Come realizzare un mobile con lavello

Tramite: O2O 13/10/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gestire adeguatamente l'arredamento del bagno e sfruttare al meglio ogni piccolo spazio, è un grande obiettivo da perseguire. Tuttavia, la moda del momento di propone delle soluzioni più o meno adeguate alle nostre esigenze. Il problema generalmente si identifica con la mancanza di soldi utili a tale acquisto. Molto spesso, infatti, i mobili, i lavandini o i sanitari costano più del dovuto. Fortunatamente, online è possibile trovare delle guide fai-da-te che possono risolvere questo problema. Nei negozi di arredo bagno e cucina generalmente mettono in bella mostra mobili classici o moderni. I più moderni prevedono la presenza di un lavello integrato, senza dover modificare l'impianto idraulico. I passi a seguire di questo interessante articolo ci spiegheranno come realizzare un mobile con lavello incentrato sulle proprie esigenze. Vediamo insieme come fare.

26

Occorrente

  • Tavole di legno
  • Viti e cacciaviti
  • Seghetto
  • Trapano
  • Levigatrice
  • Lavello da appoggio
  • Sifone
36

Scegliere la struttura del lavello

Per poter riuscire a costruire un mobile con un lavello incorporato, dovrete scegliere, in base a quelli che sono i vostri gusti personali, la struttura del lavello. Potrete valutare diverse soluzioni ottime presso i negozi specializzati, sia in base ai materiali, e sia in base alla differenti forme in vendita. State sempre attenti ai fori per l'installazione. Alcuni di essi sono dei fori grandi e centrali, altri invece possiedono solo dei buchi laterali. Il piano d'appoggio è preferibile in legno. Questo deve avere uno spessore adeguato a, reggere il peso del lavello. Inoltre, questo legno dovrà essere resistente all'umidità e agli sbalzi di temperatura eccessivi.

46

Creare un piano d'appoggio

Create un piano che funga da appoggio, avente le misure che avete stabilito in precedenza, in base allo spazio a disposizione. Dovrete ricavare due piani aventi le medesime dimensioni e, conseguentemente, per crearli, dovrete semplicemente eseguire lo stesso lavoro su tutti e due i piani. Nel primo di questi due piani ci sarà il lavello, mentre, nel secondo, ci sarà una zona dove avrete l'opportunità di conservare i vari oggetti. Prendete le misure dei ripiani e ritagliate le sponde ai lati all'altezza che preferite. Poi fissate tutto con le viti. Sui lati incollate le cornici attendendo pazientemente che la colla faccia presa. Successivamente levigate tutta la superficie del mobile. Questo passaggio servirà per rimuovere tutte le imperfezioni e per rendere la superficie liscia.

Continua la lettura
56

Collegare il sifone al tubo di scarico

Infine, create i fori nel ripiano superiore. Basandovi sulla grandezza dei sifoni, deciderete se fare un foro grande centrale o alcuni più piccoli. Prendete le misure e ricavatene i fori. Per fare ciò utilizzate dapprima il trapano e poi proseguite con il seghetto. Poi collegate il sifone al tubo di scarico, facendo attenzione ad eventuali perdite. Guarnite accuratamente con il silicone trasparente. A questo punto il vostro mobile con lavello è pronto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come nascondere tubature sotto il lavello a parete

Se per la nostra cucina abbiamo optato per un lavello a parete, e non intendiamo però rendere visibili le tubature per lo scarico, non ci sono problemi poiché sono molteplici le soluzioni a disposizione. A tale proposito ecco una guida, con alcune idee...
Casa

Come Rilevare Le Giuste Misure In Una Nicchia Per Realizzare Un Mobile Incassato

Gli armadi inseriti all'interno della parete in rientranze apposite fanno risparmiare molto spazio e materiale da costruzione. Di conseguenza si riesce a risparmiare anche qualche soldino. Per installarli nel modo più adeguato possibile e senza avere...
Casa

Come cambiare il sifone del lavello

Nel fai da te, può spesso capitare di incontrare dei lavoretti davvero molto difficili. Ma fortunatamente non tutti sono così difficili da eseguire, e quindi non è obbligatorio l'ausilio di un esperto nel settore. Tra questi semplici lavoretti fai...
Casa

Come installare un lavello da incasso

Se abbiamo l'intenzione di realizzare una cucina in muratura oppure in legno, e ci servono alcuni elettrodomestici da incasso, è possibile installarli in modo abbastanza agevole, purché in fase di costruzione, vengano rispettate le misure standard attualmente...
Casa

Come riparare lo scarico del lavello che perde

I problemi all'impianto idraulico in casa possono capitare anche quando si presta molta attenzione a non crearli. Purtroppo però oggi è molto difficile poter contare sull'aiuto di una persona esperta e specializzata nel settore, per una ragione in particolare:...
Casa

Come siliconare il lavello

Tutte le nostre cucine sono dotate di un lavello, che può essere ad una o a due vasche e solitamente di vetroresina o di acciaio. Bisogna però fare una corretta manutenzione e rimediare in tempo con il silicone per riempire gli spazi che possono formarsi...
Casa

Come Realizzare Un Mobile Per Il Bagno Usando Una Scarpiera

Molto spesso, quando un mobile presente nella nostra abitazione, si danneggia o si usura con l'utilizzo nel tempo, preferiamo buttarlo via per sostituirlo con uno nuovo e più adatto alle mode attuali.La maggior parte delle volte, però, potremo evitare...
Casa

Come sostituire il sifone del lavello

La sostituzione di un sifone rappresenta un'operazione abbastanza facile da compiere e non richiede necessariamente la presenza di un idraulico. Il sifone nel caso specifico ha il compito di trattenere gli eventuali detriti solidi presenti nel rubinetto;...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.