Come Realizzare Un giardino Inglese

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Caratterizzato da elementi naturali e artificiali, quali ruscelli, laghetti, grotte, alberi secolari, cespugli, escludendo elementi geometrici o troppo definiti, il giardino Inglese si è sviluppato nel corso 1700, se pur alcune volte in versione selvaggia è un giardino molto curato che non si trova mai incolto, ancora ai giorni d'oggi è una tipologia di giardino davvero affascinante che richiama la natura.

Con questa guida in pochi semplici passi vi verrà illustrato come realizzare un giardino inglese perfetto con la giusta combinazione di elementi artificiali e non, che lo renda simile alla natura selvaggia ma in maniera ordinata!

25

Ricordate sempre che il giardino inglese deve apparire piuttosto selvaggio e sempre naturale quindi non ricercate la perfezione nel vostro giardino, la natura non è così ordinata come vorremmo, ciò predispone ad una visione più naturale del giardino.
Come prima cosa è necessario prendere una visione d'insieme del giardino ed iniziare a catalogaree cosa potrebbe piacervi e cosa invece no, cosa è possibile modificare e cosa non vogliamo eliminare. Bisogna cercare di valorizzare il più possibile gli elementi naturali già presenti nel nostro giardino quali alberi, ruscelli, cespugli o grossi sassi. Se ad esempio i cespugli esistenti ci sembrano essere troppo folti e incolti cerchiamo di eliminare alcuni rametti senza esagerare, la presenza di alberi naturali donerà un effetto ancor più naturale.

35

Se invece si ha la fortuna di avere un piccolo laghetto si dovrà mirare a renderlo più accattivante ponendo dei sassi non troppo grandi tutt'intorno, per chi invece non avesse un laghetto natuale è possibile realizzarne uno artificiale in modo semplice ed economico.
Si effettua uno uno scavo nel terreno non troppo grande, ponendo sul fondo un telo di plastica seguendo la sagoma del laghetto per poi fermarlo ai bordi con dei sassi, aggiungendo alcuni sassi anche sul fondo prima di riempire la buca d'acqua.
Ecco realizzato il vostro piccolo laghetto artificiale.
Una volta terminata la sistemazione dei componenti del nostro giardino passiamo alla semina del prato, ripulite il vostro giardino da erbacce e/o sassi eccessivi, per poi andare a lavorare bene il terreno con la zappa per poi procedere alla concimazione, possibilmente utilizzando un concime granulare ricco di fosforo.

Continua la lettura
45

I periodi ideali per la semina del prato sono l'inizio dell'autunno e la primavera, in cui la temperatura è mite, il sole non è troppo forte e l'umidità costante favorisce la germinazione del seme. Per la realizzazione del nostro prato inglese vi consiglio di utilizzare un'erba comune come il trifoglio. La semina può esser effettuata a mano o utilizzando uno spargitore che si può acquistare nei negozi di giardinaggio. Seminate tutta la superficie destinata al prato distribuendo il seme prima in un verso e poi per quello opposto, compattare il terreno per far aderire il seme con il rullo. Infine innaffiate con un getto leggero d'acqua. Ed ecco ora realizzato il vostro personalissimo giardino inglese!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come realizzare un giardino tropicale

Se amate i tropici e le sue bellezze naturali, potete creare un spicchio di questo paradiso nel vostro giardino, eseguendo alcuni interventi di maquillage ed adottando dei semplici accorgimenti, entrambi atti ad ottimizzare il risultato. In riferimento...
Giardinaggio

Come realizzare un giardino verticale in casa

Poter creare un giardino verticale in casa è un'ottima possibilità per tutti coloro che amano la natura ed il verde, ma che non possiedono uno spazio sufficiente per coltivare questa passione. Il giardino verticale, detto anche parete verde, è costituito...
Giardinaggio

Come realizzare un mini golf in giardino

In questa bella ed interessante guida, che stiamo per proporre, vogliamo parlare nuovamente del classico metodo del fai da te, attraverso il quale poter realizzare e creare, veramente tantissime cose, sia in casa che fuori. Nello specifico, in questo...
Giardinaggio

Come realizzare un orto verticale in giardino

Realizzare un orto verticale in giardino è semplicissimo, basta avere un po di inventiva, del tempo libero, e, cosa importantissima, avere voglia di realizzare qualcosa di belo. Iniziamo subito col dire che non servono grandi spazi per realizzare un...
Giardinaggio

Come realizzare un giardino pensile

Oggi dedichiamo una guida a tutte quelle persone che amano il giardinaggio ma per loro sfortuna non possono praticarlo perché vivono in grandi città o comunque in case prive di giardino. Crearsi un angolo verde su un balcone o una terrazza può essere...
Giardinaggio

Come realizzare un giardino in miniatura

Chissà per quale motivo, ma tutti gli oggetti in miniatura destano attenzione e curiosità. Dai modellini degli abiti alle riproduzioni di qualsiasi tipo, sono davvero molto attraenti. È pur vero che necessitano di molta più accortezza e pazienza....
Giardinaggio

Come realizzare un giardino delle fate

Chi non ha mai sperato almeno una volta che le fate e i folletti esistessero davvero? E chi ha detto che non esistono realmente? Con la fantasia e un po' di impegno, possiamo divertirci e capire come realizzare un giardino delle fate per rendere magico...
Giardinaggio

Come realizzare un giardino ecosostenibile

Per avere un giardino rispettoso della natura è importante prestare attenzione ad alcuni elementi apparentemente banali, come la scelta delle piante e del terriccio, per realizzare e mantenere nel tempo un giardino rigoglioso ma coltivato nel rispetto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.