Come regolare la tensione dei chiudiporta

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se abbiamo appena montato un chiudiporta, e non ci soddisfa la tensione con cui agisce in fase di chiusura o di apertura del serramento, non è il caso di preoccuparci e nemmeno di rivolgerci al venditore. Si tratta infatti, di agire in determinati punti dello strumento per massimizzare il risultato. A tale proposto ecco una guida, in cui spieghiamo come regolare la tensione di un chiudiporta.

25

Occorrente

  • Pinze
  • Cacciaviti
  • Chiave a brugola
35

Se dunque il chiudiporta in oggetto è simile a quello illustrato in figura, ovvero del tipo a scomparsa, la regolazione della tensione può essere fatta come in quello che si monta esternamente, agendo sulla rondella che regge il braccetto o sulla scatola contenente la molla di acciaio, preposta proprio alla funzione di spinta. In entrambi i casi, occorrono degli attrezzi come pinze, cacciaviti e chiavi a brugola. Nei passi successivi, vediamo dunque come agire nei due punti cardini dello strumento che funge da chiudiporta, e regolarne la suddetta tensione.

45

La regolazione del braccetto avviene stringendo o allentando il dado esagonale, che unisce il braccetto stesso ad un altro collegato alla molla interna del supporto. In questi casi, accorciando il raggio d'azione, la tensione sarà maggiore e si rivelerà utile per diminuire il tempo di apertura o per aumentare quello di chiusura della porta, o di qualsiasi altro tipo di serramento su cui abbiamo deciso di montare il chiudiporta. Il problema maggiore a volte non è questo, poiché in genere sono già tarati dalla fabbrica, in base alla larghezza delle porte. Invece il vero e proprio inconveniente, nasce quando il serramento si chiude rumorosamente e con una forza eccessiva. In tal caso come accennato nei primi passi di questa guida, bisogna agire sulla molla di tensione per diminuirne gli effetti, o aumentarla nel caso si tratti di un problema di eccessiva lentezza o mancanza totale di spinta per far chiudere la serratura.

Continua la lettura
55

La molla può essere tuttavia regolata con una gradazione standard attraverso una vite speciale, che se girata a destra o a sinistra, ci consente rispettivamente di aggiungere o togliere forza. Il margine a disposizione è sufficiente per molte porte, ma potrebbe non esserlo se si tratta di un serramento abbastanza ampio e pesante. In questo caso per regolare la tensione della molla del chiudiporta, è necessario smontare il barile di carica e accorciare la molla stessa, per poi riposizionarla nella sua naturale sede. L'operazione non è difficile ma pericolosa, quindi il consiglio è di farla eseguire da un fabbro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come regolare i raggi della bici

Accade di rado - le ruote delle bici tendono a durare molti anni prima di aver bisogno di questo tipo di manutenzione - ma potrebbe capitare che, tirando fuori la bici dal garage vi accorgiate che una o entrambe le ruote siano storte. Non è necessariamente...
Materiali e Attrezzi

Come regolare una sedia per ufficio

Ci sono persone che riescono a stare comodamente sedute persino su una panca di legno o su un gradino di cemento e, se devono riposarsi un poco, può andare bene anche un semplice sgabello. Ma quando si lavora in ufficio, rimanendo diverse ore fermi su...
Materiali e Attrezzi

Come regolare il cavo della frizione

È molto importante il buon funzionamento della propria auto al fine di evitare rotture durante i viaggi. Durante le revisioni annuali vengono infatti controllate tutte le parti che possono usurarsi per via del grande utilizzo della vettura, come ad esempio...
Materiali e Attrezzi

Come regolare la pendenza dei pluviali

L'acqua piovana, negli edifici, viene fatta defluire, mediante la giusta pendenza del solaio, o della grondaia, nei canali di scolo e nei tubi pluviali verticali. Spesso, a causa di calcoli erronei nella pendenza del solaio o di un tetto a falda, può...
Materiali e Attrezzi

Come regolare la pendenza di una grondaia

Avere una grondaia funzionante è essenziale per proteggere la tua casa da scantinati allagati, erosione del suolo e altri problemi causati dal deflusso delle acque nella direzione sbagliata, a volte possono sorgere anche gravi problemi strutturali....
Materiali e Attrezzi

Come regolare la saldatrice a filo

Al giorno d'oggi, esistono tantissime tipologie di saldature, e vanno dalle saldature più classiche a quelle più articolate. Abbiamo quelle classiche come la ossiacetilenica, o ad elettrodo rivestito. Oppure quelle più complesse, come quella a laser...
Materiali e Attrezzi

Come regolare i cardini della porta blindata

Quelle blindate sono delle porte speciali che vengono montate per una maggiore protezione contro eventuali intrusioni in casa. Sul mercato è possibile trovare porte blindate di ogni genere: esse si adattano a qualsiasi tipo di ambiente per cui possono...
Materiali e Attrezzi

Come regolare l'aratro bivomere

Il più importante attrezzo agricolo è l'Aratro. La macchina serve a rimescolare il terreno e a frantumare le zolle. Questo strumento ha contribuito allo sviluppo della civiltà e ha origini antichissime. Inizialmente, esso consisteva di due semplici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.