Come realizzare una bobina di tesla

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Questa guida ha l'obiettivo di fornire dei consigli su come è possibile realizzare una bobina di Tesla, dal nome dello scienziato NikolaTesla, e come fare degli esperimenti per la produzione di scariche elettriche. Questo strumento che incuriosisce tantissime persone è abbastanza pericoloso, in quanto si possono generare impetuosi fenomeni e tensioni quali i fulmini. È importante non dimenticare che con l'alta tensione non si scherza per cui bisogna agire solo in sicurezza. Vediamo quindi insieme come procedere.

25

Reperite il materiale necessario

La bobina di Tesla ha un trasformatore di alta tensione che è possibile comprare nei negozi di elettronica, installazioni e riparazione di insegne luminose. È indispensabile accertarsi che la tensione di uscita sia almeno di 5.000 V. Un altro strumento della bobina è il condensatore per alte tensioni; esso non si trova facilmente nei comuni negozi per cui la via più semplice e sbrigativa è la ricerca via Internet. Inoltre la bobina ha lo spinterometro che scatena scariche elettriche nello spazio atmosferico; esso si trova in un qualsiasi negozio specializzato oppure su Internet.

35

Avvolgete un tubo di plastica con il filo smaltato

Ai componenti principali occorrono altri elementi elettrici per la bobina. Per una bobina primaria si deve utilizzare un tubo di rame facilmente pieghevole di diametro minimo di 6 mm. Si costruisce poi una spirale piatta con circa 10 giri di tubo; quest'ultimo va disposto saldamente su un supporto isolante. La bobina secondaria si può comprare oppure costruire. Per l’assemblaggio bisogna avvolgere un tubo di plastica con il filo smaltato di dimensioni più piccole. Non bisogna fare accavallare le spire o il tratto di conduttore, ma si devono distanziare tra loro. Successivamente spruzzate lo spray anticorona per 2 volte. Infine occorre un toroide di metallo oppure una sfera da mettere sulla bobina secondaria.

Continua la lettura
45

Collegate la bobina primaria in parallelo

La parte che riguarda il collegamento elettrico non è difficile da realizzare in quanto si possono utilizzare cavi di piccole dimensioni per affrontare le correnti non elevate. Essi devono essere isolati in quanto le tensioni sono intense. Bisogna collegarli ad un circuito di condensatori in parallelo al circuito secondario del trasformatore. Dopodiché fate delle prove fino a quando non otterrete un ottimo risultato. Collegate adesso la bobina primaria in parallelo ai condensatori e mettete quella secondaria al centro della bobina primaria. A questo punto, dopo avere mandato tensione al circuito, la bobina è funzionale. Buon lavoro.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La bobina secondaria si può comprare oppure costruire
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come realizzare anelli con fili di rame

Se il nostro punto debole è la bigiotteria e siamo alla perenne ricerca di qualcosa di nuovo e di diverso dal solito, per soddisfare questa nostra esigenza possiamo provare a realizzare piccoli gioielli con le nostre stesse mani. In questo modo possiamo...
Altri Hobby

Realizzare un trasmettitore FM

Le frequenze FM tendono a sbiadire quando l'alimentazione del trasmettitore è scarica, questo può significare che il trasmettitore è lontano da un'antenna o che l'intensità di segnale del canale selezionato è debole; tutto dipende dal tipo di dispositivo...
Altri Hobby

Come realizzare il nodo del boa

I nodi servono generalmente per assicurare diversi oggetti e sono davvero resistenti qualora vengano praticati in modo corretto. Un nodo piuttosto robusto è senza alcun dubbio quello del boa, il quale si adatta a numerosi impieghi.Nella seguente guida,...
Altri Hobby

Come realizzare guanti medievali in cotta di maglia

Nel Medioevo insieme alle armature venivano indossati anche degli indumenti realizzati in cotta di maglia, ovvero usa sorta di rete metallica protettiva. In riferimento a ciò, se intendiamo realizzare dei guanti medievali della stessa natura, ecco allora...
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
Altri Hobby

Come realizzare una chiusura per collane

Perline, charms e pendenti non possono mancare nel cofanetto di ogni creativa. Usati per personalizzare variopinti bracciali in caucciù o per dare vita ad eleganti collane, questi elementi si alternano fino a dare vita ad una creazione unica ed artigianale...
Altri Hobby

Come costruire un auricolare wireless

La tecnologia, si sa, ha fatto negli ultimi anni davvero passi da gigante. Soprattutto nel campo degli auricolari per wireless. Sul mercato ne esistono di svariati, in grado di fornire le performances più sofisticate e particolari. Ma se la tecnologia...
Altri Hobby

7 modi per realizzare un piattino portaoggetti

Siete disordinati? Siete pieni di piccoli oggetti che perdete per la casa? Allora avete assolutamente bisogno di realizzare un piattino portaoggetti! Sono degli arredi semplici da realizzare. Per farli potete usare anche materiali di riciclo! Ma vediamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.