Come realizzare un traliccio per rampicanti

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In giardino è usanza coprire i muri con le piante rampicanti, sia per nascondere un brutto intonaco, sia per motivi strettamente decorativi oppure per dividere in maniera piuttosto discreta e naturale il terrazzo o la veranda in due parti distinte. Fra l'altro una piccola parete verde e fiorita, oltre che essere la soluzione più adatta dal punto di vista sia estetico che funzionale, può essere realizzata in maniera semplice, con poco materiale può essere spostata o eliminata a seconda delle differenti esigenze. Perché i rampicanti possano svilupparsi bene è consigliabile realizzare un traliccio ed in questa guida vi spiegheremo come procedere.

27

Occorrente

  • Fioriere
  • listelli di legno 4 x 4 cm
37

Per costruire una parete divisoria realizzata con il traliccio per piante rampicanti, è prima di tutto necessario che vi procuriate la fioriera o i vasi contenitori dei rampicanti che, avvicinati fra di loro, possano permettere di determinare la misura della base della piccola parete che volete realizzare. Grazie a dei listelli di legno della misura di 4 x 4 cm, realizzate il telaio del traliccio per piante rampicanti, che deve avere le seguenti misure: la base deve essere qualche centimetro in più della misura ottenuta dai vari contenitori del rampicante messi l'uno in fila all'altro, l'altezza, per questioni strettamente legate alla stabilità, non deve superare il metro e ottanta.

47

È necessario, poi, che vi procuriate dei listelli di legno dello spessore di mezzo centimetro e della larghezza di 3 cm, quindi disponetene uno sul telaio in diagonale che parte da un vertice fino a raggiungere l'altro, tagliatene le estremità eccedenti il bordo esterno del telaio ed inchiodate i due listelli; ripetete la stessa operazione anche per i listelli posti in parallelo. Sempre allo stesso modo, realizzate la seconda parte dell'orditura, sovrapponendola alla prima: il minimo spessore ne permetterà il fissaggio al telaio senza piegare troppo il legno; inchiodate anche i punti di sovrapposizione fra i vari listelli del traliccio.

Continua la lettura
57

Con i listelli di 4 x 4 cm, costruite quattro elementi di sostegno costituiti da triangoli rettangoli, con il cateto verticale più lungo di almeno 20 cm dell'altezza dei contenitori, e con l'altro cateto più corto del primo. Fissate le quattro basi di sostegno a squadra alla base dei montanti verticali del telaio del traliccio, in modo che sostengano l'intera parete e la tengano sollevata da terra al di sopra dei contenitori dei rampicanti, che si ancoreranno al traliccio. A questo punto il vostro traliccio per piante rampicanti è pronto per essere sistemato dove lo desiderate.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come e quando potare le piante rampicanti

Le piante rampicanti sono piante molto decorative che, nei nostri giardini, crescono in verticale sulle recinzioni perimetriche, svolgendo una duplice azione: di abbellimento per l'ambiente della nostra abitazione e di schermo, a protezione dagli sguardi...
Giardinaggio

Come fare un arco per rampicanti

Per abbellire il vostro giardino una delle soluzioni più suggestive sono le piante rampicanti. Infatti queste, con i loro fiori e i loro colori, offrono uno spettacolo davvero unico e di rara bellezza. Per agevolare lo sviluppo in verticale delle piante...
Giardinaggio

8 mosse per costruire un supporto per rampicanti

Siete appassionati di fai da te e giardinaggio? Amate le piante rampicanti? Potrebbe farvi piacere farne crescere una sul vostro balcone o nel vostro giardino per dare un tocco in più alla vostra dimora. Ecco le 8 semplici mosse per costruire un supporto...
Giardinaggio

I migliori supporti per rampicanti

Per abbellire il nostro giardino non c'è niente di meglio che considerare di utilizzare dei supporti per dei rampicanti, ovvero delle assi, o delle travi, o qualcos'altro di simile, che possa riuscire a sostenere le piante rampicanti con le quali vogliamo...
Giardinaggio

Le migliori piante rampicanti

Le piante rampicanti sono un ornamento molto interessante, differente dalle solite siepi. Oltre ad essere molto belle, presentano molteplici vantaggi e grandi utilità. Possono infatti isolare la casa dall'inquinamento atmosferico ed oscurare molte zone...
Giardinaggio

Come scegliere le piante rampicanti per il terrazzo

Avete la fortuna di possedere un appartamento caratterizzato dalla presenza di un terrazzo? State pensando di renderlo più splendido con alcune piante rampicanti? La prima caratteristica da valutare con estrema attenzione riguarda lo spazio che sia ha...
Giardinaggio

Come mettere i tutori agli ortaggi rampicanti

Generalmente giugno è il mese in cui si iniziano a raccogliere le carote, l'erba aromatica e l'insalata, ma è anche il mese adatto per mettere i tutori agli ortaggi rampicanti. Come ben sappiamo le piante rampicanti necessitano di un sostegno man mano...
Giardinaggio

Come propagare le rose rampicanti

In questa guida, pratica e veloce, che abbiamo deciso di proporre a tutti i nostri cari lettori che amano le piante, ed in particolar modo le rose, vogliamo proporre appunto il modo per capire come e cosa dover fare, per propagare, nella maniera più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.