Come ricavare lo zucchero dalla barbabietola

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In commercio esistono moltissime aziende che producono zucchero, ma quello che si acquista nei supermercato non sempre è zucchero di buona qualità. Esso viene infatti trattato e raffinato, mentre sarebbe più salutare adottare zucchero naturale senza particolari trattamenti. Vediamo quindi insieme, nei passaggi che compongono la guida che segue, come poter ricavare lo zucchero dalla barbabietola.

25

Si utilizza una piattaforma ribaltabile

Il processo non è complicato però ci sono molti passaggi per la trasformazione della barbabietola allo zucchero. Il primo passaggio è lo Scarico. Si utilizza a tale scopo una piattaforma ribaltabile e dei nastri trasportatori, che hanno il compito di introdurre il prodotto nella catena. In questo passaggi vengono prelevati dei campioni di saccarosio. Viene poi gettata dell'acqua ad alta pressione. Grazie a tale passaggio si tolgono le erbe scaricate con le bietole (diserbamento) e si tolgono anche le pietre e i sassi (spiegamento). Dovrete eseguire successivamente la trinciatura, che è effettuata da delle macchine rotanti con delle lame che hanno il compito di affettare i tuberi, riducendoli in strisce sottili.

35

Si eliminano le sostanze prove di zucchero

Per un ottimo taglio cento grammi di fettucce devono essere lunghe tra i dieci e i quindici metri. Avviene all'interno di macchinari in ciclo continuo, dove si trova l'acqua con una temperatura di 70°, che procedono in controcorrente. Le fettucce cedono zucchero. Da un lato esce le polpe esaurite, mentre da un altro lato esce la concentrazione di zucchero. Questo processo è indispensabile perché si eliminano le sostanze che non contengono zucchero che in un secondo momento impedirebbero la cristallizzazione dello zucchero. Avverrà in seguito una semplice bollitura in batteria di evaporazione a multiplo effetto. L'acqua evapora e rimane il sugo denso a 70°. È un processo particolarmente importante per la produzione dello zucchero.

Continua la lettura
45

Si concentra il sugo denso

Sia la cottura che la centrifugazione servono a separare i cristalli di zucchero dal resto della soluzione. Viene immesso il sugo denso e si fa concentrare fino ad ottenere una soluzione sovrapposta con la formazione di cristalli di zucchero. Lo zucchero greggio ottenuto in precedenza viene depurato nella raffineria. Lo zucchero viene quindi sciolto, decolorato e filtrato. Una volta effettuate tutte queste operazione, avrete ottenuto lo zucchero. Il processo per ottenere lo zucchero da una barbabietola non è semplice, richiede infatti una serie di passaggi piuttosto complessi, mediante l'utilizzo di specifici macchinari.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lo zucchero greggio ottenuto in precedenza viene depurato nella raffineria.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come decorare le uova di Pasqua con il decoupage

Durante il periodo di Pasqua, si usa adornare la propria abitazione con delle uva decorate, sia pitturandola a mano che decorandole utilizzando la particolare tecnica del decoupage. Il decoupage è una particolare tecnica che consente di decorare oggetti...
Altri Hobby

Come tingere i tessuti

Quando si comprano delle stoffe, solitamente si preferisce acquistarle già colorate, ma comprarle di colore neutro e provvedere a casa alla loro colorazione può essere una valida alternativa per tutti coloro che soffrono di allergie alla tinture industriali,...
Altri Hobby

Come fare colori naturali per dipingere

Se siete appassionati di pittura e vi piace trascorrere parte del vostro tempo a dipingere quadri, forse potrebbe interessarvi l'argomento di cui trattiamo oggi, ovvero come fare colori naturali per dipingere. Solitamente i colori si acquistano in negozi...
Giardinaggio

Come si classificano gli ortaggi

Prima di vedere come si classificano gli ortaggi, è bene domandarsi che cosa sono, quali caratteristiche hanno, in che stagioni si coltivano, come conservarli e soprattutto perché sono importanti. Si definiscono con il temine ortaggi tutte le verdure...
Giardinaggio

Come seminare le bietole

La bietola è una pianta che deriva dalla più nota barbabietola e cresce preferibilmente nelle zone del Mediterraneo. Essa contiene vitamine, fibre e diversi sali minerali, e può essere presente in diverse forme, tra cui quella da costa e da foglia....
Bricolage

Come tingere mobili di legno con metodi naturali

Se siete amanti dei prodotti naturali, molto probabilmente sapete che per colorare i mobili oppure un qualsiasi altro oggetto realizzato in legno esistono in commercio degli smalti ecologici. Questi ultimi, tuttavia, presentano un inconveniente che non...
Giardinaggio

Mese di Luglio: i lavori dell'orto

Mese di Luglio: i lavori dell'orto riguardano soprattutto semine, trapianti, irrigazioni, concimazioni, zappature e raccolte. In questo periodo vengono eliminate le erbe infestanti che ostacolano la crescita delle piante da frutto. Man mano che le piante...
Bricolage

Come colorare le uova pasquali

In coincidenza con la Pasqua, oltre a donare e consumare gustosissime uova di cioccolato, si può procedere con l decorare la casa con tante uova colorate. È un'usanza antichissima quella di colorare le uova e già gli antichi Romani la mettevano in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.