Come ricavare ossidrogeno dall'acqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Negli ultimi tempi si parla molto di energie del futuro. Servono nuove fonti di energia, meglio se rinnovabili, per poter mantenere gli standard di vita occidentali. Queste nuove fonti di energia devono essere necessariamente pulite. Il nostro pianeta non riesce più a reggere i ritmi con cui lo abbiamo sfruttato per anni. Tsunami, uragani, terremoti sono solo alcune delle dimostrazioni con cui ci sta chiedendo di smetterla. Tra le più innovative fonti di energia individuate negli ultimi anni c'è l'idrogeno. Ma la ricerca si è spinta ancora oltre, individuando l'ossidrogeno. Per sapere cosa sia, vediamo insieme nel breve testo di seguito qualche utile informazione su questo argomento e su come ricavarlo dall'acqua. Buona lettura.

26

Occorrente

  • Acqua
  • Elettrodi
36

È notizia fresca l'individuazione di una nuova tecnica di estrazione dell'idrogeno dall'acqua trenta volte più veloce delle precedenti. Da più fonti autorevoli si considera l'idrogeno come il combustibile del futuro. Si definisce ad emissioni zero e ha l'acqua come unico prodotto di reazione. Questo apre nuovi scenari davvero molto interessanti nel campo energetico e in quello cinetico. Ma non è l'unica novità degli ultimi tempi. Tra queste c'è anche l'ossidrogeno. Quest'ultimo non è altro che una miscela di gas e ossigeno nella proporzione di uno a due.

46

Questa proporzione è esattamente la stessa identica dell'acqua. L'ossidrogeno brucia se portato alla sua particolare temperatura di auto-ignizione. In questo preciso caso si trasforma in vapore acqueo e rilascia l'energia necessaria alla reazione che avviene. L'ossidrogeno inoltre, sebbene abbia la stessa composizione chimica dell'acqua, ha però un rapporto stechiometrico differente. Per ricavare l'ossidrogeno dall'acqua si utilizza il modello di Brown. In parole molto semplici l'ossidrogeno si ricava dall'acqua per mezzo dell'elettrolisi.

Continua la lettura
56

Il modello di elettrolizzatore di Brown si definisce modello a canale comune. Questo elettrolizzatore si costituisce di celle adiacenti l'una accanto all'altra in una camera elettrolitica comune. Si collegano ad una fonte energetica esterna solo gli elettrodi terminali. L'ossidrogeno, per via del suo modello, si definisce anche gas di Brown. Poiché esso si produce per mezzo dell'elettrolisi, si conforma conseguentemente anche alle leggi di Faraday sull'elettrolisi. Gli impieghi dell'ossidrogeno attuali e futuri sono nei sistemi di riscaldamento e nei motori delle automobili.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Poiché esso si produce per mezzo dell'elettrolisi, si conforma conseguentemente anche alle leggi di Faraday sull'elettrolisi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come costruire un mulinello ad acqua

Uno dei più antichi motori costruito dall'uomo è il motore ad acqua. Questo veniva alimentato dall'energia idraulica posseduta dall'acqua corrente. Utilizzando dei fiumi o dei ruscelli con una forte pendenza. A sua volta convogliata in un canale stretto,...
Materiali e Attrezzi

Come collegare un tubo dell'acqua a una grondaia

Collegare il tubo dell'acqua alla grondaia può essere utile per molteplici scopi. Ad esempio può essere importante per drenare l'acqua e farla scorrere verso una zona adibita per tale scopo; un altro fine può essere quello di utilizzare l'acqua che...
Materiali e Attrezzi

Come usare il flatting ad acqua

Per proteggere o rinnovare una superficie in legno, uno dei metodi più innovativi e pratici è quello che prevede l'utilizzo del flatting ad acqua. Questo tipo di vernice è ideale sia per mobili o strutture interne come infissi o serramenti, sia per...
Materiali e Attrezzi

Smalti ad acqua: come usarli nel modo giusto

Gli smalti ad acqua: perché sceglierli?. I motivi sono tanti. Per prima cosa, non hanno bisogno di solvente, spesso tossico. Si possono utilizzare su qualsiasi tipo di superficie, dalla più liscia a quella più irregolare. Inoltre, hanno una capacità...
Materiali e Attrezzi

Come trovare una perdita d'acqua nella piscina

Se la vostra piscina perde acqua avete bisogno prima di tutto di trovare il punto in cui si sta verificando la perdita. Successivamente potete risparmiare denaro, riparando il danno da soli, oppure assumere dei professionisti che facciano il lavoro al...
Materiali e Attrezzi

Come Ottenere L'Acqua Di Calce

Ci sarà sicuramente capitato, di aver bisogno di un particolare composto e generalmente in questi casi preferiamo acquistarlo in appositi negozi, già pronto per essere utilizzato. Una valida alternativa è quella di provare a prepararlo con le nostre...
Materiali e Attrezzi

Come usare il fissante per colori ad acqua

I colori ad acqua sono intramontabili. Nelle scuole dominano le alule delle elementari, nelle case vengono ampiamente usati nel decoupage e nei lavoretti per la casa. Purtroppo, però, questi colori non hanno una vita lunghissima, dopo un po' di tempo...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare l'impregnante ad acqua

Prima di vedere qual è la procedura utilizzata per applicare l'impregnante ad acqua, è necessario conoscere le caratteristiche di questo importante prodotto. Nel dettaglio, andremo a vedere cos'è e dove si può impiegare. L'impregnante rappresenta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.