Come realizzare un pavimento alla veneziana

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Dovete ristrutturare casa e dovete scegliere il pavimento? Magari avete deciso di installare il pavimento alla veneziana. È un pavimento che trovò il suo utilizzo artistico, vista la sua eleganza e peculiarità, a Venezia. Continuate a leggere questa guida per sapere come realizzare un pavimento alla veneziana. Sarà un compito di media difficoltà, ma ve lo spiegheremo nel migliore dei modi. Buona lettura!

25

La prima gettata

Il pavimento alla veneziana nell'era moderna altro non è che l'interesse e il recupero degli edifici storici. La realizzazione di questa pavimentazione è, generalmente, affidata agli esperti in questo settore. Però è possibile realizzare il pavimento alla veneziana anche tramite fai-da-te. Come prima cosa, quindi, dovrete stratificare il pavimento. Stendete un cellophane di isolamento sul solaio o sul sottofondo, e sul perimetro della stanza. Dovete mantenere un'altezza di 4 cm. Sopra al cellophane distribuite la caldana. Questa deve galleggiare ed essere isolata su fondo e perimetro: favorirà le dilatazioni. Per questo impasto cementizio dovete mantenere uno spessore di 5 cm. Sopra alla caldana, adagiate una rete elettrosaldata. Inseritela per 2 cm di altezza. I riquadri della rete devono avere le seguenti misure: 10x10x4 cm oppure 20x20x6 cm. Idratate l'impasto per ottenere un piano perfettamente liscio.

35

La seconda gettata

Dopo esservi occupati della realizzazione del primo strato, potete procedere con la realizzazione del pavimento. Sopra al piano ottenuto in precedenza, mettete la graniglia. Potrete scegliere i colori che volete e comporre disegni e fantasie. La graniglia dovrà avere uno spessore compreso tra i 2 cm (se è fine) e i 2,5 cm (se è grossa). La gettata della graniglia ha delle accortezze ambientali: non devono esserci correnti d'aria, temperature rigide o afose. Prima di gettare la graniglia, bagnate il getto di caldana. Oppure copritelo con un cellophane per mantenerlo umido. Nei primi giorni della gettata della graniglia dovete bagnare il pavimento.

Continua la lettura
45

La levigatura

Terminata anche la seconda gettata, è tempo di levigare il pavimento. Per questo procedimento vi serviranno delle levigatrici da cantiere aziendale, acido e piombo. Levigate fino ad ottenere un piano liscio. Poi trattatelo con olio di lino crudo e stendente una mano di cera veneziana. Per la manutenzione generale, saranno sufficienti delle cere non metalliche. Per detergere, non utilizzate detersivi come ammoniaca, candeggina, o che abbiano una base di acido cloridrico. Sono corrosivi!

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consigliamo comunque di consultare un esperto che sappia indirizzarvi e aiutarvi nella realizzazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come realizzare un piatto doccia a pavimento

Il piatto doccia a pavimento si rivela la soluzione ideale per coloro i quali mirano a semplicità progettuale e praticità. Tale soluzione, infatti, consente di rendere esclusiva e personalizzata la stanza del bagno, in un connubio perfetto di cura del...
Casa

Come installare una tenda veneziana sulla finestra

Le tende rappresentano certamente il rivestimento più decorativo di una finestra, ma non offrono gli stessi vantaggi delle veneziane che consentono di avere tutta l'intimità che si vuole in una stanza, senza oscurarla completamente. Installare una tenda...
Casa

Come installare un pavimento isolante

L'installazione di un pavimento isolante consente di risparmiare notevolmente sui costi di riscaldamento e raffreddamento della casa. Se poi viviamo in ​​un appartamento abbastanza grande e i pavimenti sono generalmente molto freddi d'inverno e caldi...
Casa

Come cristallizzare un pavimento

Come tutte le cose, i pavimenti delle nostre cose, sono soggetti ad usura. Con il trascorrere del tempo, in particolare nella zona giorno che è più frequentata, si può assistere ad un'opacizzazione del pavimento. Ciò avviene in particolare quando...
Casa

Come posare un pavimento in cotto

Fra i materiali usati per i pavimenti, il cotto è uno dei più antichi e tradizionali. Anche se non perfetto cromaticamente, è l'ideale per un pavimento rustico. Che sia esterno o interno, un pavimento in cotto è resistente e durevole nel tempo. Le...
Casa

Come posare un pavimento in PVC in bagno

Il PVC è un tipo di materiale che dopo l'ampio uso nel mondo industriale, ha un ruolo importante anche nel settore edilizio, dove è utilizzato per realizzare pavimentazioni. Ha numerose caratteristiche che ne hanno garantito la diffusione: è elastico,...
Casa

Come levigare il pavimento con la levigatrice trifase

Per poter ripristinare, ristrutturare e preparare la base per pavimentazioni graffiate o semplicemente vecchie si usa solitamente una levigatrice. La levigatrice, ed in particolari quelle trifasi, sono progettate e realizzate per ristrutturare pavimenti...
Casa

Come installare un pavimento in legno da esterno

Il pavimento in legno da esterno dona eleganza e funzionalità alla casa. Esso ha molteplici usi, infatti lo potremo utilizzare per pavimentare il bordo piscina o la nostra sauna esterna, oppure per il patio o per una terrazza. Mi raccomando optiamo per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.