Come ricavare una cassapanca da un vecchio baule

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nell'era del DIY e del fai da te tutto è possibile, perfino ricavare una cassapanca da un vecchio baule.
In questa guida vedremo come fare, premettendo che non bisogna essere dei falegnami per riuscirci, basta avere a disposizione semplicemente: un baule, una cassetta degli attrezzi, colla a caldo e materiale per decorare a nostra scelta.
Oltre ad essere un modo originale per riciclare e rivalorizzare un oggetto datato, si tratta anche di un'idea economica per costruire un mobile di design, restando al passo con la moda, ma assecondando in primis il nostro gusto personale.
La prima cosa da fare, prima di apprendere come ricavare una cassapanca da un vecchio baule, è accertarsi delle sue condizioni, pulendolo e igienizzandolo, soprattutto se è stato tenuto in luoghi umidi e sporchi come soffitte o cantine.
E di pari passo con tale procedura, vanno anche l'esame del materiale di cui è composto il baule, e la scelta dell'ambiente in cui sistemarlo, regolandosi con le misure e il tipo di aspetto che vogliamo assuma.
Fatto ciò, siamo finalmente pronti per iniziare la restaurazione del nostro vecchio baule.

26

Occorrente

  • Prodotti igienizzanti e panni in cotone (adatti a pulire il materiale di cui è costituito il baule)
  • Carta vetrata
  • Cassetta degli attrezzi (chiodi, martello, sega, metro, pinzatrice, taglierino, sparachiodi, ecc.)
  • Colla a caldo
  • Assi e tavole di legno
  • Materiale per imbottire
  • Occorrente a scelta per decorare (sverniciatore chimico, stucco, vernice, smalto ad acqua, stoffa, carta da parati, adesivi, cuscini, accessori per bricolage, piedini, feltro, incisore, rotelle)
36

Verifichiamo che il baule sia stabile e sicuro

In realtà un baule può essere già di per sé utilizzato come cassapanca, non sono perciò necessarie particolari modifiche strutturali, si tratta principalmente di accorgimenti estetici.
Infatti ciò che rende una cassapanca tale, è il fatto di potervi riporre degli oggetti all'interno, avendo la possibilità di richiuderla e di potercisi sedere sopra.
Quindi, la caratteristica che il nostro vecchio baule deve possedere indispensabilmente, è la resistenza. Per capirlo ci basta fare delle prove, in modo da comprendere quanto peso è in grado di sopportare. Se il baule passa l'esame, non ci resta che stabilire quali modifiche o aggiunte apportarvi.
La maggior parte delle cassapanche, in genere, viene posizionata ai piedi del letto. Ma non c'è una regola, infatti anche posizionandola sotto una finestra (così da potercisi accomodare per leggere un libro, o bere un tè), oppure in un luogo esterno (come il giardino, o il balcone di casa), una cassapanca fa la sua figura.
Se la destinazione della cassapanca è la camera dei nostri figli, ovviamente valuteremo la sua resistenza rispetto al peso massimo di uno o due bambini, invece che a quello di un adulto.
Anche controllare che non ci siano schegge e parti sporgenti (o addirittura taglienti), dal coperchio del baule, è importante. Difatti trattandosi di un oggetto vecchio e non adibito alla seduta, potrebbe essere utile limare la superficie con della carta vetrata, o ricoprirla con un sottile asse di legno (applicabile sia con martello e chiodi, che con la colla a caldo).
Una volta attestata la sicurezza del baule, passiamo alla fase pratica.

46

Trasformiamo il coperchio del baule in una panca

Il secondo passo di questa guida, mostra come ottenere una comoda seduta, a partire da un semplice coperchio richiudibile.
Sostanzialmente non c'è molto da spiegare, possiamo anche decidere di sederci sul baule così com'è, anche le panchine sono in legno alla fin fine, aggiungendo solamente uno schienale, oppure dei braccioli, o entrambi. Tutto ciò che ci occorre, sono assi e tavole di legno.
Il procedimento è più semplice di quello che si crede.
Nel caso dei braccioli, basta recuperare due tavole di legno (tanto qualunque materiale scegliamo, può poi essere inciso, tagliato, rivestito o decorato), la cui unica peculiarità è la dimensione. Esse dovranno infatti ricoprire non solo l'intera superficie, rispettivamente dei due lati del baule, ma anche eccedere di minimo 30 cm nella parte superiore, creando così i braccioli. Ovviamente, per consentire l'apertura e la chiusura del baule, dovranno essere incollate, o inchiodate, solo fino alla zona immediatamente sottostante al punto in cui esso si apre.
La stessa identica procedura avviene con lo schienale, sempre prestando attenzione a non ostacolare il sistema di apertura e chiusura (se il coperchio è più alto di 1 centimetro, o poco più, è meglio evitare lo schienale, limitandosi ad appoggiare la cassapanca contro una parete o il bordo del letto).
Questo è il metodo più semplice e veloce per convertire un baule in una cassapanca.
Un dettaglio comfort, può essere il rivestimento del coperchio, con materiale di imbottitura e stoffa. Con la pinzatrice è possibile creare una sorta di decorazione a bottoni (che ricorda quella di alcuni divani).
Altrimenti, se le cose complicate non ci piacciono, possiamo ricorrere a dei cuscini, da posizionare sia sulla seduta, sia contro lo schienale.
Passiamo ora alla fase creativa!

