Come ricaricare un estintore

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se abbiamo un negozio o un'officina meccanica e per legge è obbligatorio avere un estintore, è necessario ricaricarlo quando è completamente scarico attraverso un'operazione abbastanza semplice. Chiaramente prima di fare ciò, è opportuno verificarne le condizioni generali dell'apparecchio. Logicamente se non avete una grande abilità con il fai da te, allora è meglio rivolgervi ad una ditta specializzata nel settore. In riferimento a ciò, ecco alcuni semplici consigli su come ricaricare un estintore.

26

Occorrente

  • Un estintore scarico;
  • Compressore;
  • Pistola ad aria compressa;
  • Un sacchetto di plastica.
36

L'estintore

Per effettuare questa operazione, dobbiamo avere un estintore scarico. Innanzitutto bisogna controllare il livello di carica, ossia guardando il manometro disposto in prossimità della leva di attuazione dell'estintore. Generalmente nel rettangolino è riportato la quantità di pressione, e quando risulta troppo bassa allora è opportuno ricaricarlo. Nel caso in cui l'estintore non sia totalmente scarico ma necessitante della ricarica, per maggior sicurezza è meglio scaricarlo completamente, premendo la leva erogatrice.

46

Lo smontaggio

Una volta scaricato bisogna smontarlo, quindi si deve svitare il tappo per estrarlo dalla sede originale. Fatto ciò, si prende un sacchetto e si svuota il contenuto rimanente all'interno dell'estintore, e poi si avvita il tappo nella sede originaria. A questo punto, si procede con il test, e cioè si posiziona la pistola ad aria compressa nell'apposito beccuccio e si premono simultaneamente il meccanismo di azione dell'aria compressa e quello dell'estintore. Adesso lasciate simultaneamente dopo averlo ricaricato, ed osservate attentamente che l'estintore non ha perdite, cioè se regge bene la pressione del compressore. A questo punto, possiamo quindi procedere nuovamente con lo scaricare l'estintore. Adesso contiene solo aria, quindi non c'è nessun tipo di problema.

Continua la lettura
56

La ricarica

Fatto ciò, si inserisce il contenuto dell'estintore, ovvero la polvere bianca con un imbuto, poi avvitiamo il tappo e procediamo alla ricarica definitiva, mettendo l'aria compressa al suo interno esattamente come fatto nel caso del test precedente. Inseriamo quindi la pistola ad aria compressa nel beccuccio dell'estintore, e premiamo i due pulsanti in contemporanea. Una volta raggiunta la pressione, rilasciamo le due levette di comando. Infine terminato questo lavoro, bisogna inserire la sicura (un tappetino arancione) dell'estintore, e a questo punto sarà pronto per essere utilizzato al momento opportuno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Maneggiare apparecchiature sotto pressione può essere pericoloso, rivolgetevi a ditte specializzate se non vi sentite capaci di eseguire con precisione le operazioni di ricarica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come ricaricare una penna stilografica

Nella storia italiana, le penne stilografiche hanno occupato un ruolo molto importante che con il passare degli anni si è sempre andato ridimensionando. Oggi, le penne stilografiche sono utilizzate come regali e non solo, sono oggetti da usare nelle...
Bricolage

Come ricaricare un accendino

Quante volte ti è capitato di dover accendere una sigaretta, ma di avere l'accendino scarico e sei stato costretto ad andarne a comprare uno nuovo? Sicuramente tante. Forse hai anche pensato di passare a un accendino ricaricabile per risparmiare un po'...
Bricolage

Come fare il ghiaccio secco

Il biossido (o diossido) di carbonio non è altro che anidride carbonica. La quale, una volta raggiunta la temperatura di -78°C, diventa ghiaccio secco. L'anidride carbonica, composta da un atomo di carbonio legato a due di ossigeno, è un ossido acido....
Bricolage

Come costruire un caricabatteria solare

Uno degli elementi più importanti per far funzionare qualsiasi oggetto elettronico, che sia una pila o un computer portatile, è senza dubbio la sua batteria. Ognuno di questi oggetti è disposto di almeno un caricabatteria, che si deve collegare alla...
Bricolage

Consigli per la sostituzione del compressore nel frigo

Il frigo è uno degli elettrodomestici che con l'usura del tempo può manifestare danni e richiedere la sostituzione in particolare del compressore.  Si tratta di un'operazione che in linea di massima viene svolta da tecnici esperti del settore ma, se...
Bricolage

Come riutilizzare le cialde di caffè

In questa guida, pratica e veloce, desideriamo proporre un metodo di riutilizzo creativo, attraverso il cui aiuto poter dar vita a qualcosa di particolare ed anche utile, per la propria casa. Vediamo insieme come poter riutilizzare le cialde del caffè,...
Bricolage

Come sostituire la bombola del gas del camper

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di camper, ma lo faremo in un modo molto particolare, e ritengo anche utile per il suo utilizzo. Infatti, come avrete già potuto notare attraverso la lettura del titolo stesso della guida, ora andremo...
Bricolage

Come costruire una macchina per acqua frizzante fai da te

In molte case è diventata abitudine scegliere di bere acqua frizzante al posto di quella naturale; c'è chi lo fa per semplice abitudine, chi perché ne apprezza il sapore e chi per digerire meglio. Qualunque sia il motivo, in questa guida vedremo come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.