Come realizzare un tavolino tuttofare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Un tavolino tuttofare ha sicuramente moltissimi pregi: è piccolo, quindi può essere posizionato dappertutto, alcuni tipi sono a due ripiani, quindi può ospitare molti oggetti, si sposta con facilità, perché è provvisto di ruote ed è maneggevole quanto una sedia. E’ un elemento irrinunciabile, perché dotato di moltissime funzioni. A tal riguardo, nei passi della seguente guida, vi fornirò alcune utili indicazioni su come realizzare il vostro personalissimo tavolino tuttofare. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • 1 multistrato 43 x 25 cm di 15 mm di spessore
  • 1 multistrato 53 x 31 cm di 15 mm di spessore
  • 4 assi di legno multistrato 47 x 5 cm di 20 mm di spessore
  • 2 assi legno multistrato 30 x 5 cm
  • traversa 43 x 5 cm
  • adesivo vinilico
  • chiodi 25 mm
  • 4 ruote
  • carta vetrata
37

Prima di iniziare il lavoro, procuratevi tutto l'occorrente: un multistrato 43 x 25 cm di 15 mm di spessore, un multistrato 53 x 31 cm di 15 mm spessore, quattro assi di legno multistrato 47 x 5 di 20 mm di spessore, due assi legno multistrato di 30 x 5 cm, una traversa di 43 x 5 cm, adesivo vinilico, dei chiodi di 25 mm e quattro ruote. Con i due assi di legno 47 x 5 cm e una da 30 x 5, realizzate una "A" dopodiché con le altre due assi più l'altra più corta, realizzate un'altra "A" identica, realizzando i cavalletti che faranno da base al vostro tavolo. Se volete, per rendere più semplice l'operazione, potete disegnare, a grandezza reale, la "A", su un grande foglio di carta, in modo che vi basterà semplicemente appoggiare i pezzi per eseguire l'operazione.

47

Successivamente, per far sì che il vertice della "A", combaci perfettamente, potete aiutarvi con l'apposito strumento. Quando questi pezzi sono pronti, uniteli con adesivo vinilico e, per rendere il tutto più resistente, con dei chiodi. Fatto ciò, applicate la traversa sul vertice delle rispettive "A", per rendere solido l'appoggio. Realizzati, perciò, i due cavalletti, preparate i due piani di appoggio, con spessore 15 mm, e aventi due misure diverse, dato che uno darà il piano d'appoggio principale, mentre l'altro sarà quello inferiore. Fissate quindi il primo piano d'appoggio superiore, alla traversa del cavalletto, con chiodi, sottili, lunghi 25 mm.

Continua la lettura
57

In seguito, per fissare, ai due supporti di base, il secondo piano inferiore, basta semplicemente un adesivo vinilico, oppure potete utilizzare dei reggi piano (ve ne serviranno quattro), che attaccherete alle gambe del tavolo, con dei chiodini, potendo, così, poggiare il vostro piano. Giunti, quasi, al termine dell'operazione, dovete lisciare con della carta vetrata e, se desiderate, potete tinteggiare il tavolo. Aspettate, quindi, che si asciughi completamente, e procedete, infine, con l'applicare le quattro ruote snodabili, utilizzando delle viti. A questo punto, il vostro tavolino tuttofare sarà pronto per l'uso. Buon lavoro!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come realizzare un tavolino in sughero

In questa guida vi spiegherò brevemente come realizzare un tavolino in sughero. Spesso in quest'epoca i tavolini in sughero possono sempre tornare utili. Specialmente se avete bisogno di un piano d'appoggio che abbia una superficie morbida e omogenea...
Casa

Come realizzare un tavolino di legno intarsiato

L'intarsio in legno consiste nell'accostare fra loro dei pezzetti di legno da far combaciare alla perfezione e creare, così, un disegno, in contrasto con la superficie liscia di un mobile. Questa tecnica conferisce eleganza, raffinatezza e stile al vostro...
Casa

Come realizzare un tavolino

I tavoli fanno parte dell'arredamento di una casa, ma anche di uffici e di negozi; oltretutto possono essere realizzati in stili e modelli differenti per soddisfare i propri gusti, come ad esempio: in stile moderno, in arte contemporanea, in stile classico,...
Casa

Come Realizzare Un Tavolino In Stile Giapponese

Sicuramente al giorno d'oggi chiunque può affermare con sicurezza che è sempre più difficile riuscire ad arredarsi la propria casa (o per i più giovani, la propria stanza) acquistando tutto che sia più consono ai propri gusti. Questo accade a causa...
Casa

Come Costruire Un Tavolino Jolly

In casa, tra i tanti complementi di arredo, troviamo utilissimo il tavolino jolly. Si tratta sostanzialmente di un mobile molto leggero e maneggevole, che si può sistemare un po' ovunque. Se collocato centralmente e dietro al divano, esso può fungere...
Casa

Come costruire un tavolino basso con i bancali

I bancali sono ormai stati sdoganati da designer ed arredatori di ogni angolo del mondo. Dimenticate infatti pellets associati a magazzini e cantieri, ormai i bancali sono veri oggetti d'arredamento. Moltissimi infatti sono gli esempi di combinazione...
Casa

Come costruire un tavolino da salotto porta rivista con pallet

Sta diventando sempre più frequente la tendenza ad arredare la casa con materiali di riciclo. Cimentarsi nel realizzare con le proprie mani mobili e suppellettili, si può rivelare particolarmente divertente e dona molte soddisfazioni. Reinventare oggetti...
Casa

Come rivestire di mattonelle a mosaico un tavolino di legno

Molte volte i mobili che possediamo rimangono inutilizzati o non abbiamo la possibilità di sfruttare tutte le loro possibilità. In questa categoria ritroviamo i tavolini in legno. Difatti questi sono spesso lasciati in disuso e non hanno alcuna utilità,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.