Come realizzare un tappeto erboso

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Quando si possiede uno spazio da dedicare al giardinaggio, è sempre bene poterlo sfruttare al meglio piantando e coltivando qualcosa che possa arricchire un'area che altrimenti sarebbe spoglia. In un ampio spazio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di poter coltivare un bel prato. Questo può rappresentare un modo molto ingegnoso di sfruttare il proprio giardino. Lo scopo di questa guida verte proprio su questo aspetto molto importante. Infatti avremo modo di vedere come poter realizzare, attraverso semplicissimi passaggi, un rigoglioso tappeto erboso per il nostro giardino.

26

In primo luogo, se volete realizzare un tappeto erboso resistente, dovete procedere alla preparazione del terreno. Dovete procurarvi una vanga, affondarla nel terreno per 15/20 cm e rivoltare le zolle più volte. Subito dopo con un rastrello dovete sminuzzare le zolle più grandi, estirpare le erbacce, togliere i sassi e rendere il terreno omogeneo.

36

Dopo aver finito con la prima operazione, che è sicuramente la più faticosa, passate sul terreno con un rullo frangizolle, nei sensi verticale e orizzontale; poi rastrellate nuovamente. Dopo aver sminuzzato ulteriormente il terreno, ripassate con il rullo, sempre in maniera incrociata. Ricordatevi che dovete effettuare queste operazioni a terreno perfettamente asciutto.

Continua la lettura
46

In questo modo avete dissodato il terreno e non vi resta che far riposare il tutto per una settimana. Ora potete passare alla concimazione; il concime che sceglierete, dipende dal tipo del vostro terreno; le dosi e le modalità sono suggerite sulla confezione. Per favorirne la penetrazione nel terreno, spargete il concime e rastrellatelo.

56

Dopo una decina di giorni, potete procedere alla semina. Il mese migliore per la semina del prato è settembre, se abitate in una regione del centro-nord, mentre per il sud è meglio che aspettate ottobre/novembre, in alternativa potete seminare all'inizio della primavera. È sempre meglio che seminate in giornate senza vento e con il terreno leggermente umido.

66

Camminando avanti e indietro per tutta la superficie, spargete circa 30 grammi di semi per ogni metro quadrato. Una volta terminata la semina bisogna procedere con una accurata rastrellatura e una leggera rullatura; infine innaffiate con cura il terreno, sempre dopo il tramonto. Mi raccomando non dimenticate di mettere uno spaventapasseri per proteggere i vostri semi dagli attacchi degli uccelli e fate attenzione anche alle formiche.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come curare il tappeto erboso

Il prato come cornice del giardino: è proprio così! Anche se il giardino presenta delle belle piante sia da foglia che da fiore, ma il prato o tappeto erboso non è ben curato, l'impressione è di disordine, di incuria. Il giardino (e quindi il prato)...
Giardinaggio

Come preparare il terreno per un tappeto erboso

Volete ottenere il prato dei vostri sogni? Niente paura, questa guida fa certamente al caso vostro! Infatti, con pochi e semplici passaggi ma soprattutto con i miei infallibili consigli, vi spiegherò nella maniera più chiara e comprensibile possibile...
Giardinaggio

Come impiantare un prato erboso a rotoli

Se desiderate avere al più presto un bel prato verde, ma non avete alcuna intenzione di attendere che i semi germoglino, mettete direttamente a dimora i tappeti erbosi. In meno di una giornata, infatti, il vostro bel prato sarà impiantato e il vostro...
Giardinaggio

Come curare un manto erboso

Con il sopraggiungere della primavera, osservava Carducci, tutto è del color di prato. Non appena inizia la bella stagione si può incominciare finalmente a godere dei propri prati verdi. Ma come bisogna fare per raggiungere questo invidiabile risultato?...
Giardinaggio

Come rialzare un pozzetto ceduto in giardino

Dopo aver realizzato l'impianto d'irrigazione in un nuovo giardino per il quale sono stati installati alcuni pozzetti tecnici indispensabili per l'inserimento di elettrovalvole o dove vengono solitamente raccordate le differenti tubazioni, l'assestamento...
Giardinaggio

Come realizzare un prato in giardino

Possedere un bel prato rigoglioso nel proprio giardino è da sempre il sogno di qualsiasi amante della natura. Non c'è nulla di meglio della propria oasi personale per far giocare i bambini in sicurezza oppure rilassarsi all'ombra nelle giornate primaverili...
Giardinaggio

Come Utilizzare Un Diserbante

Il diserbante, noto anche come erbicida, combatte la malerba. Utilizzato dopo gli anni Cinquanta, sostituisce egregiamente l'estirpazione manuale o la pacciamatura. Agisce per assorbimento fogliare o direttamente sulle radici. Tuttavia, quest'ultima tipologia...
Giardinaggio

Come tosare il prato

Saper tosare il prato è una capacità molto importante per chi ha intenzione di iniziare ad abbellire la zona verde della propria abitazione. Tale operazione viene spesso sottovalutata ma in realtà deve essere ben pianificata a monte dell'intervento:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.