Continua la lettura
56

Decoriamo e rivestiamo la cassapanca ottenuta

Laddove non l'avessimo già fatto, e se il baule è in legno, lo levighiamo tutto con della carta vetrata, e poi lo verniciamo (la vernice adatta si trova in qualsiasi negozio per fai da te).
Nello specifico, se desideriamo decolorare e ridipingere il baule, ci serviranno: sverniciatore chimico, stucco, smalto ad acqua, e vernice del colore che vogliamo. Tutti questi elementi vanno usati in tale ordine, per approfondimenti consultare il link specifico in fondo alla guida.
Se il baule è in pelle, ci basterà "rinnovarlo" con una vernice spray lucidante (acquistabile sempre in negozi per hobbistica).
Ci sono moltissimi modi per arricchire e decorare la parte esterna del nostro vecchio baule, rendendolo come nuovo, o lasciandogli un aspetto anticato. Dunque tutto ci è concesso, basta armarsi di pittura, stencil e adesivi, e tutto ciò le la nostra creatività suggerisce.
Invece, per quanto riguarda l'interno della cassapanca, è consigliabile porre un rivestimento (nel caso in cui non ne sia già in possesso): dopo aver, anche in questo caso, levigato il legno, possiamo applicarvi della carta da parati, velluto, o qualsiasi altro tessuto adesivo (o aiutandoci con la colla a caldo).
Un ultimo dettaglio, che può fare la differenza, è l'applicazione di quattro piedini al di sotto della cassapanca, in modo da ridurre l'attrito contro il pavimento, e mantenerla sopraelevata. I piedini possono essere: in feltro (applicabili con colla a caldo); in legno (si tagliano dei quadratini o delle assi di legno, e si posizionano sotto la panca con colla a caldo o sparachiodi); oppure delle rotelle (acquistabili già insieme ad un set di viti), che permettono di spostare comodamente la cassapanca.
Ed ecco realizzato il nostro "nuovo" elemento di arredo!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La cosa più importante è la sicurezza, una volta verificata, possiamo sbizzarrirci con infinite tecniche decorative.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come restaurare un baule vecchio

Per effettuare un'opera di restauro, è necessario trovare un angolo dove lavorare senza disturbare e in cui operare con completa libertà di movimenti, possibilmente anche in un luogo areato. Se disponiamo di un garage, questo sarà veramente un'ottima...
Bricolage

Come realizzare un camion baule

Se vostro figlio vi ha chiesto di avere un contenitore in cui poter conservare le sue cose e desiderate renderlo tanto felice, potete certamente creare voi stessi un meraviglioso camion baule (impiegando semplicemente due scatole di cartone), dove il...
Bricolage

Come rivestire internamente un baule

È possibile che qualcuno di voi abbia trovato, fra i mobili della nonna o in un negozietto di oggetti d'antiquariato, un vecchio baule da ristrutturare, ottimo come complemento d'arredo o da utilizzare come semplice cassapanca. Gli antichi bauli, dalla...
Bricolage

Come Rivestire Un Baule Con Le Cartine Stradali

Con la tecnica del decoupage è possibile rinnovare di tutto. Basta scovare qualche vecchio accessorio o mobile accantonato in soffitta e con fantasia e creatività gli daremo una nuova vita. Se ad esempio abbiamo un vecchio baule che non riusciamo proprio...
Bricolage

Come costruire un copri baule

Se in casa abbiamo un vecchio baule in pelle o in metallo, ed intendiamo riutilizzarlo per conservare alcuni oggetti e renderlo particolarmente gradevole ed elegante per il design impostato nell'ambiente, possiamo corredarlo di una copertura, che è possibile...
Bricolage

Come Decorare Un Baule Con Gli Stencil

Hai un vecchio baule in casa, un po' anonimo e dal colore spento? Non occorre buttarlo via, bastano pochi ritocchi per renderlo bello e colorato. Usando gli stencil, anche chi non è pratico di lavoretti manuali può compiere questa impresa. Non ci sono...
Bricolage

Come Decorare Una Cassapanca

La cassapanca è un oggetto quasi sempre presente nelle nostre case, molti la posseggono ancora per via della comodità che offre mettendo dentro degli oggetti o indumenti che vogliamo conservare con cura. Molto spesso però le loro condizioni non sono...
Bricolage

Come Rinnovare Una Cassapanca Con Schienale

Se vi capita di ritrovarvi in casa o in soffitta una vecchia cassapanca della nonna, e non volete buttarla via, sappiate che è possibile rinnovarla per conferirle la bellezza di un tempo (semplicemente con un po' di dimestichezza e pazienza). Se siete...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.