Come Restaurare Un Piattino Di Porcellana

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La porcellana rispetto alla ceramica, risulta essere di materiale meno poroso e poco propensa all'assorbimento del collante; oltretutto, necessita di colle epossidiche bicomponenti. Non è consigliabile l'uso di colle acriliche o alla loctite, che hanno un alto potere adesivo immediato; con il passare del tempo gli agenti adesivi di queste colle vanno deteriorandosi cristallizzando e perdono il loro potere collante, questo causa delle antiestetiche virazioni di colore e si vedrebbe la parte incollata. Nei passi della guida troverete le giuste indicazioni su come restaurare un piattino di porcellana. L'importante, per raggiungere il risultato sperato, è che non bisogna avere fretta e bisogna procedere con cautela nella riparazione del piattino.

26

Occorrente

  • resina, stucco o scagliola
  • nastro adesivo, colla, colori a tempera
36

Chiaramente, quando un oggetto fragile come un piattino cade per terra, si rompe. Riprendere tutti i pezzettini e incollarli nel modo giusto è molto difficile. Si procede in questa maniera: si raccolgono i pezzi più grandi e si incollano con la colla indicata e con lo stucco si cerca di far in modo che i pezzettini mancanti non si vedano. È fondamentale, quindi, che compriate da un ferramenta o da un colorista del normale gesso scagliola o gesso di Bologna. Potreste anche provare con dello stucco odontoiatrico. Il gesso ha un basso costo, ed è facilmete lavorabile e sulla sua superficie si può passare della vernice all'acqua come tempera o pittura acrilica oppure si possono utilizzare anche colori naturali a base di terra. Chiaramente, se il piattino in questione è bianco, non c'è bisogno di molto lavoro, ma se è colorato dovrete cercare di usare dei colori che stiano bene vicino a quello originale.

46

Durante la stuccatura, il gesso si dovrà ben stemperare ed abbondare leggermente, perché essiccando perderà di volume; successivamente andrà levigato con un pezzettino di carta vetro finissima. Se le parti risultano essere sporgenti ai margini e quindi sottoposte ad eventuali sollecitazioni è possibile aggiungere un pochino di colla vinilica, miscelata in poca acqua.

Continua la lettura
56

L’operazione terminale, se è necessaria, sarà quella di stendere un sottilissimo strato di trasparente, opaco o lucido, per impermeabilizzare e proteggere la parte ricostruita oltre che per patinarla in modo omogeneo e favorirne l’integrazione estetica; alcuni restauratori, in alternativa allo smalto o agli spray trasparenti, utilizzano della cera d’api strofinata delicatamente con un panno di lana.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • riparate il piattino, solo se è un pezzo di collezione o un pezzo a cui tenete molto, dato che ci vuole molta pazienza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come restaurare lampadario in ferro battuto

Siamo ben propensi ad utilizzare in questo articolo, il metodo del fai da te, attraverso il quale poter essere in grado d'imparare come e cosa fare per poter restaurare un vecchio lampadario in ferro battuto. Ora mai in casa, specie se è moderna, questo...
Casa

Come Restaurare Un Vecchio Comodino

Generalmente, la maggior parte delle volte che un mobile con il passare del tempo si rovina, tendiamo a buttarlo via ed acquistarne uno nuovo, spendendo prima di tutto moltissimi soldi ed inoltre avremo creato rifiuti inutili. Per risparmiare qualcosa,...
Casa

Come procedere per restaurare il legno

Avete appena acquistato da un rigattiere un mobile in legno malconcio ma dalle potenzialità enormi. Oppure ne avete uno in casa che ha qualche anno di troppo sulle spalle: è oramai vecchio e logoro. Insomma, è chiaro che in tutti e due i casi il legno...
Casa

Come sostituire un portalampada di porcellana dal soffitto

Il portalampade è un accessorio molto presente nelle nostre case, lo troviamo sia nei lampadari che nei lumi da terra, da tavolo e da parete. Attraverso il portalampada otteniamo un collegamento tra la distribuzione della corrente elettrica domestica...
Casa

Come restaurare un fregio di legno nero

Se possedete un fregio di legno nero, per mantenerlo in perfetto stato durante il corso degli anni, dovrete necessariamente ristrutturarlo. Restaurare un fregio di legno nero, non è un lavoro affatto complicato. Infatti, seguendo qualche piccolo trucco...
Casa

Come restaurare una vecchia poltrona

Il recupero di vecchi oggetti è senza ombra di dubbio un'opera di notevole pregio. Questo perché oltre all'eventuale riutilizzo ci cimenteremo in una operazione che ci permetterà l'ottenimento di molta soddisfazione. Infatti fare qualcosa con le proprie...
Casa

Come Restaurare Una Specchiera

Le specchiere, in special modo quelle di antica lavorazione, hanno un valore economico ed affettivo davvero notevole. Sembra quasi che possiedano un fascino ed un'anima che nessun altro complemento d'arredo di moderna finitura è in grado di vantare....
Casa

Come Restaurare Una Base Per Lampada Con Il Finto Marmo

A volte basta cambiare alcuni oggetti presenti nel nostro arredamento, per avere una visione completamente diversa della nostra casa. Bastano piccoli particolari, ben realizzati e sistemati nel modo giusto, che come per miracolo la nostra casa assume...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.