Come regolare la temperatura dello scaldabagno

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Ogni abitazione affinché si avvicini alle aspettative di ognuno di noi, deve completarsi con tutti quei complementi d'arredo ed elettrodomestici necessari al nostro fabbisogno giornaliero. Dobbiamo dunque acquistare i mobili adatti ed istallare sistemi che garantiscono il funzionamento di alcuni importanti servizi, come lo scaldabagno, che ha la funzione di riscaldare l'acqua, portandola alla giusta temperatura il momento in cui ci si deve lavare. Continuiamo a leggere i passi a seguire per scoprire come regolare la temperatura delle scaldabagno in modo ottimale.

26

Occorrente

  • Giravite
36

Usare lo scaldabagno per produrre acqua calda

In genere lo scaldabagno viene collocato nella stanza da bagno, per produrre acqua calda per l'igiene personale, anche se oggi molte persone preferiscono la caldaia in quanto offre maggiori benefici e risparmio economico notevole. Tuttavia lo scaldabagno viene ancora usato ed utilizzato nelle nostre case. L'impianto costa relativamente poco, considerando il suo acquisto iniziale e tutte le relative manutenzioni che risultano poco gravose. Sarebbe bello se si riuscisse sempre a regolare perfettamente il tempo di lavoro che deve svolgere e, l'esatta temperatura scaturita da un'adeguata messa a punto.

46

Ruotare la rotella presente nel termostato con un cacciavite

Ecco perché dobbiamo essere in grado avere delle conoscenze per poter regolare il termostato esistente nel sistema che stiamo usando, per un funzionamento dello scaldabagno davvero ottimale. Il termostato generalmente è collocato sotto il coperchio dello scaldabagno, esattamente nella parte inferiore, dove troveremo una bocchetta di plastica, in cui si trova una minuscola rotella che dobbiamo girare con un giravite o manualmente. Il tutto deve essere eseguito naturalmente quando lo scaldabagno è spento e, contiene acqua fredda. Bisogna, dunque girare del tutto, verso il segno meno (-). Troveremo anche un interruttore che, mettendolo in on o off, per chiudere o aprire il circuito, produce un'azione comandata da un cambiamento di temperatura di un elemento annesso, particolarmente sensibile.

Continua la lettura
56

Accendere l'interruttore e ruotare la rotella del termostato verso il segno più fino alla temperatura desiderata

Nel nostro caso, dobbiamo prima accendere, mettendolo, dunque su on, per poi ruotare il termostato verso il segno più (+) e fermarci quando si accende la spia luminosa dello scaldabagno. A tal punto è necessario girare ancora la manovella, rispetto all'avviso di accensione, di 15°, aspettando che l'indicatore si spenga, perché si è raggiunta la temperatura impostata.
Bisogna così, aprire il rubinetto per far scorrere una buona quantità di acqua per constare se il suo calore corrisponde a quello desiderato. Se non è perfetto si può, correggere aumentandolo, con la rotazione del termostato verso il segno più (+) o, diminuendolo con la manovra inversa e si consiglia, sempre di verificare l'esattezza della temperatura, ripetendo la manovra precedente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come scolare l'acqua da uno scaldabagno elettrico

Gli scaldabagni elettrici hanno due elementi riscaldanti, uno nella parte superiore del serbatoio e uno in prossimità del fondo. Il serbatoio deve essere drenato se si presenta la necessità di sostituire questi elementi o di ripulire l'interno del serbatoio....
Casa

Come installare un timer per scaldabagno elettrico

Avere a che fare con ogni particolare della nostra casa, è importantissimo per poter valutare e risparmiare per ogni particolare. In particolar modo, avere uno scaldabagno elettrico, equivale a consumare maggiormente il consumo domestico di energia elettrica....
Casa

Come pulire lo scaldabagno

Non tutti utilizzano la caldaia elettrica in casa, c'è chi ancora preferisce lo scaldagagno, che però molto spesso richiede una manutenzione più attenta ed accurata. Difatti non è infrequente la formazione di calcare, che spesso incide sul buon funzionamento...
Casa

Come pulire l'interno di uno scaldabagno elettrico

Nel corso degli anni e soprattutto nelle zone in cui è in uso dell'acqua molto ricca di calcio, il calcare tende ad accumularsi all'interno dello scaldabagno dando vita a delle incrostazioni anche di rilievo. Per rendere lo scaldabagno efficiente, ed...
Casa

Come Fare La Manutenzione Dello Scaldabagno

Qualche volta può succedere che lo scaldabagno fa i capricci; questa situazione si può verificare anche mentre si è sotto la doccia. Questo elettrodomestico bisogna tenerlo costantemente sotto controllo sia per la sua utilità che per il suo costo....
Casa

Come cambiare il termostato dello scaldabagno

Problemi con il vostro scaldabagno? Niente paura, chiamate un tecnico termoidraulico. La chiamata al vostro tecnico è un problema ancor più grande? Proviamo allora a seguire i consigli di questa guida: cambiare Il termostato dello scaldabagno non è...
Casa

Come isolare esternamente uno scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno elettrico è una delle principali cause di un elevato consumo di elettricità. È molto pratico e può essere installato ovunque esiste una presa elettrica. Inoltre, non costo moltissimo e non richiede manutenzioni complicate, ma impiega...
Casa

Come sostituire un flessibile dello scaldabagno

Capita spesso che il flessibile che allaccia lo scaldabagno elettrico all'impianto idraulico di casa si buchi e quindi occorre sostituirlo. Certo chiamare un idraulico comporta una spesa anche se non eccessiva. Se vi siete precedentemente cimentati in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.