Come realizzare un piedistallo per piantine

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il giardino oltre ad essere un ambiente che ha bisogno di una cura costante, è pure un luogo in cui possiamo sprigionare al massimo la nostra creatività. Molto spesso gli attrezzi da lavoro si logorano velocemente in questo contesto, anche perché sono più soggetti alle intemperie e alla forza della natura. Occorre quindi un rinnovo frequente dello spazio circostante in modo che rimanga a noi piacevole e sempre adatto allo stile che abbiamo scelto. A volte oggetti in disuso possono ritrovare una nuova funzione grazie ad un pizzico di inventiva. In questo caso daremo nuova vita a due portavasi in legno su rotelle piuttosto che gettarli via. Il procedimento che descriverà come realizzare un piedistallo per piantine non è particolarmente complesso, inoltre se appassionati, riuscirete ad apprezzare il risultato finale.

26

Occorrente

  • 2 portavasi circolari su rotelle(30 cm di diametro)
  • 2 assi di legno quadrate (2 metri per 2-3 cm di spessore)
  • Vernice ad acqua (125 cl)
  • Sega manuale ad arco
  • Carta vetrata
  • Martello
  • Cacciavite a stella
  • Chiodi
  • Viti
  • Pennello piatto per legno
36

Prima di tutto bisogna svitare le rotelle dai due portavasi in legno e metterle da parte. Occorrerà poi disporre di due assi di legno alte 2 m (facilmente reperibili in qualsiasi falegnameria con pochi euro). Prendete una comune sega manuale ad arco e tagliate le due assi in modo da ottenere quattro pezzi da 75 cm (da cui ricaverete le gambe del portavasi), due pezzi da 25 cm e altri due pezzi da 7 cm.

46

Passate con cura la carta vetrata su ogni asse, dopodiché iniziate ad assemblare il tutto partendo dalle gambe del piedistallo. Occorrerà fissare le quattro assi da 75 cm con i due pezzi da 25 cm, in modo da formare due coppie. Per fare ciò utilizzate delle normali viti per legno, disponendo i due pezzi da 25 cm ad una altezza di circa 10-15 cm da terra, in modo da fissarli perpendicolarmente ad ogni coppia di assi principali. Cercate di fare convergere le estremità superiori delle quattro assi principali da 75 cm in modo da poter fissare all'estremità superiore gli altri due pezzi da 7 cm con lo stesso procedimento. Ricordate che queste misure sono indicative, e dipendono sempre dal diametro del vostro portavaso in legno.

Continua la lettura
56

Prendete i due portavasi, e inchiodateli sopra i due ripiani creati (rispettivamente a 10 cm e 75 cm da terra). Fissando i portavasi in legno come basi riuscirete ad ottenere una struttura stabile e alta all'incirca 80 cm, con due nuove basi di appoggio. Per terminare, è necessario dipingere il portavasi con una pittura ad acqua del colore che più vi piace. Il giorno seguente passate una seconda mano di pittura e, una volta asciugato, il vostro piedistallo per piantine potrà ospitare i vasi che avete sempre desiderato esporre.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usare dei guanti da lavoro

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

10 idee per i segnaposto con piantine grasse

Le piantine grasse sono resistenti e molto ornamentali. Si prestano a tante simpatiche idee e decorazioni per eventi speciali, mondani o informali. Sono ideali come segnaposto per una cena tra amici o un matrimonio. Con grande sorpresa, si trasformeranno...
Bricolage

Come realizzare un obelisco in miniatura con cartone

Realizzare dei piccoli oggetti di arredo potrebbe rivelarsi un buon modo per passare il tempo ed allenare la propria manualità. Ad esempio costruendo un piccolo obelisco da poter esibire su qualche mobile per rendere il proprio arredamento molto più...
Bricolage

realizzare vasetti pensili di vetro

Se in casa hai dei vasetti in vetro, è importante sapere che puoi riciclarli per creare delle ottime ed innovative decorazioni; infatti, ad esempio puoi realizzare dei vasetti pensili per contenere delle piantine grasse o da fiore, sia da interno che...
Bricolage

Come realizzare un tavolo tondo

Se amiamo l'arte del fai da te e del bricolage, allora possiamo cimentarci nella realizzazione di mobili di grande utilità per la casa, come ad esempio un tavolo tondo per la cucina o per il soggiorno. Per fare ciò ci basta un minimo di creatività...
Bricolage

Come realizzare una bambolina e un uccellino con le foglie secche

Creare semplici giochi o decorazioni con oggetti di recupero è un'esperienza gratificante e coinvolgente, specialmente se lavoriamo assieme ai nostri figli stimolando la loro (e nostra) creatività. Ecco allora che da una passeggiata nel parco dietro...
Bricolage

Come Realizzare E Decorare Dei Vasi Di Lattine

Per tutti coloro che amano il fai da te e che non vedono l'ora di mettere alla prova le loro abilità di decoratori, ma anche per i neofiti del bricolage che vogliono sperimentare per la prima volta la loro creatività, ecco un'idea simpatica ed originale...
Bricolage

Come realizzare un albero di rame

La natura è fonte di ispirazione per tantissimi artisti; molte persone invece hanno poche occasioni per ammirarla e godere della sua influenza. Se non si ha il pollice verde, ma si ama la tecnologia si possono utilizzare dei fili elettrici avanzati da...
Bricolage

Come realizzare una fioriera da una vecchia cassettiera

Chissà quante volte avete pensato di buttare via quella vecchia cassettiera stipata in cantina, in quanto risulta essere troppo antiquata, per essere accostata al resto dell'arredamento. Se vi piacciono le piante e i fiori in generale, è possibile realizzare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.