Come realizzare un intonaco a calce

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Vogliamo ristrutturare un muro e dobbiamo intonacare. Però non vogliamo chiamare un muratore professionista. Magari la superficie da trattare è ridotta. Oppure vogliamo avere la soddisfazione di fare noi stessi il lavoro. Tuttavia occorre sapere bene come agire. In questo modo creeremo un intonaco che abbia una buona durata e non deteriori nel tempo. Prima di tutto dobbiamo sapere che quel che ci serve è la malta di calce, ovvero un cemento il cui principale legante è la calce. Secondo la struttura del muro vanno applicati diverse stesure. Generalmente, sui supporti tradizionali (mattonelle e pietra), per realizzare l'intonaco si applicano tre strati.

27

Occorrente

  • malta a calce
  • cazzuola
  • pezzi di mattoni
  • frattazzo in legno
37

Il primo strato è il rinzaffo. Regolarizza la disomogeneità del muro, soprattutto quando è in pietra, per assicurare una buona aderenza per gli strati successivi dell'intonaco. Serve un cemento con una granulometria più grossa e con un altro dosaggio di calce come legante. Gettiamo la malta con la cazzuola contro la parete. La quantità della calce e lo spessore dell'intonaco dipendono dagli avvallamenti. Nei punti in cui il muro è più disomogeneo possiamo inserire anche dei pezzi di mattone. Livelliamo il più possibile la parete.

47

Appena il rinzaffo sarà completamente asciutto possiamo passare al secondo strato: l'arriccio. Per realizzare questo strato dell'intonaco usiamo una malta con un dosaggio inferiore di calce come legante, per limitarne il ritiro. Lo scopo è appianare l'irregolarità data dal cemento grossolano del rinzaffo. Inoltre serve a dare impermeabilità e tenuta. Per comporlo dobbiamo prendere una parte di calce e due/tre parti di sabbia, più ovviamente l'acqua. Dobbiamo stare molto attenti a non eccedere con l'acqua per evitare il ritiro del cemento e cavillature nell'intonaco. Stendiamo quindi lo strato di arriccio compenetrando nella scabrosità del rinzaffo. In questo modo daremo alla parete un andatura piana, uniforme e senza ondulazioni. Lo spessore dipende dall'irregolarità del rinzaffo, ma generalmente non è inferiore a mezzo centimetro. Definiamo la superficie dell'intonaco con il frattazzo in legno per non lasciare sbavature.

Continua la lettura
57

L'ultimo strato dell'intonaco è la stabilitura, che ha prevalentemente una funzione estetica. Dona infatti al muro un aspetto ancora più regolare. Si utilizza una malta con sabbia a grana fine e una percentuale maggiore, rispetto all'arriccio, di calce. Il suo spessore non supera generalmente il mezzo centimetro, ma può essere anche inferiore. Questo soprattutto se la malta è ricca di calce e se l'arriccio è molto regolare. Dobbiamo applicarla quando lo strato di arriccio è ancora fresco, così da creare un legame forte tra i due strati dell'intonaco. Abbiamo terminato il nostro intonaco a calce, dobbiamo solo aspettare che asciughi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Bagnamo sempre abbondantemente la parete prima di applicare ogni strato dell'intonaco
  • Lavoriamo quando le temperature non sono né troppo alte né troppo basse e quando non c'è troppa umidità
  • Finito il terzo strato, nebulizziamo la superficie con dell'acqua
  • Aspettiamo almeno 10 giorni prima di lavorare nuovamente sul muro
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come fare un intonaco traspirante

L'effetto dell'umidità rappresenta un grande problema per gli interni di un appartamento, specialmente per quanto riguarda le condizioni delle pareti e dell'intonaco. L'umidità, infatti, rende poco sicuri e poco salutari gli ambienti domestici, causando...
Materiali e Attrezzi

Come usare la vernice a calce

In questa breve guida, come avrete sicuramente già capito dal titolo, vi spiegherò, passo dopo passo, come usare nel modo migliore, più veloce, pratico e sicuro possibile, la vernice che normalmente utilizziamo, come quella a calce, in quanto è quella...
Materiali e Attrezzi

Come fare la malta di calce idrata

La malta di calce è una sostanza utilizzata per tenere insieme mattoni o pietre. Può anche essere utilizzata per chiudere dei buchi presenti nei muri o per fare intonaci. Ottenere dei risultati immediati ai fini dell’indurimento della resa finale...
Materiali e Attrezzi

Come preparare la malta di calce idraulica

Per preparare la malta di calce idraulica, come tutte le altre tipologia di malta, sono necessari tre elementi: un materiale inerte, un materiale legante e acqua. Il materiale inerte è generalmente sabbia, mentre quello legante calce idraulica; la particolarità...
Materiali e Attrezzi

Come Ottenere L'Acqua Di Calce

Ci sarà sicuramente capitato, di aver bisogno di un particolare composto e generalmente in questi casi preferiamo acquistarlo in appositi negozi, già pronto per essere utilizzato. Una valida alternativa è quella di provare a prepararlo con le nostre...
Materiali e Attrezzi

Come levigare l'intonaco deumidificante

Abbiamo notato che le nostre pareti si stavano riempendo di umidità. Per sanificare l'ambiente, però, non volevamo chiamare uno specialista. Abbiamo invece deciso di agire noi stessi sulla parete, risparmiando così un bel po' di soldi. Per evitare...
Materiali e Attrezzi

Come levigare l'intonaco termico

Tra le differenti tipologie di intonaco che è possibile utilizzare per proteggere e decorare le pareti ed i muri di un edificio, il più indicato è l'intonaco termico, grazie al quale permettere un completo isolamento termico delle pareti esterne in...
Materiali e Attrezzi

Come migliorare la resa dell'intonaco

Ecco un articolo, mediante il cui pratico aiuto poter imparare come e cosa fare per migliorare la resa dell’intonaco, che andremo ad utilizzare e stendere sulle pareti di casa. La durata e la resa dell’ intonaco, è una questione, che può dipendere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.