Come reimpostare un fusibile termico

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Un fusibile termico, detto anche TCO (Thermical Cut Offs) è una sorta di dispositivo di tipo elettronico capace di bloccarsi non appena la sua temperatura raggiunge una determinata soglia, proteggendoci così da possibili cortocircuiti. Il valore di tale soglia corrisponde quindi a un valore specifico impostato sul dispositivo direttamente dal costruttore in fase di produzione. In generale l'intervallo delle temperature più comuni può andare dai cinquanta gradi centigradi fin oltre trecento gradi centigradi. Vediamo quindi assieme come è possibile reimpostare un fusibile termico.

26

Occorrente

  • manuali (datasheet)
36

Anzitutto cominciamo col dire che esistono due generi di fusibili: monouso e ad interruttore. Quelli monouso contengono una sottile lamina metallica, che non appena raggiunta la temperatura di massima stabilita si interrompe, rendendo di fatto impossibile il ripristino. In questo caso è necessaria la sostituzione.
Viceversa, i fusibili ad interruttore, possono essere utilizzati più volte poiché composti all'interno da una lamina metallica capace di scollegarsi in automatico al raggiungimento della soglia preimpostata, ma è altresì in grado di ripristinare nuovamente il contatto una volta abbassata la temperatura.

46

Ovviamente se un dispositivo elettronico non funziona più a causa di un fusibile termico bisogna smontarlo. Una volta smontato, dobbiamo individuare il fusibile termico e identificarne la tipologia. Nel caso ci trovassimo di fronte ad un fusibile monouso, proviamo a leggere il codice seriale sul componente. Ogni componente elettronico, infatti, viene identificato da un codice alfanumerico che associato al marchio del produttore ci permetterà di acquistarne uno nuovo o compatibile. Scolleghiamo il dispositivo, che potrebbe essere saldato sul circuito elettronico, e dopo di che dovremo sostituirlo con quello nuovo, acquistabile presso un rivenditore autorizzato oppure in un negozio di componentistica.

Continua la lettura
56

Nel caso in cui il fusibile in questione sia rigenerabile allora questo dovrebbe tornare automaticamente a funzionare, ma esistono alcune versioni che necessitano ugualmente di un reset manuale. Individuato sul componente un punto in cui poter effettuare una pressione, resettiamo il componente aiutandoci con uno spillo. A questo punto possediamo le competenze necessarie che ci permetteranno di individuare e sistemare i circuiti con i fusibili termici.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultare online i manuali tecnici (datasheet) relativi ai componenti che dovremo resettare o sostituire

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come controllare un fusibile termico

Per chi non lo sapesse il fusibile termico è una sorte di dispositivo elettronico in grado di proteggere da eventuali cortocircuiti. È infatti adibito ad interrompere il flusso di corrente elettrica eventualmente se questo supera una data soglia prestabilita....
Materiali e Attrezzi

Come funziona un fusibile termico

Tutti quanti gli elettrodomestici e le apparecchiature elettroniche di buona qualità, sono provviste di un fusibile termico, ossia di quel dispositivo di emergenza utilizzato per prevenirne il surriscaldamento, e la conseguente fusione dei vari componenti....
Materiali e Attrezzi

Come realizzare un fusibile semplice

Il fusibile è un elemento semplice, ma anche indispensabile in quanto dà la possibilità di poter proteggere un circuito. Infatti, senza la sua installazione si corre il rischio di rovinare in modo definitivo l'impianto elettrico. Il fusibile è presente...
Materiali e Attrezzi

Come testare un fusibile

I fusibili sono dei piccoli dispositivi che vengono utilizzati per fornire una protezione ai circuiti elettrici. Essi includono un filo molto sottile, che si fonde o si vaporizza quando il flusso di corrente che passa attraverso è superiore rispetto...
Materiali e Attrezzi

Come testare un fusibile di ceramica

Insieme ai fusibili in vetro, quelli in ceramica sono tra i più comunemente utilizzati negli elettrodomestici, in particolar modo nei forni a microonde, i quali sono inclini a corto circuito causato da fluttuazioni di tensione. La presenza di un fusibile...
Materiali e Attrezzi

Come levigare l'intonaco termico

Tra le differenti tipologie di intonaco che è possibile utilizzare per proteggere e decorare le pareti ed i muri di un edificio, il più indicato è l'intonaco termico, grazie al quale permettere un completo isolamento termico delle pareti esterne in...
Materiali e Attrezzi

Come sostituire i fusibili termici

I fusibili termici sono dei dispositivi atti a prevenire il surriscaldamento. Si trovano nella maggior parte dei comuni elettrodomestici. Insomma proteggono gli apparecchi da cortocircuiti e alte temperature. I fusibili termici possono essere sia monouso...
Materiali e Attrezzi

Come isolare con la carta, il cotone o la carta stagnola

Esistono moltissimi metodi efficaci per isolare la casa. Infatti, il calore che si trova all'interno di una casa tende a disperdersi verso l'esterno ed è difficile poter raggiungere un certo equilibrio termico. I materiali isolanti più utilizzati sono:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.