Come restaurare un baule in legno

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in una fiera dell'antiquariato oppure in soffitta avete trovato un vecchio baule in legno ed intendete riutilizzarlo restaurandolo, vi basta seguire seguendo le stesse tecniche della finitura originale e quindi renderlo adatto al contesto di arredo impostato in casa, cosi come consone ai vostri gusti personali. In riferimento a ciò ecco una guida su come ottimizzare il risultato.

26

Occorrente

  • Liquido antitarlo e siringa
  • Fogli di giornale e sacchi di plastica
  • Levigatrice e carta vetrata
  • Nastro adesivo
  • Pennello
  • Impregnante per legno
  • Smalto
36

Iniziate accertandovi dell'eventuale presenza di tarli: questo è un problema comune che si ha con strutture in legno abbastanza datate e se non risolto porta irrimediabilmente al deterioramento dell'oggetto. Mettete quindi il baule in un luogo aperto e ben areato, possibilmente posizionandovi sotto qualche foglio di giornale. Utilizzando una siringa prelevate un po' di liquido antitarlo acquistabile in qualsiasi ferramenta, e inseritelo in ogni forellino praticato da questi fastidiosi insetti. Cercate di essere scrupolosi in questa operazione, di non saltare nemmeno un foro e far arrivare il liquido più in fondo possibile. Quando avrete terminato avvolgete il baule in dei sacchi di plastica e bloccateli con del nastro adesivo. Lasciandolo poi in questo stato per alcuni giorni, alla fine il baule ritorna privo dei pericolosi insetti e quindi pronto per essere di nuovo rifinito.

46

A questo punto è giunto il momento di rendere il vostro baule un po' più bello e presentabile. È infatti molto probabile che il colore del legno si sia rovinato e scolorito nel corso degli anni e risulti opaco o graffiato in diversi punti. Sarà dunque necessario lavarlo con acqua calda e poi carteggiarlo totalmente, sia dentro che fuori, in modo da far ritornare il legno allo stato grezzo. Quando avrete terminato quest'operazione, procederete a spolverare l'intero baule con l'aiuto di un pennello asciutto. L'ultimo compito sarà quello di verniciare nuovamente il baule, per cui se desiderate che il legno abbia un aspetto più antico dovrete optare per le tonalità del noce (chiaro, scuro o medio), se invece preferite che il baule abbia un tocco più moderno allora la vostra scelta ricadrà su colorazioni tipo ciliegio o mogano.

Continua la lettura
56

Fatto ciò, dopo aver atteso l'essiccazione del colorante vi occuperete del restauro degli inserti in ferro (serratura, borchie e cerniere,) utilizzando un apposito smalto. Fino a qualche tempo fa si preferiva usare una tonalità dorata ma questa tendenza sta lasciando gradualmente posto all'uso di tonalità più scure, in particolare del nero. Sta comunque a voi scegliere il colore che preferite per i dettagli del vostro baule. Aspettate quindi altre 24 ore per l'asciugatura dello smalto e alla fine potrete apprezzare il risultato finale.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come restaurare un gazebo in legno

Far da soli in casa non significa soltanto notevole risparmio, ma possibilità di svago e di utile intelligente impiego del tempo libero. Per quanto riguarda l'arredo del proprio giardino, è risaputo che esso è esposto alle intemperie e al freddo, quindi...
Bricolage

Come Restaurare Le Impiallacciature Di Un Mobile Di Legno

L'arredamento in legno è sempre molto bello e affascinante, uno stile senza tempo e sempre di moda, nonostante esistano tantissimi modelli e tipologie diverse. Questo genere di mobilio acquista valore con il passare del tempo e, proprio per questo motivo,...
Bricolage

Come rivestire un vecchio baule

Molto spesso, capita di avere in casa un vecchio baule, magari ereditato dalla mamma o dalla nonna, di quelli belli, grandi, un tempo ricchi del corredo di giovani spose. II tempo però lo può aver sciupato, o semplicemente lo vorreste meglio adattare...
Bricolage

Come restaurare una carriola in legno

Se avete un bel giardino ed avete voglia di abbellirlo maggiormente con qualcosa di insolito, allora potreste prendere in considerazione l'idea di posizionare in qualche angolo una favolosa carriola in legno. Solitamente è conveniente acquistarla usata,...
Bricolage

Come restaurare una vecchia cornice di legno

La maggior parte delle volte che dobbiamo eseguire alcuni piccoli interventi per riparare alcuni oggetti presenti nella nostra abitazione, preferiamo rivolgerci ad operai esperti per essere sicuri che il risultato finale sia sempre perfetto, ma spendendo...
Bricolage

Come ricavare una cassapanca da un vecchio baule

Nell'era del DIY e del fai da te tutto è possibile, perfino ricavare una cassapanca da un vecchio baule. In questa guida vedremo come fare, premettendo che non bisogna essere dei falegnami per riuscirci, basta avere a disposizione semplicemente: un baule,...
Bricolage

Come restaurare una cornice in legno

La cornice è l'oggetto di arredo definito "il più mobile dei mobili", poiché è l'oggetto d' arte più soggetto al gusto personale e quindi spostato e riadattato nel tempo, senza alcuno scrupolo, perché grazie alla sua funzione ornamentale è capace...
Bricolage

Come costruire un baule

Avere in casa una cassapanca o un baule è comodissimo quando si vuole contenere una grande quantità di roba occupando solo uno spazio dall'altezza contenuta. In questa pratica guida scopriremo come costruire un baule grazie al fai da te, servendosi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.