Come restaurare gli specchi d'antiquariato

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il valore sentimentale associato ad uno specchio antico potrebbe rendere difficile sostituirlo con uno nuovo. Ma cosa succede se lo specchio è danneggiato e consumato? In questo caso, è possibile eseguire un lavoro di restaurazione per riportarlo al suo antico splendore. In alcuni casi, l'operazione potrebbe richiedere molto tempo e dispendio di energie, ma seguendo le indicazioni riportate di seguito il compito risulterà molto più facile. Vediamo allora come restaurare gli specchi d'antiquariato.

25

Occorrente

  • Acido ferrico (o acetone)
  • Placca d'argento
  • Vernice laccata nera
  • Primer
  • Vernice lucida
35

Rimozione dell'argento vecchio

Indossare l'equipaggiamento protettivo (guanti spessi, protezione per gli occhi e maschera anti-polvere), assicurandosi che si adattino perfettamente e che non lascino scoperta alcuna parte delle mani e del viso. Posizionare lo specchio su una superficie pulita, preferibilmente coperta da un tappeto rigido, ed applicare l'acido ferrico per la rimozione dell'argento, raschiandolo accuratamente dalla parte posteriore della lastra. L'acido ferrico viene di solito incluso negli appositi kit per la restaurazione degli specchi; ma se non dovesse esserci, basta applicare un po' di acetone e l'argento si staccerà comunque. Un'altra utile sostanza chimica per la rimozione dell'argento è l'acido nitrico diluito.

45

Applicazione dell'argento nuovo

Sollevare leggermente lo specchio e pulirlo con un panno morbido, poi applicare un po' di detergente acido; da questo momento in poi, bisogna evitare di toccare il vetro con le mani nude. Riposizionarlo su una superficie piana ed applicare nuovamente l'acido ferrico per rimuovere ogni residuo di argento. Attendere circa 10 minuti affinché la soluzione si asciughi, dopodiché applicare la placca d'argento nuova in modo uniforme e senza lasciare linee e macchie sul vetro. Lasciare asciugare per circa 30 minuti, dopodiché applicare la vernice laccata nera sul retro e lasciarla asciugare per almeno 5-6 ore. Soltanto dopo che la vernice sarà completamente asciutta, si potrà appendere lo specchio.

Continua la lettura
55

Restaurazione della cornice

Se la cornice dello specchio dovesse riportare degli evidenti segni di scheggiatura, o se la vernice originale si è staccata, è possibile eseguire facilmente anche questo tipo di restaurazione rimuovendo lo specchio dal telaio e tamponare un po' di primer sulle parti scheggiate prima di ridipingere. Se non è possibile rimuovere lo specchio dalla cornice, occorre proteggerlo dalla vernice applicando dei fogli di giornale sulla sua superficie. Dipingere la cornice eseguendo due mani uniformi di vernice lucida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come restaurare delle foto antiche

Se siamo amanti della fotografia e ci piace collezionare quelle antiche, possiamo restaurarle in diversi modi, utilizzando alcuni dei programmi disponibili sul web per il computer. Tuttavia, esistono dei metodi artigianali, che consentono il restauro...
Altri Hobby

Come restaurare mobili intarsiati

L'intarsio del legno è una tecnica di lavorazione antica e rappresenta il top della lavorazione. Si tratta di un lavoro paziente che richiede abilità e conoscenza del settore, soprattutto quando si deve intervenire per restauri su mobili antichi....
Altri Hobby

Come restaurare una cassettiera

Avete trovato dei vecchi complementi d'arredo in soffitta o magari presso un mercatino dell'usato? Perché non approfittarne per ridare loro una nuova vita cercando di recuperarne l'antico fascino? Nei prossimi passi vi spiegheremo come restaurare una...
Altri Hobby

Come restaurare un'icona

Il legno è uno dei materiale che maggiormente veniva utilizzato per dipingere le cosiddette icone. Questa tipologia di pittura, ha conosciuto momenti di splendore nel Medioevo, e tra i suoi maggiori interpreti, non possiamo esimerci dal nominare Giotto...
Altri Hobby

Come restaurare un lampadario antico

Se in un mercatino dell'antiquariato avete appena acquistato un lampadario antico, potete intervenire con un bel restauro per poterlo riportare allo splendore originario. Il lavoro infatti, se ben eseguito, vi consente rivivere l'atmosfera di un tempo...
Altri Hobby

Come restaurare una cassapanca

L'arte del restauro consiste in un lavoro accurato per il recupero, il ripristino e la conservazione di opere d'arte, monumenti, manufatti, dipinti ed architetture. Con il passare del tempo sia gli affreschi delle chiese che i monumenti esposti alle intemperie...
Altri Hobby

Come restaurare oggetti arrugginiti

La ruggine purtroppo va ad intaccare tutti quegli elementi ferrosi che abbiamo in casa. Riesce a raggiungere ogni strato fino a quando non lo sgretola del tutto, soprattutto se si trovano all'esterno a causa delle intemperie, o nei luoghi di mare a causa...
Altri Hobby

Come restaurare una vecchia libreria

Una vecchia libreria può essere restaurata utilizzando svariate tecniche, semplici ed abbastanza veloci da mettere in atto. Spendendo una cifra abbastanza contenuta per l'acquisto dei materiali, è possibile produrre degli ottimi risultati. Se il restauro,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.