Come realizzare un tappeto patchwork con vecchi abiti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Capita almeno una volta nella vita di ritrovarsi con montagne di vestiti che non piacciono più o sono passati di moda e non sapete proprio cosa farne. Per le donne è difficile gettare i propri vestiti; se però si è deciso di liberarsene, è meglio farlo in modo creativo. Il tappeto è un componente d'arredo importante e spesso aggiunge quel tocco di colore e di stile che mancava. Ecco quindi che, con un po' di fantasia e ingegno, potrete realizzare un tappeto patchwork fatto proprio con i vostri vecchi abiti, debitamente lavorati e tagliati in modo che possano essere riutilizzabili. Vediamo quindi insieme come fare nel dettaglio.

26

Occorrente

  • ago
  • filo
  • forbice
  • vecchio tappeto
  • macchina da cucire professionale
36

Il tappeto naturalmente è qualcosa che ha bisogno di una base rigida, quindi procuratevi una rete o anche un vecchio tappeto che possa dargli stabilità. Gli indumenti che spesso abbondano negli armadi sono i jeans, ed è per questo che si prestano a essere impiegati nei modi più diversi. Realizzare un tappeto patchwork con vecchi jeans a sfumature diverse vi farà apprezzare l'arte del riciclo creativo e anche la loro proverbiale resistenza. Usate jeans possibilmente invernali che abbiano uno spessore maggiore. Con l'ausilio delle forbici tagliate delle strisce di stoffa, che devono essere larghe circa sette centimetri.

46

Una volta che avrete posizionato una base, dovrete mettere in conto che i pezzi di stoffa dovranno formare una sorta di puzzle, quindi il patchwork con pezzi a forma di quadrato, rettangolo triangolo o come il vostro estro vi suggerisce, quindi sia da ritagli con forme geometriche predefinite o con pezzi di stoffa tagliati alla rinfusa e poi cuciti insieme. Dovrete prima imbastire le strisce di stoffa in moda da avere una prima "bozza" del vostro tappeto patchwork con vecchi abiti. Non dovete preoccuparvi se alcune strisce di stoffa non sono perfettamente della stessa misura, perché dove manca potete anche aggiungerne cucendone un pezzo o, viceversa, tagliare dove sono troppo lunghe.

Continua la lettura
56

Quando avrete terminato le cuciture provvisorie livellate tutte le strisce e cucite per tutto il perimetro una fettuccia, sempre in jeans, che rifinisca i bordi. Ripassate quindi tutto con la macchina da cucire, facendo attenzione ad andare dritti e il tappeto patchwork con vecchi abiti sarà pronto. Al posto del jeans naturalmente potete utilizzare anche altre stoffe in cotone o lana, ma sarà bello assemblare e accostare ritagli di vecchi vestiti con fantasie diverse: quadri, fiori, geometrici, tinta unita. Questi accostamenti daranno un effetto molto allegro e romantico. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non dovete preoccuparvi se alcune strisce di stoffa non sono perfettamente della stessa misura, perché dove manca potete anche aggiungerne cucendone un pezzo o, viceversa, tagliare dove sono troppo lunghe.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un tappeto patchwork

Il patchwork è un metodo di lavorazione del tessuto tipicamente americano. Tramite questa tecnica si producono capi di abbigliamento, lenzuola, coperte, tappeti e tanto altro ancora. La materia prima può essere la stoffa, la lana o altri materiali che...
Cucito

Come realizzare un tappeto patchwork per il bagno

Il fai-da-te, il bricolage e il cucito sono attività hobbistiche che riscuotono molto successo, soprattutto per via degli ottimi risultati che si possono ottenere con pratica e fantasia. Una tecnica che riguarda il cucito e il riciclo creativo è quella...
Cucito

Come Fare Un Tappeto Di Stelle Patchwork

Il patchwork è un manufatto che praticamente è l'unione, attraverso la cucitura, di diverse tipologie e parti di tessuto. Il più delle volte quest'ultimo è il catone, ad ogni modo si possono realizzare patchwork anche con altre tipologie di tessute....
Cucito

5 idee per riciclare vecchi abiti

Quando arriva la nuova stagione è fondamentale fare il cambio abiti. Quindi, nel momento in cui si sostituiscono, spesso se ne buttano via tanti. Ovviamente, questo è un modo per mettere in ordine e togliere il superfluo. Ma, da ritenere poco sostenibile...
Cucito

Come dare nuova vita ai vecchi abiti

Quando effettuate il cambio di stagione negli armadi di certo vi sarà capitato di ritrovare vecchi abiti ormai inutilizzati da tempo e finiti nel dimenticatoio. Questo momento può tuttavia essere una buona occasione per dare nuova vita ad indumenti...
Cucito

Come fare un tappeto con vecchi asciugamani

Se si dispongono pile di vecchi asciugamani che sono stati utilizzati per anni e anni, in alcune aree possono essere più usurati rispetto ad altri, prima di gettarli controllate le parti più nuove del telo che si può ancora riutilizzare in parecchi...
Cucito

10 trucchi per recuperare vecchi abiti

Quando apriamo l'armadio, magari per un cambio stagionale, ci rendiamo conto di avere vecchi abiti in disuso. Con il tempo molti capi diventano obsoleti oppure non vestono più come prima. Gettarli via sarebbe un peccato, specialmente se sono ancora nuovi....
Cucito

Come realizzare un tappeto con materiale di riciclo

La tendenza al riciclo sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni in cui si mette al primo posto il rispetto per l'ambiente. Molte persone abili ed originali hanno fatto del riciclo una vera e propria arte, sfruttando l'ingegno, la creatività...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.