Come realizzare un finto affresco

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Nell'Era moderna appare sempre più limitata la propensione verso le arti e in particolar modo la pittura. Tecniche professionali o di svago che mirano a riprodurre determinati oggetti, paesaggi, elementi astratti, ma che sono tutti accomunati da tecniche artigianali e professionali. Nonostante ciò, oggigiorno c'è ancora chi ha fatto di queste arti la propria passione, specializzandosi in una o più delle svariate tecniche con cui oggi è possibile creare un affresco. In questa occasione vedremo come realizzare un finto affresco partendo non solo da elementi reperibili facilmente, ma soprattutto attraverso tecniche chimico-artistiche abbastanza semplici e già note nei secoli passati. Per la realizzazione dell'affresco non sono necessarie particolari competenze tecniche, se non le opportune abilità artistiche necessarie a realizzare il finto affresco in oggetto. In ogni caso sarà fondamentale seguire la qui presente guida in tutti i suoi passaggi, ciò garantirà che le varie sequenze di realizzazione siano rispettate, unico modo per garantire la realizzazione ad hoc dell'opera desiderata.

25

Preparate il gesso qualche giorno di anticipo dalla realizzazione dell'intonaco, miscelando 8 parti di sabbia finissima e 5 parti di calce (con il minimo di acqua possibile). Prendete una tavoletta di compensato e create una base per creare l'affresco; utilizzate del gesso nobile in polvere e aggiungetelo in diversa percentuale nella sabbia. Diluite il composto con l'acqua. In commercio esistono malte sabbiate e paste espanse per imitare la consistenza del muro e dell'intonaco e per chi preferisce i prodotti già pronti e miscelati

35

Stendete la malta sabbiata direttamente su tutta la tavoletta, aiutandovi con una spatola. Lasciate che il composto si secchi perfettamente. Stendete la pasta a imitazione dell'intonaco sopra la malta, creando un lieve spessore (come un gradino) e lasciatela intravedere a tratti in maniera irregolare. Fate asciugare bene. Attendete circa 20 minuti dopo l'applicazione dell'intonaco finale.

Continua la lettura
45

Incollate il ritaglio e tamponate con un pennello-spugna in modo che la carta penetri in tutte le irregolarità dell'intonaco. Uniformate il ritaglio al supporto, spalmando con una spatola dell'ulteriore pasta e sfumando i margini del ritaglio. Carteggiate con delicatezza, una volta che la pasta si è asciugata. Ricordate di testare sempre i colori mescolando delle piccole porzioni con la calce.

55

Qualora il lavoro lo richieda, aggiungete qualche tocco di colore (deve essere molto diluito) e tamponate con una spugna. Ricoprite completamente l'affresco sull'intonaco con della colla vinilica (non deve essere troppo densa). È possibile proteggere il dipinto con della vernice ad acqua di tipo opaco o con della vernice opaca spray.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come fare un finto affresco risparmiando sui prodotti

Abbellire la propria casa con: dipinti, quadri ed affreschi è un desiderio molto ambito dalle persone. Un quadro o una determinata raffigurazione artistica rappresentano un biglietto da visita per gli ospiti. Infatti, la scelta dell'arredamento dà la...
Bricolage

Come realizzare una testiera in legno con un affresco rinascimentale

Gli appassionati d'arte sapranno sicuramente in cosa consiste la tecnica dell'affresco. Si tratta di una pittura fatta proprio sull'intonaco ancora fresco appena steso, con l'utilizzo dei vari strati di tonachina e dei vari colori pigmentati. Con questa...
Bricolage

Come realizzare un affresco "anticato"

Se siete degli amanti della pittura o vi piace cimentarvi negli affreschi, ma non sapere come realizzarne uno con effetto "anticato" e usurato, siete nel posto giusto. Grazie a questa guida imparerete a realizzare dei magnifici affreschi dall'aspetto...
Bricolage

Come realizzare un finto gesso per il braccio

Anche quando il tempo di carnevale è oramai trascorso da un pezzo, ci sono sempre i più burloni e tutti quelli che amano fare gli scherzi goliardici e che magari avranno ancora una certa voglia di stupire e, perché no, far preoccupare gli amici e i...
Bricolage

Come realizzare un finto intarsio su un tavolo in pietra dura

Il finto intarsio è ormai una tecnica molto diffusa perche visivamente si confonde con l'intarsio originale e, perché riduce costi notevoli nella sua realizzazione. I risultati ottenuti saranno più che soddisfacenti. All'interno di questa guida ci...
Bricolage

Come Realizzare Un Giaggiolo Finto

Il giaggiolo, o iris, è un fiore ornamentale di straordinaria bellezza. Dai petali bianchi con nervature bluastre, è simbolo di Firenze ma anche dell'Immacolata Concezione. Recentemente, il mercato propone anche una versione con petali blu tendenti...
Bricolage

Come Realizzare Un Baule Finto Tarlato Con Decoro Stencil

In questa guida vedremo come realizzare un baule finto tarlato con decoro stencil. Da sempre, i bauli hanno un fascino molto particolare e, se non ne possedete uno tramandato dalla nonna, dalla zia, dalle mamme, potreste sempre approfittare di un mercatino...
Bricolage

Come realizzare un finto caminetto natalizio con vecchi scatoloni

Per rendere accoglienti gli spazi domestici durante il periodo di natale, spesso ci si inventa di tutto. Il simbolo del natale non sono solamente il classico albero, la stella e tutti gli accessori ad esso ricollegati. A rendere magiche la convivialità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.