Come realizzare un roseto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se possediamo un giardino e decidiamo di abbellirlo si può realizzare un roseto elegante e particolare. Per fare questa operazione è indispensabile conoscere le varie tecniche che si possono prendere in considerazione e le diverse tipologie di fiori che possono essere utilizzati. Leggendo questo tutorial si possono avere degli utili consigli e delle corrette informazioni su come realizzare un roseto.

25

All'inizio è fondamentale decidere la zona del giardino per realizzare il roseto. Nel fare la scelta si deve tener presente che questi fiori amano il sole per cui bisogna prestare attenzione dove i raggi battono con maggior frequenza. Dopo che è stata individuata la zona si deve procedere alla preparazione del terreno. Generalmente tutte le specie di rose amano un terreno argilloso ed allo stesso tempo sabbioso. Se la zona che è stata scelta non presenta questa tipologia di terreno si può sempre ricrearlo. Utilizzando piccone, vanga e badile si procede alla rimozione della terra esistente; quindi si deve sistemare da una parte in attesa di riutilizzarla. A questo punto si deve posizionare il nuovo terreno e si deve mescolare con una parte di quello vecchio.

35

Se questa operazione non è possibile eseguirla è consigliabile concimare il terreno con del letame fresco. Al termine del lavoro bisogna lasciare a riposo il terreno fino al prossimo autunno. Quando si devono piantare i fiori è opportuno selezionare tra le varie tipologie quelle che si preferiscono. Prima di mettere a dimora le rose si devono posizionare le piante comprate all'interno di contenitori di plastica ricolmi di acqua; le piante si devono lasciare in ammollo per una notte intera. Il mattino seguente si devono scavare con una vanga le varie buche; una volta che queste ultime sono pronte si possono piantare le rose.

Continua la lettura
45

Adesso si devono sistemare le piante con cura all'interno delle fosse preparate; poi si devono ricoprire le radici con un po' di terra e con le mani si deve pressare specialmente intorno al fusto ed alle radici e si deve ricoprire la buca con terriccio fresco. Si continua in questo modo fino a che tutte le piante non vengono posizionate. Al termine si deve annaffiare abbondantemente il terreno ed assicurarsi che l'acqua penetra fino alle radici. È consigliabile annaffiare 2 volte al giorno fino a quando arriva l'inverno. L'anno dopo, sempre nel periodo autunnale, si devono potare rose, eliminando i rami secchi. Con questo metodo si hanno in primavera risultati sorprendenti.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Preparare il terreno in primavera, per poi mettere a dimora le rose in autunno quando la terra è ancora calda

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Consigli per un roseto verticale

Se nel nostro giardino tra le tante piante intendiamo coltivare anche un roseto di tipo verticale, è importante sapere che ci sono alcuni accorgimenti da adottare, affinché possa crescere sano e rigoglioso. A tale proposito, ecco una lista con alcuni...
Giardinaggio

Come creare un roseto in balcone

Se abbiamo un balcone e intendiamo allestirlo in un modo decisamente originale e raffinato specie nel periodo primaverile, possiamo usare le tradizionali rose. Nello specifico, si tratta di posizionarle a schiera e creare un vero e proprio roseto, oppure...
Giardinaggio

Come curare i roseti nel tuo giardino

Non meravigliamoci molto se le piante delle rose siano così tanto popolari e frequenti nei nostri giardini. Sono piante bellissime, robuste, dai fiori profumati che simboleggiano, più di tanti altri, l'amore e l'amicizia verso gli altri. Ecco una semplicissima...
Giardinaggio

Come realizzare un frutteto biologico

Come vedremo nel corso di questo interessante tutorial, con un po' di impegno e pazienza è possibile realizzare un efficiente frutteto biologico, senza investire cifre considerevoli. È sufficiente infatti seguire alcuni trucchi basilari per realizzare...
Giardinaggio

5 micro giardini semplici da realizzare

Se si sogna un giardino ma non si hanno ampi spazi dove poterlo realizzare perché magari si ha solo un balcone, o semplicemente si ha uno spazio all'aperto troppo limitato, niente paura, oggigiorno è possibile realizzare dei giardini in miniatura per...
Giardinaggio

Come realizzare un orto verticale in giardino

Realizzare un orto verticale in giardino è semplicissimo, basta avere un po di inventiva, del tempo libero, e, cosa importantissima, avere voglia di realizzare qualcosa di belo. Iniziamo subito col dire che non servono grandi spazi per realizzare un...
Giardinaggio

Consigli per realizzare un prato inglese

Un prato verde e rigoglioso, come quello inglese, in giardino non possiede solamente un valore estetico. Possiamo definire questo manto erboso il polmone verde della nostra casa: la nostra fonte di ossigeno. Nei mesi più caldi, inoltre, garantisce un...
Giardinaggio

Come realizzare un comodino in legno e marmo

Quando intendiamo arredare la nostra casa con mobili che non riusciamo a trovare in commercio perché non adatti allo stile impostato, in alternativa è possibile realizzarli, copiandoli da quelli che invece già possediamo. Un esempio può essere quello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.