Come riciclare i foulard

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I foulard sono degli accessori che generalmente fanno da accompagnamento ai capi d'abbigliamento sia classici che sportivi. Coprono il collo quando si indossa una camicia o una maglietta scollata; fungono da cintura in un abito estivo, una gonna o un pantalone. Tuttavia, se nel vostro armadio tenete dei foulard inutilizzati, potrete trasformarli in utili oggetti di uso quotidiano. Tante sono le possibilità di riutilizzare questi originali accessori: basterà avere una certa manualità nel cucito e tanta voglia di inventiva. Se cercate delle utili informazioni su come riciclare i foulard, non dovete far altro che seguire attentamente questa guida.

27

Occorrente

  • 1 Foulard
  • 1 tappo di plastica
  • 1 ago
  • 1 filo di cotone
  • 1 supporto di anello
  • 1 paio di forbici
37

Ritagliate i cerchi

Come prima cosa prendete un foulard leggero e disegnate su di esso sei cerchi, aiutandovi con il tappo di plastica di una bottiglia. Ritagliate tali cerchi con l'aiuto delle forbici. Prendete adesso un anello, che abbia nella parte centrale un buco, oppure un piccolo occhiello. Procedete assemblando i vari dischetti di stoffa appena creati. Prendete il primo dischetto, piegatelo a metà e poi nuovamente a metà, ottenendo così un piccolo triangolo. Adesso, utilizzando un ago con il filo di cotone, eseguite un punto, facendo entrare l'ago nella punta del triangolo. Subito dopo prendete l'altro dischetto di stoffa, piegatelo allo stesso modo del primo ed entrate l'ago nella punta.

47

Eseguite un punto di chiusura

Affiancate i due dischetti di stoffa. Continuate in questa maniera fino a realizzare nel filo sei petali in tutto, ognuno vicino all'altro. Per evitare che i pezzetti di stoffa si muovano, è consigliabile eseguire con l'ago un punto di chiusura, raggruppando in un unico noto tutti i petali, formando in questo modo un fiore. Ricordatevi di non tagliare il filo in questa operazione. A questo punto fate passare il filo attraverso il forellino situato nella parte centrale dell'anello. Portate quest'ultimo fino alla parte sottostante, tirate e fate aderire bene il fiore di stoffa all'anello. A questo punto cucite, facendo fuoriuscire l'ago dal basso verso l'alto e viceversa, fino a quando il fiore non sarà ben fissato.

Continua la lettura
57

Fissate bene la stoffa

Naturalmente, se lo desiderate, potete benissimo creare una parure realizzando un bel paio di orecchini, sempre utilizzando lo stesso foulard e seguendo lo stesso procedimento, con la variante del supporto, che potrà essere acquistato in merceria. Inoltre, un'idea potrebbe essere quella di creare con questo tipo di tessuto il cinturino di un orologio, che andrà chiuso successivamente con un nodo. Buon lavoro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per evitare che i pezzetti di stoffa si muovano, è consigliabile eseguire con l'ago un punto di chiusura, raggruppando in un unico noto tutti i petali, formando in questo modo un fiore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come rifinire un foulard di seta

Per chi è appassionato dell'arte del cucito e della creatività, non c'è niente di meglio che ricamare e colorare della stoffa per realizzare degli accessori personalizzati e dal design originale. In questa guida, illustreremo alcune tra le migliori...
Cucito

Come Fare Un Foulard A Triangolo All' Uncinetto

L'uncinetto è uno strumento, di materiale rigido, che si compone di un'asta con un uncino ad una delle sue estremità. Solitamente è in metallo, quale l'acciaio. Ma può essere anche in legno, plastica o avorio. Si utilizza per intrecciare del filo,...
Cucito

5 idee per riciclare vecchi abiti

Quando arriva la nuova stagione è fondamentale fare il cambio abiti. Quindi, nel momento in cui si sostituiscono, spesso se ne buttano via tanti. Ovviamente, questo è un modo per mettere in ordine e togliere il superfluo. Ma, da ritenere poco sostenibile...
Cucito

Come riciclare i vecchi cappotti

Negli ultimi anni tutti trovano utile riciclare indumenti. Un po' per la crisi ma sopratutto per il desiderio di ridare vita a capi del passato. Non solo abiti, scarpe e borse, ma anche i vecchi cappotti possono ritornare come nuovi. Oppure, un'altra...
Cucito

Idee per riciclare dei centrini

Chi di noi non ha almeno un centrino della nonna a casa? Se l'idea di tenerli come dei prendi polvere non vi attira, in questa guida vi indicherò alcune idee per riciclare dei centrini. Ogni oggetto può essere riutilizzato in altri modi e questi tessuti...
Cucito

Come riciclare le camicie in modo creativo

A volte, con un po' di fantasia e creatività, possiamo realizzare qualcosa di unico e speciale, anche con materiali molto semplici o da riciclo. In particolar modo, possiamo anche riciclare le camicie in modo creativo. Infatti, nell'ultimo anno, la passione...
Cucito

Come riciclare una vecchia copertina di pile

Spesso capita che dall’armadio venga fuori una vecchia copertina di pile che magari non usiamo più quindi ci poniamo il problema su come utilizzarla o eventualmente come riciclarla. Se l'analizziamo a fondo possiamo infatti ricavarne altri oggetti...
Cucito

5 modi per riciclare un paio di jeans

A chiunque è capitato almeno una volta nella vita di avere un paio di jeans rovinati oppure non più di moda. Invece di gettarli via, non tutti sanno che è possibile riciclarli per dare loro una nuova vita. In questo modo non solo è possibile rispettare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.