Come richiedere un orto urbano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per tutti coloro che abitano delle città e che hanno sempre sognato lussureggianti giardini, possono realizzare il proprio sogno richiedendo un orto urbano. Che si tratti di un balcone o un terrazzo, un giardino urbano può effettivamente essere molto versatile poiché permette di coltivare e veder crescere le proprie piante preferite ed avere frutta e verdura gratis e sempre a portata di mano. Il giardinaggio urbano può essere una grande esperienza per tutta la famiglia, anche se non è privo di problematiche. Ma ora vediamo come richiedere un orto urbano.

26

Occorrente

  • Domanda al comune
  • Partecipazione ai bandi di assegnazione
36

Il fenomeno è in costante crescita: uomini, donne, anziani e giovani si stanno avvicinando ad un concetto diverso del vivere cittadino, manifestando la necessità di impiantare il loro piccolo podere. Si tratta di un'attività che oltre a rivelarsi un piacevole passatempo, contribuisce alla fornitura di beni di prima necessità, per la propria famiglia. Per risolvere il problema spesso presente, di non possedere un terreno, ci si rivolge al comune di appartenenza per poter dar vita ad un orto urbano. Negli ultimi anni questa attività ha coinvolto quasi il 40% della popolazione presente su tutto il territorio nazionale.

46

Un orto urbano è un piccolo spazio che viene messo a disposizione dei cittadini che ne facciano regolare domanda, per produrre ortaggi. Sostanzialmente, si tratta di uno spazio comunitario che viene suddiviso tra i vari richiedenti. Per fare richiesta, si dovrà vivere in appartamento e compilare il modulo di richiesta. Si verrà inseriti in delle liste d'attesa. Alcuni requisiti determineranno la graduatoria, ma essi possono cambiare anche notevolmente in relazione al comune in cui si farà la domanda. Per tutti i comuni vale però il prerequisito che vieta di possedere già un altro orto comunale a nome di uno dei membri della famiglia.

Continua la lettura
56

Una volta assegnato lo spazio di coltivazione, verrà mantenuto dall'intestatario e dal suo nucleo familiare, per diversi anni, allo scadere dei termini si dovrà nuovamente inoltrare la domanda ed essere inseriti di nuovo nelle liste d'attesa. Sicuramente molti si chiederanno se tale pratica ha un costo, diciamo che in molti comuni è completamente gratuita, mentre in altri viene richiesto il versamento di una quota annuale di modesta entità, totalmente simbolica. Alcuni di questi orti assumono una connotazione comunitaria, specie se il proprietario, ormai anziano, non è più in grado di gestire da solo la struttura.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

10 errori da evitare quando si fa un orto urbano

L'orto urbano rappresenta una soluzione "green" davvero molto di moda. Sono infatti molte le persone che, pur abitando in contesti cittadini, desidera vivere nel verde e al tempo stesso beneficiare di tutte le bontà che la terra può offrire. Ecco quindi...
Giardinaggio

Come realizzare un orto urbano verticale con un pallet

Per chi abita in città e quindi non può disporre di un orto tradizionale, vi sono molte possibilità tuttavia di poter realizzare in poco tempo e con pochissima spesa uno spazio dedicato alla crescita di ortaggi, frutta e verdura. Basterà solo avere...
Giardinaggio

Come realizzare un piccolo orto in casa

Son tante le persone che al giorno d'oggi si dedicano alla cura di un piccolo orto personale, sia per una forma di risparmio sia per il gusto migliore e nutriente degli ortaggi che si vanno a coltivare, o del profumo sempre fresco delle erbe. Non richiede...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
Giardinaggio

Come allestire un orto verticale usando le scale a tre gradini

L'orto verticale è la soluzione ideale per chi ha poco spazio a disposizione ma è amante degli ortaggi e quindi non vuole rinunciare all'allestire un piccolo ma fornito orto utilissimo per poter mangiare cibi di provenienza sicura e sicuramente più...
Giardinaggio

10 consigli per organizzare un orto metropolitano

La vita in città è caotica e spesso pesante, ma se si ha a disposizione un'area sufficiente è possibile sfruttarla al meglio per realizzarvi sopra un orto metropolitano. Si tratta di un ottimo antistress ed una fonte di ortaggi freschi che sicuramente...
Giardinaggio

Come Progettare L'orto

Lavorare un orto è un'attività certamente gradevole, sia per il corpo che per la mente. L’orto è infatti inoltre una buonissima psicoterapia, specialmente per coloro che amano la terra e un po’ di vita all'aperto. L'esposizione migliore, disponendo...
Giardinaggio

Le 5 regole fondamentali per l'orto sinergico

Il rispetto per la natura è un gesto fondamentale per restare in sintonia con la terra. Questo sistema va fatto adoperando nuovi metodi di coltivazione. Adoperando delle giuste regole e metodi naturali. Un nuovo modo per preparare l'orto per esempio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.