Come ricaricare uno Zippo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra gli accendini più famosi, sicuramente lo Zippo risulta essere tra i più diffusi e venduti del pianeta. Prodotto in America dalla Zippo Manufacturing Company fin dal 1932, ha modificato negli anni solo le fantasie di colori e trame, ma non ha mai cambiato linea, proprio perché è risultata, fin dal principio, una linea vincente. La data di produzione incisa alla base di ogni singolo accendino, fa di ciascuno di essi un pezzo unico.
La fama di questo accendino è dovuta, tra l'altro, al fatto che è in grado di accendere la fiamma in qualunque circostanza, anche in caso di forte vento. L'accensione avviene tramite un cordino di stoffa che resta impregnato di benzina e avvia la combustione. Ma come si fa a ricaricare uno zippo? In questa guida vi spiegheremo come fare.

26

Occorrente

  • Lattina di benzina originale Zippo
  • piccolo cacciavite
  • foglio di giornale
36

Per prima cosa, acquistate il combustibile

La prima cosa da fare quando il nostro zippo è rimasto a corto di combustibile, è raggiungere il nostro tabaccaio di fiducia e acquistare una ricarica di benzina specifica per il nostro accendino.
Solitamente la confezione originale è composta da una lattina metallica munita di beccuccio, che contiene all'interno la benzina. Il beccuccio è un valido aiuto per procedere senza difficoltà alla ricarica dello zippo.
È necessario accertarsi di acquistare una ricarica originale, per evitare di danneggiare un accendino prezioso come lo zippo.

46

Non lasciatevi prendere dall'ansia

Anche se non avete mai eseguito una ricarica dello zippo, non avete motivo di lasciarvi prendere dalla paura di sbagliare.
L'operazione di ricarica è semplicissima, e viene via via più facile man mano che si acquisisce una certa pratica.
È sufficiente aprire la parte alta dell'accendino, scoprendo così il meccanismo di accensione, e liberare l'inserto interno che servirà a dividere in due parti lo Zippo: il meccanismo d'accensione e il serbatoio.
A questo punto, per evitare di versare il combustibile, va alzata la levetta che ci appare ben evidente.

Continua la lettura
56

La fase di ricarica

Per sollevare il piccolo coperchio in feltro che nasconde il tampone adagiato dentro il serbatoio, avrete bisogno di un cacciavite.
Per non sporcare l'eventuale superficie d'appoggio, tavolo, scrivania o davanzale che sia, ponete un giornale tra la superficie e il vostro zippo.

Fatto questo, sollevato cioè il coperchio in feltro, potete passare alla fase di ricarica vera e propria, prendendo la piccola latta contenente la benzina e versandone il contenuto nel serbatoio fino a impregnare totalmente il tampone. In questa fase dovete stare attenti a non far traboccare il liquido fuori dal serbatoio.
A questo punto sarà sufficiente chiudere il coperchietto in feltro, riposizionare il meccanismo di accensione al suo posto, provare l'accensione per vedere se si forma la fiamma.
Se tutti questi passaggi sono stati eseguiti correttamente, l'operazione di ricarica sarà stata completata con successo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non provate a risparmiare comprando benzina non originale per il vostro zippo. Rischiereste solo di danneggiare il vostro accendino

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come realizzare un porta USB per l'auto

Da un po' di anni, ormai or sono, tutte le automobili di nuova produzione sono dotate di impianto stereo con porta usb annessa. Quest'ultima ha una funzione che fa a sostituire in alcuni casi il vado dei cd-rom; tale sviluppo è divenuto necessario dal...
Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
Altri Hobby

5 errori da non fare nell'usare un drone

Sicuramente avrete sentito parlare dei droni: questi piccoli grandi velivoli senza piloti sono ormai sempre più in voga e vengono utilizzati da società nazionali e internazionali per svolgere una molteplicità di servizi differenti, tra cui anche quello...
Altri Hobby

5 idee per riutilizzare gli avanzi di sapone

L'arte del riciclo e del riutilizzo di materiali di scarto non è da tutti, però è possibile imparare con un po' di pazienza e costanza. Capita molto spesso che dopo aver utilizzato per lungo tempo una saponetta ne rimangano alla fine solo dei piccoli...
Altri Hobby

Tecniche di modellismo dinamico: le basi

Coltivare un hobby è molto importante in quanto ci consente di impiegare in maniera produttiva il proprio tempo libero. Esistono tantissime tipologie di hobby che possiamo avere, in questa guida porremo la nostra attenzione sul modellismo. Più nello...
Altri Hobby

Come cambiare la batteria dell’orologio

Oggi la maggior parte degli orologi, per il loro funzionamento, necessitano di batteria, che possono essere una o due o di diverso tipo, a seconda del tipo di orologio. Un tempo invece gli orologi da polso o gli orologi a pendolo, anche se con un congegno...
Altri Hobby

Come progettare un aeroplano telecomandato

Se vi piace il modellismo e volete progettare e costruire un aeroplano telecomandato comodamente a casa vostra, non avete altro da fare che seguire questa breve guida che vi spiegherà come fare nel modo più semplice possibile in 3 passi, bisognerà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.