Come realizzare una pedana galleggiante per batteria

Tramite: O2O 29/10/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si suona un qualsiasi strumento a percussione, le vibrazioni prodotte da ogni singolo colpo tenderanno a propagarsi al suolo e da qui all'intero edificio in cui ci si trova. Per risolvere tale problema, in questa guida, vi illustrerò come realizzare una pedana galleggiante per batteria, che impedisca la trasmissione di queste vibrazioni meccaniche, spesso ingiustamente trascurate dai musicisti che intendono allestire una sala prove o un home recording studio. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • 2 tavole di legno truciolato o multistrato di 200 x 100 cm con uno spessore di 5 cm
  • una decina di travi di legno di 200 x 5 cm con uno spessore di 10 cm
  • 8 pannelli di lana roccia ad alta densità di 100 x 60 cm con uno spessore di 10 cm
  • chiodi e martello
  • mascherina protettiva
  • guanti da lavoro
  • taglierino
  • 4 mq di pannelli d'isolamento acustico da calpestio o sottoparquet dello spessore di 2 cm
36

Innanzitutto, la passione per la musica è una grande fonte di benessere, per questo risulta essere importante ritagliare un piccolo angolo di casa per dare libero sfogo a questa vostra passione, anche per suonare dei strumenti. Ma per realizzare questo, dovrete rendere conto di alcuni aspetti fondamentali, soprattutto se suonate strumenti ingombranti, proprio come la batteria. Costruire una pedana, vi permetterà di suonare in tranquillità, poiché fungerà anche da isolante per le fastidiose vibrazioni che possono infastidire gli altri coinquilini o i vicini di casa. Per non incorrere in problemi, dovrete assolutamente costruirne una.

46

Iniziate il lavoro poggiando le tavole di legno perfettamente affiancate l'una all'altra su una superficie piana, quindi inchiodate quindi le assi di legno, trasversalmente rispetto alla linea di congiunzione delle tavole, distanziandole al massimo 30-40 cm tra loro. Dopo aver fatto ciò, realizzate, con l'aiuto di un taglierino, delle striscioline di materiale isolante larghe qualche centimetro in più rispetto allo spessore delle travi. Se disponete di abbastanza soldi, potrete stendere una quantità di materiale isolante delle stesse dimensioni della pedana: questo renderà molto più veloce l'intero passaggio, evitando di creare le diverse stricioline.

Continua la lettura
56

A questo punto, per evitare che la pedana possa funzionare come cassa di risonanza, andrete ad inserire tra le intercapedini appena create i pannelli di lana roccia, aiutandovi con un taglierino. Sarà preferibile fare quest'operazione all'aperto poiché la lana di roccia è irritante se tagliata: per questo motivo, sarà meglio indossare sia i guanti che la mascherina protettiva. La vostra pedana adesso sarà pressoché finita! Seguite solo un ultimo suggerimento: per enfatizzare l'effetto ottenuto, e allo stesso tempo per evitare che le percussioni possano scivolare sul legno, sarà preferibile ricoprire con uno strato di moquette o con un tappeto abbastanza spesso la vostra pedana. Buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come sostituire il galleggiante di una cassetta wc

Lo scarico mantiene il wc sempre pulito ed igienizzato (oltre naturalmente all'uso regolare dei detergenti specifici). Il pulsante sulla vaschetta attiva lo sciacquone che in maniera rapida ripulisce il water da impurità e residui. Il meccanismo si attiva...
Casa

Come riparare il galleggiante del wc

Ecco una scena che accade abbastanza spesso: avete appena usufruito del bagno e vedete scorrere acqua in continuazione dallo scarico. Lì per lì non ci fate caso ma poi, ponendo più attenzione, vi rendete conto che lo scroscio d'acqua è decisamente...
Casa

Come riparare il galleggiante dello sciacquone

Se il galleggiante dello sciacquone emana dei stani rumori ad ogni scarico, in genere ciò è dovuto ad un difetto strutturale da ricercare in questo elemento stesso. Una volta individuato possiamo intervenire e ripararlo in modo professionale. In riferimento...
Casa

Come sostituire il galleggiante nella vaschetta ad incasso per wc

Le cassette di risciacquo ad incasso rappresentano la versione più moderna tra gli ultimi ritrovati in fatto di impianti per bagno. Esse possono vantare moltissime installazioni in ormai ogni parte del mondo e si fanno preferire alle altre forme di impianti-bagno...
Casa

Come regolare il galleggiante di un wc

Ci sarà sicuramente capitato di dover riparare o regolare alcuni elementi presenti nella nostra abitazione, come ad esempio gli impianti, o gli elettrodomestici, o ancora degli arredi, che con il tempo e l'utilizzo tendono a logorarsi.In questi casi...
Casa

Come verificare le condizioni di una batteria

Come si sa, una batteria serve alla carica per il funzionamento di diversi strumenti e attrezzature. Può trattarsi di un semplice orologio, come di un pc o di un veicolo. Trovarsi di fronte alla circostanza di una batteria scarica comporta sicuramente...
Casa

Come cambiare la batteria dell'allarme

La batteria dell'allarme permette al sistema di operare anche durante un'interruzione di corrente. La maggior parte dei sistemi di allarme funzionano con una tensione di 12 volt e utilizzano una batteria al piombo sigillata, le cui dimensioni variano...
Casa

Come Sostituire La Batteria Di Una Lampada Di Emergenza

Tutte le luci di emergenza utilizzano una batteria per alimentare le lampade per assicurare la disponibilità continua del dispositivo. Queste batterie sono ricaricabili e possono essere di due tipi: batterie al piombo ermetico (simili a quelle utilizzate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.