Come realizzare un leggio da tavolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per tutti gli amanti del fai da te, ecco una nuova e fantastica guida per realizzare con le proprie mani e pochi oggetti di riciclo un utilissimo leggio da tavolo. Vi guideremo passo dopo passo per trasformare l'idea in un qualcosa di reale e tangibile. La soddisfazione di aver realizzato qualcosa da soli e con le proprie mani vi stupirà. Basta con il consumismo sfrenato che vede l'acquisto di oggetti sempre nuovi: il riciclo e l'attività manuale è senza dubbio più ecologica, economica e di gran lunga più soddisfacente. Andiamo, dunque, a vedere come realizzare questo progetto.

26

Occorrente

  • Pannello 30 x 40 cm
  • Pannello 15 x 25 cm
  • Listello 2,5 x 40 cm
  • Listello 5 x 30 cm
  • Colla vinilica
  • Viti per legno
  • Seghetto
  • Matita
  • Carta vetrata a grana fine
36

Procurarsi il materiale

Innanzitutto dovrete procurarvi qualche attrezzo adatto: niente che probabilmente non abbiate già in casa o che possiate reperire facilmente (e conservare gelosamente anche per la realizzazione di molti altri progetti futuri, insomma un piccolo investimento che vi ritroverete per gli anni a venire!)
Nell'era moderna dove gli smartphone hanno preso il sopravvento, un leggio è forse un oggetto un po' raro da trovare in una casa, ma prezioso per chi saprà apprezzarne la sua utilità e persino un valore artistico, dato che si tratterà di un oggetto di artigianato. Il suo compito è quello di tenere un libro verticale e aperto alla pagina corretta. Per quanto il digitale stia man mano sostituendo gli oggetti fisici, la sensazione di avere un libro di carta tra le mani, sfogliarne le pagine e aspirarne il profumo di stampa, sia fresca che vecchia, è un qualcosa che non può essere sostituito. Per chi adora allo stesso modo questo tipo di sensazioni, un leggio da tavola si rivela un utilissimo alleato per consultare un libro mentre le mani potranno essere impegnate a fare altro. È il caso non solo degli studiosi, ma persino, ad esempio, dei cuochi o delle semplici massaie o amanti della cucina che abbiano bisogno di seguire una ricetta durante la preparazione, senza lasciare mai mestoli e frullini, neanche mentre si legge. È perfetto anche per i lettori appassionati e, inoltre, per chi semplicemente non voglia sforzare troppo la schiena.
Per realizzare questo leggio, useremo del compensato multistrato, con spessore di 2 centimetri, che garantisce leggerezza e robustezza. Dopo aver reperito tutto il materiale occorrente, potrete procedere con l'assemblaggio del vostro leggio. È possibile, per chi non avesse un posto adatto a tagliare il legno, per evitare di fare polvere, farsi tagliare i vari pannelli in un qualsiasi negozio di bricolage.

46

Assemblare i pezzi

Dopo aver tagliato i pannelli, seguendo le misure indicate, potrete iniziare a levigare le eventuali imperfezioni o schegge dovute al taglio, in modo che le superfici risultino lisce al tatto. Prendete ora il pannello 30x40 cm, che sarà la parte su cui poggerà il libro, e il listello 2,5x40 cm, che sarà il bordo che impedirà al libro di scivolare giù. Con la colla vinilica, unite i due pezzi e successivamente con due viti andranno fissati in maniera stabile.
Allo stesso modo procedete col fissare, sotto il pannello più grande, i due triangoli che avrete ricavato tagliando lungo la diagonale il pannello 15x25 cm, che fungeranno da gambe di supporto per il leggio da tavolo. È fondamentale, in questa fase, calcolare bene le misure, per lasciare spazio al listello 5x30 cm, che utilizzerete nella parta inferiore per unire i due triangoli, e che servirà a conferire stabilità alla struttura del leggio da tavolo.

Continua la lettura
56

Rifinire i dettagli

Ora che il vostro leggio è stato assemblato, potrete iniziare a dedicarvi ai dettagli. Qualora voleste conferirgli un aspetto professionale, dovrete provvedere a coprire con lo stucco eventuali buchi o crepe. Potrete poi dare un'ulteriore levigata con carta vetrata a grana fine, per non correre il rischio di lasciare schegge.
Il vostro leggio è pronto, non resta che usarlo per gustarvi un buon libro. In questa guida abbiamo scelto di realizzarlo con del compensato, ma è tuttavia possibile usare qualunque altro tipo di legno si preferisca. Sarebbe opportuno, prima di usarlo, trattarlo con della vernice impregnante, che lo terrà al sicuro da macchie e umidità. Potreste anche decidere di decorarlo o colorarlo con della vernice che sia adatta per il legno, in modo tale da personalizzarlo a seconda dei propri gusti. È un oggetto molto particolare, che negli ultimi tempi ha trovato un nuovo possibile utilizzo, ossia come sostegno per smartphone e tablet. In sostanza il concetto non cambia, ma solo il materiale di cui è composto il "libro" che si andrà a leggere con l'ausilio di un leggio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cimentatevi nella realizzazione del leggio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come realizzare un tavolo con le lattine

Arredare un appartamento in stile giovanile, allegro e fresco può essere divertentissimo ma, al tempo stesso, anche molto dispendioso. Gli elementi di arredo moderni e di design, perfetti per un appartamento di un ragazzo o di una ragazza, possono costare...
Altri Hobby

Come realizzare tavolo e sedie per la casa delle bambole

La casa delle bambole è un oggetto per collezionisti che, durante gli anni, si è arricchito di particolari appassionando non solo i bambini ma anche gli adulti. Se le nostre bambine per i loro giochi con le bambole, desiderano avere alcuni mobili, come...
Altri Hobby

Come preparare il tavolo per il giorno delle nozze

Per il giorno delle nozze bisogna organizzare tutto in modo perfetto e pensarci parecchio tempo prima, affinché non si arrivi stressati o con qualcosa da fare proprio all'ultimo minuto. Ricordati che per il giorno del tuo matrimonio devi preparare anche...
Altri Hobby

Come creare un tavolo riciclando i pallet

La casa rappresenta un luogo dove sentirsi a proprio agio. Infatti le varie camere vengono arredate in base ai propri gusti personali. Tra i tanti stili che esistono per arredare la casa, troviamo lo stile moderno, lo stile classico, minimal, lo stile...
Altri Hobby

Come creare una lampada da tavolo in corda

Per chi è amante della tecnica di decorazione, denominata decoupage, è possibile realizzare svariati oggetti, tra cui una lampada da tavolo in corda. Quest'ultima, infatti, permette di rivestire un vaso di terracotta, che magari si trova sul proprio...
Altri Hobby

Come creare un calendario da tavolo

Avere sempre a disposizione un calendario dove poter annotare i nostri impegni è piuttosto importante, soprattutto per sapersi organizzare al meglio. Il calendario da tavolo è un elemento indispensabile per chi svolge un'attività lavorativa da cattedra,...
Altri Hobby

Come costruire un tavolo da ping pong

Vi piace giocare a ping pong? Con un po' d'inventiva e un minimo di esperienza nella lavorazione del legno, avrete la possibilità di costruire da soli il vostro tavolo da ping pong: in questo modo avrete l'opportunità di trascorrere intere giornate...
Altri Hobby

Come fare un tavolo con il cartone pressato

Se pensate che sia impossibile realizzare un tavolo con del semplice cartone, ebbene avete perso la vostra scommessa! Questa idea è infatti fattibile e ha innumerevoli vantaggi rispetto ad un tavolo in legno o in altro materiale. Anzitutto è molto economico,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.