per il giardino

Il giardino è la zona più visibile del nostro appartamento e dunque dobbiamo curarlo per dargli un aspetto ordinato e bello da vedere. Se abbiamo tanta fantasia possiamo creare facilmente un'originale e naturale bordura utilizzando semplicemente dei...
Giardinaggio

Come sbarazzarsi delle lumache in modo naturale

Ritrovarsi i fiori, le piante, i cespi di lattuga o altre varietà di verdure coltivate con amore e dedizione nel proprio orto di casa costantemente rovinati dalle lumache è sempre una grande e fastidiosa sconfitta! Eppure tale irritante situazione è...
Giardinaggio

Come rimuovere in modo naturale un'invasione d'insetti dalle nostre piante

Le piante sono per loro natura molto attrattive per insetti e parassiti; in qualsiasi periodo dell'anno sono soggette a malattie causate dalla presenza di questi ultimi. Esistono in commercio diversi prodotti chimici per proteggerle e per allontanare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.