Come realizzare una pavimentazione in porfido

Tramite: O2O 18/03/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se state progettando di sistemare e rendere più accogliente il vostro cortile o giardino l'ideale sarebbe utilizzare delle piastrelle in porfido! Si tratta di piastrelle realizzate con una pietra grezza che si prestano perfettamente alla pavimentazione degli esterni. Utilizzare una pavimentazione in porfido ha molti vantaggi: innanzitutto si tratta di una pietra economica nonostante sia di ottima qualità. Un altro pregio di questo materiale è la sua capacità di adattarsi a qualsiasi gusto poiché è possibile trovare piastrelle in porfido di diversi colori. Le sfumature possono essere tante: il colore più comunque è il grigio sia chiaro che scuro ma potete reperire anche piastrelle sui toni del viola. Inoltre ne esistono di diverse forme e potete scegliere se realizzare la vostra pavimentazione con mattonelle quadrate, rettangolari o, perché no, irregolari incastrando casualmente le pietre. Vediamo adesso insieme come realizzare una pavimentazione in porfido!

27

Occorrente

  • Cemento
  • sabbia
  • piastrelle in porfido
  • cannula di plastica
37

Innanzitutto è bene analizzare il terreno su cui volete lavorare per capire se effettivamente può sopportare la pavimentazione che andrete a costruire. Per far ciò dovete valutare bene portata, rigidità e stabilità. Poi dovete creare un piano d'appoggio che sia solido: formate un massetto in calcestruzzo con rete elettrosaldata. A questo punto potete procedere creando il cosiddetto "strato di allettamento": create un letto di sabbia di circa 2 centimetri. Potete anche utilizzare una sabbia premiscelata a secco con cemento.

47

Questo deve essere livellato ogni volta in modo da ottenere una superficie levigata. Se notate qualche irregolarità non temete: potete sistemare il tutto aggiungendo o rimuovendo la sabbia fino a quando non raggiungete il livello perfetto. Adesso potete sistemare le vostre piastrelle in porfido. Fate molta attenzione mentre le allineate! Dopodiché procuratevi un recipiente in cui dovete mescolare sabbia e cemento. Con questo composto dovrete riempire le fughe presenti tra le giunture. Ciò che dovete fare è assicurarvi che arrivino allo stesso livello delle piastrelle.

Continua la lettura
57

Adesso procuratevi una cannula di plastica che servirà per irrigare la superficie con l'acqua. In questo modo il vostro composto di sabbia e cemento viene bagnato e si indurisce in superficie. Tra l'altro l'acqua penetra così al di sotto delle vostre piastrelle in porfido fondendosi con il massetto. La corretta posa del massetto rende il tutto stabile e solido.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come eseguire la pavimentazione a secco

La pavimentazione a secco è una soluzione innovativa che permette di di risolvere diversi problemi di infiltrazioni e umidità. In questa tecnica infatti non si utilizzano i massetti o la posa a colla, che non permettono il drenaggio dell'acqua. Inoltre...
Casa

Come realizzare un ciottolato

Occuparsi dell'esterno della propria abitazione è di fondamentale importanza. Un elegante viale come strada d'accesso e delle aiuole curate ne sono un esempio. Il tutto va associato e studiato nel dettaglio per realizzare una zona armoniosa e gradevole....
Casa

Come realizzare un soppalco in legno

Se abbiamo l'intenzione di realizzare un soppalco in legno, specialmente se il nostro appartamento non è tanto grande, possiamo farlo in modo semplice, e con l'opportunità di scegliere diversi materiali. In questa guida, forniamo le istruzioni dettagliate,...
Casa

Come realizzare un pavimento alla veneziana

Dovete ristrutturare casa e dovete scegliere il pavimento? Magari avete deciso di installare il pavimento alla veneziana. È un pavimento che trovò il suo utilizzo artistico, vista la sua eleganza e peculiarità, a Venezia. Continuate a leggere questa...
Casa

Come realizzare un piatto doccia a pavimento

Il piatto doccia a pavimento si rivela la soluzione ideale per coloro i quali mirano a semplicità progettuale e praticità. Tale soluzione, infatti, consente di rendere esclusiva e personalizzata la stanza del bagno, in un connubio perfetto di cura del...
Casa

Come realizzare un piano cottura per il forno

Un forno, soprattutto quello a legna, deve essere provvisto di un piano cottura molto ampio sopra al quale si cucinano le varie pietanze. Questa zona è senza dubbio la più importante e deve avere le caratteristiche giuste per funzionare in modo corretto...
Casa

Come pavimentare un soppalco

Se nella vostra casa avete appena realizzato un soppalco in legno e ferro oppure in muratura, ed intendete posare una buona e funzionale pavimentazione, potete farlo da soli grazie al fai da te ed alcune semplici tecniche del bricolage. In riferimento...
Casa

Come realizzare un detersivo per i pavimenti

In questa guida, siamo pronti a parlare ed anche proporre la soluzione giusta ed economica, per avere sempre a portata di mano, un detersivo unico ed originale, in casa nostra. Stiamo parlando del come poter realizzare, in casa ed anche con le proprie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.