Come realizzare un filtro antibatterico per l'acqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questa guida vi spiegherò come realizzare un filtro antibatterico per l'acqua. Un simile filtro può essere utile in svariate occasioni, perché non sempre è possibile avere a propria disposizione una fonte d'acqua completamente sicura; ci si può trovare nella situazione estrema di dover filtrare dell'acqua per poterla bere, per esempio nel caso di un'alluvione. Appare dunque opportuno sapersela cavare con qualche mezzo di fortuna.
Ecco dunque i tre modi migliori per assicurarsi che l'acqua sia decontaminata dalla presenza di batteri.

24

Bonificare l'acqua

Il modo più efficace per bonificare l'acqua dalla presenza dei batteri, sebbene non sia utilizzabile in ogni circostanza, è quello di portare il liquido ad ebollizione.
L'ebollizione dell'acqua può essere considerata un filtro antibatterico indiretto, e per ottenerla sono sufficienti un recipiente termoconduttore che la contenga e una buona fonte di calore (un fornello a gas, per esempio).
L'alta temperatura che si raggiunge con l'ebollizione, infatti, rende impossibili le condizioni di vita in acqua dei batteri.

34

Altri metodi

Il secondo metodo per filtrare l'acqua e liberarla dalla pericolosa presenza di certi batteri è quello consistente nel far passare il liquido attraverso un tessuto o un materiale che intrappoli i batteri (più grandi) e lasci passare le molecole d'acqua (molto più piccole).
Esistono svariati tipi di tessuti in grado di filtrare l'acqua in maniera più o meno efficace. Anche un semplice straccio o uno strofinaccio possono rivelarsi utili: basta applicare il principio dell'energia potenziale.
Per sfruttare questo semplice principio fisico, è sufficiente disporre due contenitori a diverse altezze (uno sopra un tavolo, per esempio, e l'altro sul pavimento). Riempiamo d'acqua il contenitore che sta più in alto e lasciamo vuoto quello che abbiamo posto in basso. Prendiamo quindi il nostro straccio e immergiamone un'estremità nell'acqua del recipiente più in alto, facendolo poi scendere dal tavolo e terminare all'interno del recipiente in basso.
Nel giro di qualche ora l'acqua passerà lentamente da un recipiente all'altro, filtrata e sufficientemente decontaminata dalla presenza dei principali batteri.

Continua la lettura
44

Ulteriore metodo

Altro modo per creare un filtro dell'acqua, sempre sfruttando il calore, è quello di raccogliere direttamente il vapore prodotto dall'evaporazione.
Basta ricavare due recipienti chiusi, uno contenente acqua e l'altro vuoto, e collegarli per mezzo di un tubo. I due recipienti devono stare sullo stesso piano e il tubo deve passare in alto da un contenitore all'altro.
Sarà quindi sufficiente riscaldare il recipiente che contiene l'acqua per accelerare il processo di evaporazione, cosicché il vapore acqueo si sollevi per effetto del calore e della volatilità delle molecole e lentamente passi attraverso il tubo per poi finire nell'altro recipiente chiuso, più freddo, dove condenserà tornando allo stato liquido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come installare un filtro dell'acqua nella doccia

Molte case hanno un approvvigionamento idrico principale fornito direttamente dal comune, per cui le tubazioni sotterranee si collegano all'impianto idraulico della casa in modo da fornire l'acqua corrente in ogni rubinetto, tra cui anche quello della...
Casa

Come realizzare un filtro per l'aria condizionata

La funzione del filtro per l'aria condizionata si può intuire con estrema semplicità. Questo componente è formato da una spugna di materiale sintetico, la quale serve a trattenere le impurità presenti generalmente nell'atmosfera. Precisamente lo split...
Casa

Come realizzare un materasso ad acqua

In commercio esistono diversi tipi di materassi come quelli classici, ortopedici ma anche ad acqua, questi ultimi comodi e al tempo stesso rilassanti. In genere vengono utilizzati nei centri benessere, ma si possono usare anche a casa ed essere adottati...
Casa

Come fare un filtro naturale per l'acquario

Un acquario rappresenta da sempre un armonioso arrendamento per la casa e, inoltre, potrebbe fungere anche da compagnia, poiché guardarlo fa bene al cuore e fa rilassare. La manutenzione, però, richiede molta pazienza e fatica e, alcune volte, ci si...
Casa

Come realizzare l'acqua di rose e limoni

L'acqua di rose e limoni è una fragranza che si utilizza in genere per portare profumo negli ambienti domestici, poiché in grado di creare un senso di freschezza e di pulito. Può essere utilizzata nebulizzandola semplicemente da un flacone oppure versando...
Casa

Come pulire il filtro di una chiave d'arresto

Quante volte capita di accorgersi che il getto d'acqua proveniente dai miscelatori del nostro bagno, abbia perso quella forte pressione. Questo problema molto fastidioso, può dipendere da diverse cause. Una di queste è proprio la mancata pulizia del...
Casa

Come attivare il filtro MAXTRA nella caraffa filtrante BRITA

La Caraffa filtrante BRITA è un oggetto molto utile in cucina poiché permette di filtrare e depurare anche l'acqua del rubinetto, rendendola così più idonea al consumo in tavola. Esistono svariati modelli e filtri per la caraffa Brita e, in questa...
Casa

Come costruire un filtro per l'acquario

Sono tantissime le persone che tengono in casa propria un acquario di pesci come "oggetto decorativo", per dare un tocco esotico a qualche angolo buio dell'appartamento o semplicemente per dare alla casa quell'aspetto elegante e raffinato che solo un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.