Come Realizzare Un Secchiello Da Campeggio In Rafia Intrecciata

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Un secchiello da campeggio è un oggetto utile e colorato, che può essere realizzato in vari materiali (ad esempio: con la plastica, con il cartoncino, con la stoffa con la rafia ecc.) e in qualsiasi modo; può contenere inoltre molti oggetti, tutto dipende dalla grandezza nel quale viene realizzato, infatti le misure e la forma sono a propria scelta come del resto i materiali impiegati e il colore. In commercio potete trovare questo tipo si secchielli con un manico oppure con due manici e di forme differenti, come ad esempio quadrati, rettangolari oppure ovali. La realizzazione è piuttosto difficile soprattutto per chi è alle prime armi nel cucito, ma con un po' di pazienza riuscirete sicuramente ad ottenere un bel risultato. Ecco dunque come realizzare nella giusta maniera un secchiello da campeggio in rafia intrecciata.

25

Occorrente

  • 12 m di rafia
  • ago da lana
  • cartoncino
  • nastro di canapa
35

Per la realizzazione del secchiello, avrete bisogno di una scatola di cartone, dalla forma cilindrica, delle dimensioni a voi più consone. Create con un cartoncino pressato e solido, un cilindro che abbia la circonferenza della misura che desiderate. Chiudetelo con la cucitrice. Se il cartoncino dovesse risultare troppo sottile, potreste rinforzarne il bordo superiore e inferiore incollandoci sopra una striscia supplementare con lo stesso cartoncino e alta circa 3 cm.

45

Una volta realizzata la base in cartone, procedete realizzando la treccia in rafia. Terminato l'intreccio, create la base rotonda con la rafia, semplicemente arrotolandola su se stessa e fissando, l'aspirale con dei punti di cucito. Mantenete piatta la treccia e arrotolala su se stessa. Ogni centimetro circa, cucitela con l'ago da lana, in cui avrete infilato un filo di rafia. Continuate ad arrotolare la treccia a chiocciola e a cucirla fino a ottenere un disco con un diametro di 4 cm, inferiore a quello del cilindro. Proseguite per 3 giri piegando la treccia verso il basso.

Continua la lettura
55

Terminata la base, proseguite con l'altezza della scatola. Continuate ad arrotolare la treccia in senso verticale, formando la parte cilindrica e cucendola con il filo di rafia, affinché il risultato sia più solido. Per formare il bordo, cucite un giro di treccia inclinato verso l'esterno. Un ulteriore accorgimento per ottenere un cestino solido, è quello di passare dei punti di colla a caldo, mentre avvolgete la rafia, prima di appuntarla con un punto di cucito. Per la tracolla, che fisserete all'interno della borsa, eseguite un intreccio di 7 fili o fissate un largo nastro di canapa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare un sottopentola in rafia

La rafia è un materiale grossolano ma al contempo estremamente resistente. Grazie alle sue caratteristiche, esso si può utilizzare sia per realizzare delle decorazioni che per i lavori di giardinaggio. Inoltre, con la rafia si possono creare tantissimi...
Altri Hobby

Come fare una ghirlanda di rafia

Con la rafia, versatile fibra abbastanza diffusa ottenuta dalla palma africana che porta lo stesso nome, si possono ottenere diversi articoli. Essa, data la sua tenacia, è infatti adoperata (in alternativa alla juta) soprattutto per ottenere prodotti...
Cucito

Come Fare Delle Bamboline Di Rafia

Se siete appassionate di cucito e fai da te, o state semplicemente cercando un'attività piacevole e interessante da svolgere con i vostri bambini, ecco la guida che più fa al caso vostro. Per tutti coloro infatti che vogliono svolgere sempre nuovi lavoretti...
Cucito

Come Costruire Un Tappeto Con La Rafia E Il Cotone

Molto spesso ci ingegniamo per avere un arredamento per la nostra casa perfetto a costo zero, quindi utilizzando materiali di scarto oppure di riciclo. Ecco, noi in questa guida vogliamo proprio vedere come costruire un qualcosa che vi può essere utile...
Altri Hobby

Come realizzare un portapenne con filo di rafia

Grazie all'arte del riciclo e del fai da te, associati ad un pizzico di fantasia, tutti quanti siamo in grado di realizzare con le nostre mani oggetti più o meno utili che possono servire per abbellire la nostra casa o per fare un regalo. La creatività...
Bricolage

Come realizzare fiori di rafia a mazzetti e come centro tavola

Esiste un'ampia varietà di lavori che si possono eseguire con la rafia. Alcuni esempi sono i cappelli, le borse, le stuoie, i cestini, i sacchetti, le cordicelle e non ultimi, è doveroso citare anche i fiori ed i mazzetti con cui realizzare un favoloso...
Altri Hobby

Come realizzare un lampadario in rafia

Ogni volta che dobbiamo arredare la nostra abitazione, iniziamo a girare per i vari negozi per ricercare l'elemento di arredo che possa andare bene con il resto dell'arredamento. Tuttavia, molto spesso, dopo aver perso molto tempo per ricercare i vari...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare il filo di rafia

Il filo di rafia è una fibra naturale che deriva da una palma dalla quale prende anche il nome. La palma di rafia è presente in Madagascar e, solitamente, viene essiccata per poi essere trasformata in nastro naturale. In commercio, esiste anche una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.