Come realizzare un pouf a sacco

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Il pouf è un elemento che viene utilizzato da anni nelle camere da letto di tutto il mondo. Si tratta di un oggetto che ha una duplice funzione: quella di permettere alle persone di sedersi su di esso, evitando di poterlo fare sul letto, e inoltre permette di poter conservare al suo interno qualsiasi cosa. Ad oggi ne esistono di diverse tipologie: apribile, a sacco, morbido, poggiapiedi etc.; per quanto riguarda invece i materiali, è possibile scegliere tra quelli in pelle, in tessuto, in polistirolo, in acciaio, in cuoio, in juta, in ecopelle, in gommapiuma e tanti altri materiali. Il prezzo può variare in base a tutte queste caratteristiche, ma in ogni caso è l'alternativa è crearne uno con le proprie mani. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come realizzare un pouf a sacco.

26

Occorrente

  • Forbici, stoffa, compasso, squadre, polistirolo espanso, macchina da cucire
36

La stoffa

Prendete la stoffa che avete scelto (di solito si preferisce il cotone, ma anche altre vanno bene) e tagliate da quest'ultima un cerchio del diametro di 1 metro, che ci servirà come base. Quindi ritagliare tre spicchi di 2 metri circa avendo la cura di tenere il fondo un po' incurvato. Gli spicchi saranno modellati come parete del nostro pouf. Poi fate la stessa cosa con una delle misure più piccole. La prima ci servirà da sacco esterno, mentre la seconda da sacco interno.

46

La forma

Una volta ottenute le stoffe, iniziate a cucirle al cerchio e tra di loro fino a formare un cono. Il primo cono dovrà essere collocato l'interno del nostro pouf, mentre il secondo sarà come dovrà apparire. Nel secondo, disponete una cerniera piegata al rovescio e cucitela lungo un lato del nostro pouf. Riempite il cono di polistirolo espanso fino a farlo ben pieno, quindi cucite uno dei due alti sull'esterno del cono che farà da estetica e richiudete la cerniera.

Continua la lettura
56

La qualità

Questa tecnica dona la possibilità di avere diverse soluzioni perché potete scegliere la forma da dare al pouf, ad esempio un quadrato, una piramide. Si può fare solo con un cono, ma attenzione a cucire bene tutti gli agganci della stoffa e la punta, perché la pressione della seduta farà schizzare il polistirolo fuori se c'è una parte non cucita bene. I colori e la qualità della stoffa sono a vostra scelta, però ricordate che nella versione a doppio cono potete scegliere una stoffa più delicata o raffinata per l'esterno e una qualsiasi per l'interno. Così si ha la sicurezza di avere un pezzo di arredamento che non stona con il resto perché la parte esteriore potrà essere assemblata anche se non è adatta a contenere il polistirolo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Giocate con la fantasia

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come fare un pouf a forma di ciambella

Se intendiamo arredare la nostra casa in modo originale, è possibile realizzare dei pouf dalla forma insolita, ovvero a ciambella, il tutto in modo semplice, in poco tempo e con un minimo di spesa. Questo pratico oggetto donerà alla vostra abitazione...
Casa

Come fissare un sacco da boxe a casa

Per mantenersi in forma non necessariamente bisogna andare in palestra e spendere troppi soldi: è possibile, infatti, comprare alcune attrezzature che si possono montare e sistemare in casa, come per esempio un sacco da boxe. Il sacco da boxe è utile...
Casa

Come realizzare una poltroncina pouff

Una poltrona è un elemento d'arredo orientato all'eleganza e al comfort, è quindi imbottito e dotato di schienale e di braccioli, talvolta anche quest'ultimi dotati di imbottitura. Si tratta di un mobile concepito per accogliere la persona che si siede...
Casa

Come realizzare un materasso ad acqua

In commercio esistono diversi tipi di materassi come quelli classici, ortopedici ma anche ad acqua, questi ultimi comodi e al tempo stesso rilassanti. In genere vengono utilizzati nei centri benessere, ma si possono usare anche a casa ed essere adottati...
Casa

Come realizzare un terrazzo in stile bohemien

Lo stile bohemien oggi occupa un importante campo nel settore dell’arredamento, e in poche parole, si tratta di un miscuglio di arredi moderni con svariati colori, talvolta bizzarri. Quest'ultimo è, infatti, il principio su cui si basa tale stile,...
Casa

Come realizzare un tartan per arredo

Una delle più diffuse tendenze moda degli anni passati è l'utilizzo dei tessuti tartan. Di fatti, si possono adoperare sia nell'abbigliamento che nell'arredamento. I tessuti tartan sono caratteristici grazie ai loro disegni scozzesi ed all'adozione...
Casa

Come Realizzare Una Rete A Tramaglio

Può capitare spesso di aver bisogno di una rete in casa, e per le più svariate ragioni. Le reti sono fabbricate legando insieme tratti di spago già tagliati o intrecciando le maglie un giro dopo l'altro. Esse trovano un impiego più frequente nella...
Casa

Come realizzare un muro per dividere la cucina dal salotto

In molte case, la cucina ed il salotto, sono posizionati nella stessa stanza, senza essere divise da un muro. Spesso, questa situazione, è presente in case piccole. In altri casi, invece, è puramente una scelta estetica dell'architetto che ha progettato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.