Come ricamare gli strofinacci

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ricamare gli strofinacci da cucina è un progetto adatto per iniziare a imparare questa antica arte. È possibile creare un disegno da soli o copiare da una qualsiasi fonte, ed utilizzare un disegno semplice, o se preferite, più complesso. Gli strofinacci ricamati tornano sempre utili in cucina, ma possono anche essere regalati per una qualsiasi occasione. Vediamo come ricamare uno strofinaccio.

26

Occorrente

  • Uno strofinaccio
  • Filato da ricamo
  • Ago
  • Modello (opzionale)
36

Iniziate scegliendo il tipo di stoffa più adatta a questo tipo di lavoro. Il metodo tradizionale prevede il ricamo su canovacci in farina di sacco, che sono piatti e bianchi, spesso rifiniti in blu. In alternativa, è possibile utilizzare del tessuto in spugna dotato di pannello di tessuto per il ricamo a punto croce. Evitate gli strofinacci prestampati, a meno che non abbiate già dimestichezza con questo tipo di progetti.

46

Considerate l'utilizzo di un punto ad alta copertura, come il punto catenella, se sapete come eseguirlo. Completate lo schema con tanti colori diversi, a vostro gusto, annodando con cura ogni estremità del filo sul retro del canovaccio, una volta finito. La maggior parte dei fili da ricamo colorato è studiata per non stingere, ma per una maggiore sicurezza, lavate tutto il filo in acqua calda e lasciatelo asciugare, prima di iniziare con il vostro progetto.

Continua la lettura
56

Posizionate il canovaccio su un telaio da ricamo, se volete. È una questione di preferenze personali, quindi sperimentate tutti i metodi, per individuare quello con cui vi trovate meglio. Tagliate un pezzo di filo da ricamo e separate due o tre filoni, poi infilatelo nell'ago ed annodatene una delle estremità. Partendo dal retro del tessuto, cucite partendo dall'inizio di una delle linee che costituiscono il modello e continuate lungo le altre linee utilizzando piccoli punti sul fronte del canovaccio e punti ancora più piccoli sul retro, nella parte posteriore del progetto. Selezionate o disegnate l'immagine. La maggior parte dei ricamatori preferiscono lavorare con gli strofinacci da cucina seguendo delle linee semplici, piuttosto che riempire aree troppo estese. Se preferite, è possibile acquistare o scaricare dei modelli appositamente a questo scopo. Trasferite il disegno sul canovaccio: alcuni modelli commerciali sono trasferibili mediante l'utilizzo del ferro da stiro, ma se il vostro è su carta normale, trasferitelo a mano libera con una matita leggera o una linea di gesso, oppure decalcatelo. Posizionate il modello e lo strofinaccio su un tavolo o una finestra luminosa vi renderà più facile questo tipo di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come cambiare colore a una tovaglia

Abbiamo voglia di rinfrescare la nostra casa dandole un tocco nuovo, senza neanche spendere tanto? Possiamo iniziare, ad esempio, rinnovando le nostre tovaglie da tavola e, invece di buttarle via perché troppo vecchie e stinte, possiamo pensare di tingerle...
Casa

Come ravvivare i mobili di legno

Bastano semplici accorgimenti per ravvivare i mobili di legno e farli tornare come nuovi. Premessa necessaria restano la cura e la manutenzione costanti, imprescindibili per superfici lucide e legni ben nutriti. I mobili di legno subiscono l'azione del...
Casa

Come non rovinare il parquet

Il parquet è un pavimento molto delicato, per cui ci sono alcune regole ben precise da rispettare, per evitare che si possa deteriorare. Nello specifico si tratta di adottare alcune tecniche di manutenzione e conservazione della struttura, cosa che...
Casa

Come sbrinare e pulire il frigorifero

Al giorno d'oggi, gli elettrodomestici semplificano non di poco la vita, ma richiedono anche una periodica manutenzione, in modo da lavorare sempre alla massima efficienza. Ad esempio, un frigorifero con del ghiaccio al suo interno consuma più energia...
Casa

Come Rimuovere Le Mattonelle Adesive In Pvc Dai Pavimenti

I lavori di manutenzione sono abbastanza dispendiosi, anche perché si trattano prevalentemente di lavori di cui si necessita l'aiuto di un operaio specializzato in materia. Esiste in commercio il pavimento in pvc, un materiale abbastanza resistente che...
Casa

Come riparare una perdita in un termosifone di ghisa

Con l'arrivo dell'inverno il freddo comincia a farsi sentire sempre più rigido all'interno delle nostre case. È tempo, dunque, di attivare i termosifoni! La loro attivazione è semplice ed efficace, in effetti basti cliccare un apposito bottone detto...
Casa

Come realizzare piccoli pupazzi di neve da appendere all'albero di Natale

Ecco come realizzare, passo per passo, dei piccoli pupazzi di neve, soffici e colorati, da appendere ai rami dell'albero di Natale. Sono decorazioni carine, singolari e molto divertenti per dare un tocco personale al proprio albero natalizio. Una delle...
Casa

Come realizzare dei sottopiatti in tela

Sarebbe bello riuscire a realizzare qualcosa con le proprie mani che diventi parte dei complementi d'arredo; ed essere capaci nel farlo non è poi così difficile. Pensate al tessile, quindi alle tovaglie, ai tovaglioli e ai sottopiatti che, oltre ad...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.